Per la T&A San Marino è già quasi campionato

Alla ripresa degli allenamenti anche Mattia Reginato, anche se il passaggio non è ancora ufficiale. Mazzotti soddisfatto per le semifinali a eliminazione diretta. Bindi non svela chi sarà il partente italiano fra Oberto e Galeotti

Mattia Reginato dovrebbe essere la sorpresa dell'ultima ora: tornato a Nettuno dopo essere cresciuto sul Titano, farebbe il percorso inverso e vestirebbe di nuovo la casacca T&A per ricoprire il ruolo di esterno.
«L'ufficialità dovrebbe arrivare a breve, stiamo risolvendo alcune questioni e Reginato dovrebbe essere dei nostri» ha dichiarato Mauro Mazzotti nel corso di una conferenza stampa organizzata per presentare l'avvio dell'attività 2016.
Reginato a parte, «Abbiamo pensato che dopo cinque anni anche considerando un 2015 che ci ha visto senza titoli – ha continuato il GM sammarinese – fosse il momento per cercare di cambiar pelle. Di qui gli addii a Cubillan e Ramos. Tutto questo impostando un lavoro nuovo, prendendo dei ragazzi giovani con buon curriculum: un romagnolo come Coveri, un emiliano come Sebastiano Poma e tanti altri. Ci stiamo muovendo in una direzione precisa: nonostante la giovane età di tanti ragazzi le nostre ambizioni sono chiare: competere fino in fondo, fino all'ultimo giorno in cui si gioca a baseball. Vale per l'Italian Baseball League e anche per la European Cup».
L'occasione è stata buona anche per dare una valutazione positiva sulla nuova formula dei playoff. «Finalmente sarà prima contro quarta e seconda contro terza, senza tempi morti. Sempre con partite importanti, sette gare per decidere tutto».
Con le tre partite a weekend serve un roster più ampio, è per questo che la T&A si è già premunita rimpolpando il settore lanciatori in maniera consistente. «Sul mound gli stranieri saranno Germano, Quevedo e Camacho, i non Asi Fracchiolla e Morreale, gli italiani Galeotti, Crepaldi, Oberto, Coveri ed Ercolani. Ricevitori Albanese e Cit. In diamante, con ogni probabilità Vasquez in prima, Imperiali e/o Pulzetti in seconda, Santora interbase e Mazzuca in terza. Sul prato esterno invece Poma, Duran e Reginato, con Mario Chiarini probabile battitore designato e un jolly come Ermini da utilizzare nei momenti importanti».
Doriano Bindi si occupato invece del far capire, o forse no, chi ricoprirà il ruolo di partente nelle tre partite. «I due stranieri sul monte saranno Quevedo e Germano, con Camacho bravissimo nelle vesti di closer. Camacho è un tipo che non ha paura di lanciare anche in due giorni consecutivi e credo che il ruolo migliore per lui e per noi sia proprio quello di farlo entrare a partita in corso. Gli italiani? Stiamo valutando. Sicuramente l'anno scorso Oberto ci ha dato tanta continuità, è stato affidabile e ci ha consentito di ottenere buone prestazioni con lui in campo. Però c'è Galeotti che è altrettanto bravo e che ha fatto sempre il partente. Valuteremo».

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 818 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.