Il ritorno dei Kansas City Royals

Tornano a macinare punti e riprendono la leadership della Central Division di AL. Mookie Betts e Colorado Rockies: la fiera dei fuoricamp. Arrieta si ferma a 23 vittorie consecutive ma i Cubs sono ancora la miglior franchigia MLB

Con una fase offensiva capace di realizzare 58 punti nelle ultime 8 gare (7.25 punti a partita), Kansas City risponde per le rime a chi già ne celebrava il necrologio. I Royals ci sono, sono vivi, e senza dubbio ancora tra i protagonisti della MLB. Nelle ultime 11 partite, delle quali 6 giocate contro gli oramai ex leader della Central Division di American League, i Chicago White Sox, i "Blue Crew" hanno messo insieme 9 vittorie e 2 sole sconfitte. La franchigia dell'Illinois è stata letteralmente spazzata via negli scontri diretti terminati con 1-2 a favore di Kansas al Cellular Filed, ed un cappotto a favore del roster di Ned Yost in Missouri per un complessivo 5-1 che ha riportato i campioni in carica in vetta al girone con 29 vittorie e 22 sconfitte, con +2 su Chicago e +2.5 su Cleveland. Cambio di leadership anche nella West Division di AL, dove è tornata protagonista Texas. I Rangers (31-21), con 8 vittorie nelle ultime 10 gare, di cui 4 giocate in trasferta, si rilancia in vetta al girone sorpassando momentaneamente Seattle che sono a 0.5 ma che hanno con una partita da recuperare. La vittoria di questa notte in quel di Cleveland ha visto tra i protagonisti il partente 36enne Colby Lewis che ha concesso appena 2 valide ed altrettante basi per ball in 6 inning lanciati (con 2 strike-out all'attivo). Lewis in 11 partenze è 5-0 con una media ERA di 3.09, la migliore dal 2006 quando indossava la casacca dei Tigers. Nella gara della scorsa notte tra Boston e Baltimore, rispettivamente prima e seconda della East Divion di AL, sale agli onori della cronaca il 23enne esterno destro Mookie Betts che con i suoi fuoricampo (battuti al primo, secondo e settimo inning), è diventato il primo leadoff dei Red Sox a realizzare 3 home run negli ultimi 100 anni, l'unico in tutta la storia della franchigia ad averne realizzati due nei primi due inning. La serie, che si sta disputando al Camden Yards, vede i "BoSox" avanti per 0-2. La franchigia di John Farrell, che con 32 vittorie e 20 sconfitte ha il miglior record della AL, guida il girone con 3 partite di vantaggio sugli Orioles e 5 sui Blue Jays. La sconfitta interna della scorsa notte per 0-5 dei Cubs contro i Dodgers (la serie è adesso sull'1-1), rappresenta la prima sconfitta di Chicago con Jake Arrieta come lanciatore partente dal 25 luglio 2015 (contro i Phillies al Wrigley Field). Si ferma così a 23 la serie di vittorie consecutive del lanciatore destro, Cy Young Award di National League 2015, come il partente di Atlanta Kris Medlen tra il 2010 ed il 2012. La sconfitta non va comunque messa in conto ad Arrieta, che chiude la gara con un "no-decision" (2 valide, 4 basi per ball e nessun punto concesso in 7 inning lanciati con 8 strike-out all'attivo). I Cubs mantengono saldamente il miglior record della MLB con 35 vittorie e 15 sconfitte, unica franchigia ad avere un record di .700 (dopo di loro Boston con .615), ed ovviamente la leadership della Central Division di NL con 6.5 di vantaggio sui Pirates ed 8.5 sui Cardinals. Nonostante l'assenza nelle ultime 3 gare di Bryce Harper, MVP di National Leage 2015, i Washington Nationals non conoscono limiti e continuano a vincere. La franchigia di Dusty Baker con 32 vittorie e 21 sconfitte, mantiene la vetta della East Division di NL, uno dei gironi più complessi di questa edizione di Regular Season. La East infatti è l'unica division di tutta la Major League ad avere quattro squadre su cinque sopra i .500. Dietro i Nationals i New York Mets sono a 29-22 (-2), i Miami Marlins a 27-25 (-4.5), ed i Philadelphia Phillies a 26-26 (.500). Fanalino di coda gli Atlanta Braves che con 15 vittorie e 36 sconfitte hanno il peggior record del campionato insieme ai Minnesota Twins. Nella West Division di NL prosegue incontrastato il dominio di San Francisco, che per il momento continua a confermare la cabala sugli anni pari di questo secondo decennio di millennio. I Giants hanno il singolare record di aver vinto le World Series nel 2010, 2012 e 2014, alternando a queste tre vittorie momenti di anonimato assoluto (negli anni 2011, 2013 e 2015 non sono si sono qualificati mai per le post-season). I "G-Men" al momento sono saldamente in testa al girone con 33 vittorie e 21 sconfitte, con i Dodgers che seguono a -4.5 e Colorado a -7.5. A proposito di Rockies da segnalare che la notte scorsa l'attacco di Colorado ha realizzato 7 fuoricampo in una gara (17-4 il finale al Coors Field contro Cincinnati). La partita ha visto polverizzare i record di franchigia di "extra-base" realizzati in una gara (14, grazie a 7 "doppi"), ed il numero complessivo di basi conquistate in una singola partita (47). I sette fuoricampo, realizzati da Charlie Blackmon (2), DJ LeMahieu, Nolan Arenado (2), Carlos Gonzalez, e Gerardo Parra, eguagliano il record di franchigia di "home-run" battuti in una sola partita.

Andrea Tolla
Informazioni su Andrea Tolla 449 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento