I Miami Hurricanes "spirano forte" sul baseball NCAA

Dopo alcuni anni la squadra della Florida è tornata al primo posto del ranking nel baseball NCAA ed ora punta con decisione al titolo nazionale che manca loro da ben 15 anni. Grazie anche a Ed Michelangeli e Mike Mediavilla

2009 Miami Hurricanes Baseball vs Rutgers

La Florida è storicamente una delle culle del baseball americano anche a livello Ncaa. Basti pensare alla lunga tradizione di programmi come quelli di Florida State, Florida e soprattutto Miami. Quest'ultima, campione nazionale nel 1999 e 2001 prima di cadere in "letargo" negli ultimi anni, nella stagione 2016 si è riproposta ai vertici con una squadra ricca di talento pronta a duellare con i rivali storici di Florida per la conquista del titolo NCAA.
Nel passato recente hanno indossato la casacca degli Hurricanes fior fiore di giocatori come per esempio Alex Rodriguez, stella degli Yankees (non per niente gli è stato intitolato lo stadio dove gioca Miami, ammodernato grazie ad una sua super donazione), Ryan Braun di Milwaukee, Pat Burrell e Aubrey Huff.
In questo 2016 Miami sta viaggiando alla grande con un record di 29 vinte e sole 5 perse con una striscia di 12 successi consecutivi, appena interrotta dalla sconfitta subita da Duke. Gli Hurricanes sono trascinati fra gli altri dal ricevitore Zach Collins (.410 di media battuta con 39 punti battuti a casa ed 8 fuoricampo), dall'esterno destro Willie Abreu (.260 nel box con 33 rbi e 6 fuoricampo) senza dimenticare l'apporto del terza base Edgar Michelangeli con una media offensiva di .292
Sul monte di lancio il leader è il partente Michael Mediavilla con 6 vinte ed 1 sola persa, 4.92 di media pgl e 43 strikeouts in 47 riprese lanciate.
Miami è in testa alla competitiva Atlantic Coast conference e nel finale di stagione regolare è attesa da due trittici contro rivali importanti come i campioni in carica di Virginia e Florida State, test probanti per i ragazzi di coach Jim Morris in vista del Torneo Ncaa di giugno.

Informazioni su Andrea Palmia 127 Articoli
Andrea Palmia è nato a Bologna il 4 aprile 1968 e vive nel capoluogo emiliano con la moglie Aurora e la figlia Lucia di due anni. Laureato in Pedagogia con una tesi sperimentale sui gruppi ultras, lavora dal 1995 come educatore professionale con utenti disabili mentali e fisici. Appassionato di sport in genere ed in particolare di quelli americani, ha sempre avuto come sogno nel cassetto quello di fare il giornalista sportivo. Dal baseball giocato nel cortile del condominio con una mazza scolorita alle partite allo stadio Gianni Falchi con i fuoricampo di Roberto Bianchi e Pete Rovezzi, il passo è stato breve. Fortitudino nel DNA, nutre una passione irrazionale per i "perdenti" o meglio per le storie sportive "tormentate" fatte di pochi alti e di molti bassi.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.