Doppio colpo Novara, presi Varin e Monello

Dai Rangers Redipuglia, grazie a un accordo siglato con il presidente Tonzar, arrivano alla corte della franchigia piemontese due interessanti rinforzi sul monte di lancio e dietro il piatto

Novara, ancora attivissimo sul mercato, non smette di inserire tasselli importanti all'interno del proprio roster. Dai Rangers Redipuglia, grazie a un accordo siglato direttamente con il presidente Tonzar, arriveranno infatti a rinforzare la franchigia piemontese per l'IBL 2016 il lanciatore Enrico Varin e il giovanissimo ricevitore Giulio Monello. Si tratta di un doppio colpo per il quale il presidente Pillisio ha voluto ringraziare personalmente il suo omologo giuliano: privandosi di due suoi due elementi più promettenti, formatisi nel vivaio locale, ha voluto infatti dare loro la possibilità di mettersi in evidenza nel massimo campionato nazionale, una scelta non così consueta nel mondo del batti e corri nazionale.
Varin, poco più che ventenne, ha cominciato a mostrare le proprie doti con la maglia dei Rangers, in serie B, nell'annata 2014: 45,2 inning lanciati, 4 partite vinte e 1 salvezza su 16 apparizioni sul monte, 1,77 di PGL e una media di strike out a ripresa. Il 2015 in serie A è stato però l'anno della svolta: utilizzato prevalentemente come rilievo, ha totalizzato 26 inning concedendo 15 valide (di cui solo 3 extrabase) per una media PGL di 1,03 su 93 battitori affrontati (25 lasciati al piatto). Ha già vestito la maglia della nazionale under 21 e a Novara cerca la consacrazione per una carriera che può decollare.
Ancora più giovane è il suo compagno di squadra, Giulio Monello: classe 1998, ha fatto parte della nazionale italiana juniores vincitrice dell'Europeo 2015. Ricevitore, lo scorso anno non ha fatto grandissime cose in attacco (190 in media battuta) ma è in difesa che si è espresso al meglio, commettendo solo 3 errori su 172 giocate effettuate (fielding 983) in un ruolo altamente delicato, dove si è alternato con l'altro nuovo arrivo in casa novarese, il venezuelano Jairo Marquez.
Tutti questi nuovi arrivi non mettono certo in secondo piano le conferme di giovani giocatori che l'anno passato avevano già vestito la casacca del Novara.
Tra i primi due che hanno aderito con entusiasmo al progetto IBL ci sono Gabriele Tealdi e Andrea Gallo. Formatisi nelle giovanili di formazioni cuneesi (rispettivamente Mondovì e Boves), nel 2015 hanno vissuto esperienze differenti. Mentre il promettente pitcher bovesano è stato frenato da diversi acciacchi, potendo mettere insieme solo 15 inning (2,4 la comunque buona media PGL), Tealdi è stato invece protagonista di una stagione di alto livello che l'ha visto vincere il titolo europeo juniores con la maglia azzurra. Anche in campionato, dove è stato indifferentemente impiegato come interno ed esterno, si è dimostrato giocatore affidabile e mazza potente in attacco, totalizzando una media battuta di 258 con 1 fuoricampo, 6 doppi e 5 tripli.
Per entrambi, il 2016 sarà un'annata importante, di rilancio o di conferma, su un palcoscenico di grande prestigio.

Commenta per primo

Lascia un commento