Il Borghese sta per riaprire le porte ai suoi tifosi

Pare sia definitivamente scongiurata l'ipotesi di "porte chiuse". Per l'esordio contro il Novara dovrebbe esser riaperta tutta la tribuna centrale. Giovedì l'ufficialità

Il condizionale è a dir poco d'obbligo, ma dovrebbe esserci spazio veramente per tutti in vista dell'esordio dell'Angel Service Nettuno City venerdì sera alle 20 allo Steno Borghese, in occasione del trittico contro il Novara valido come terzo turno di andata dell'Ibl.

Innanzitutto, ma è notizia ormai vecchia, le partite si giocheranno in ogni caso nell'impianto di Nettuno. Mancava solamente di sapere se gli incontri sarebbero stati aperti ai tifosi o disputati a porte chiuse. I lavori di riammodernamento e messa a norma di legge degli spalti proseguono di buona lena, e lo stadio che riapre le porte ai suoi tifosi nella città del baseball è ben più che una semplice ipotesi, dopo la chiusura che ha costretto lo scorso anno le due squadre ad emigrare all'Acquacetosa di Roma. Ha fatto buon gioco, sotto questo punto di vista, il riposo del Nettuno al primo turno e la trasferta nel secondo, che hanno dato due settimane in più per intervenire.

"Domani mattina (mercoledì, nda) si procederà con ulteriori interventi, come verniciare gli scalini degli spalti di giallo, ovvero quanto previsto dalla legge – ci dice Maurizio Camusi, Ds dell'Angel Service Baseball City – in prima ipotesi si pensava di ammettere solamente cento persone. Quindi siamo riusciti a far salire questo numero a ottocento circa, vale a dire tutte le poltroncine numerate che si trovano nella tribuna principale, quella dietro il piatto di casa base. Ma l'obiettivo è quello di arrivare a 2.000 riaprendo tutta la tribuna centrale, da dugout a dugout, ed è anche l'obiettivo della dirigenza comunale, che insieme ai commissari prefettizi ha preso a cuore questa vicenda".

E sarebbe veramente un bel regalo per i tifosi, perlomeno quelli che hanno pazientemente atteso due anni per rivedere un unico Nettuno. Nella giornata di giovedì saranno sciolti gli ultimi nodi, con l'unica vera incognita legata a questo punto al meteo. Le condizioni del weekend danno la possibilità di qualche temporale, che potrebbe rovinare quella che da tutti i veri tifosi tirrenici è attesa come una grande festa.

Informazioni su Mauro Cugola 545 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.