La T&A annulla l'attacco dell'UnipolSai in gara-due

Galeotti e Florian con una sola valida subita in due. Chiarini ancora dominante nel box con tre valide su quattro turni

Dopo aver "regalato" gara-uno, giocata venerdì a Bologna, alla T&A San Marino, l'UnipolSai si è ripetuta nella partita di ieri pomeriggio. Risultato (6 a 2) ancor più netto, questa volta, per un line-up che non ha saputo andare oltre un'unica misera valida (contro 12, con Chiarini e Duran letteralmente scatenati nel box, dall'altra parte).
Nel secondo match della serie entrambi i manager (Mazzotti "spot" per i sammarinesi, e il rientrante Frignani, dopo la squalifica, per la Fortitudo) hanno deciso di affidarsi ai lanciatori di scuola italiana come partenti. Galeotti contro Panerati, con Marval in terza base, e Fuzzi battitore designato, nella formazione bolognese, Santora come DH per la squadra di casa.
Panerati ha cominciato male male, con tre valide concesse (Vasquez, Duran e Reginato) al primo turno dell'attacco avversario, ed altrettante al giro successivo (Mazzuca, Chiarini e ancora Duran, dopo una base e un colpito), per un 5 a 0 tutto T&A a fine secondo.
Un passivo pesante di suo, e che contro Galeotti prima, poi Florian dal 3°, i biancoblù petroniani – con una sola valida (di Fuzzi al 3°) in tutta la partita – non hanno mai neppur dato l'impressione di poter pensare di rimontare. Tanto più che nell'unico momento in cui l'UnipolSai si è fatta vedere, una battuta in doppio gioco di Marval a basi piene, al 3°, ha chiuso il turno con il minimo dei danni per il San Marino.
Anche se De Santis, entrato in pedana al 4°, poi se l'è giocata alla pari almeno fino al 7°, non ci sono state chances per Liverziani e compagni. Il secondo punto, quello del 2 a 6 per al 6°, è venuto senza battere valido, ma grazie a due errori della difesa della T&A, che all'8° ha arrotondato arrivando al 7 a 2.
Successione punteggio: UnipolSai Bologna 001 001 000 = 2 (battute valide 1, errori 0); T&A San Marino 230 100 01X = battute valide 12, errori 2).

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.