Liverziani la spedisce fuori e la Cnf-UnipolSai fa 5 a 3

Partenza un po' così di Zielinski. T&A sul 3 a 0 fra 1° e 3°, pareggio al 5°. Poi la battuta decisiva del capitano bolognese. Vincente Buffa

Se il buongiorno si vede dal mattino nel girone di San Marino dell'European Champions Cup promette bene per Cnf-UnipolSai e Neptunus Rotterdam. Poi ci sarà tempo per cambiare tutto.
La squadra bolognese si è imposta ieri sera 5 a 3 sulla T&A San Marino, grazie a un homer da due punti di Liverziani, dopo aver iniziato andato sotto nel parziale 0 a 3.
Due battute anche un po' fortunate, un avvio in ogni caso non dei migliori di Zielinski (opposto a Quevedo sul monte) e la squadra di casa – anche se andava in attacco per prima come da calendario – era sembrata aver davanti una serata tranquilla, ancor più dopo che al 2 a 0, con una sola valida, di Imperiali, del primo inning aveva fatto seguito il 3 a 0 sui singoli di Poma e Vasquez.
Al 4° però un doppio di La Torre, dopo il secondo personale di Cedeno, a portato a casa base due punti, prima che su valida di Ambrosino La Torre si facesse eliminare cercando di allungare fino a casa base. E nella ripresa successiva Grimaudo più Infante hanno fatto 3 a 3.
Salito Oberto sul monte della T&A al posto di Quevedo, l'ottavo attacco della Cnf-UnipolSai è stato quello che ha deciso. La terza extrabase di Cedeno e, a ruota, il fuoricampo di capitan Liverziani hanno costruito i due punti della differenza.
Sul 5 a 3, dopo Zielinski, sceso con 113 lanci sul braccio, Buffa ha ottenuto la vittoria con una sola valida concessa, con l'aiuto di una bella presa di Vaglio su Cit, prima eliminazione del 9°.
Nella partita che apriva il programma a Serravalle, giocata nel primo pomeriggio, i campioni europei in carica del Neptunus Rotterdam alla fine sono riusciti a far rispettare il pronostico, vincendo 14 a 9 dall'Heidenheim Heidekopfe, andando di fuoricampo (e con 16 valide all'attivo). Passando però da un 8 a 1 a metà 3° (9 a 4 a fine 4°) diventato 9 a 9 con 5 punti dei tedeschi nella metà bassa della quinta ripresa, con tanto di punto automatico su base ball.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 794 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento