Rimini che monte! C'è anche Cesar Jimenez

Il mancino venezuelano, in Major fino a qualche mese fa con i Brewers, arriva a formare una coppia d'assi in pedana con il confermato Candelario. E sul fronte italiano possibile l'ingaggio di Carlos Teran.

Colpo da maestro. E' quello che il "Pres" Rino Zangheri ha perfezionato ingaggiando Cesar Enrique Jimenez, 31enne pitcher mancino di Cumana (Sucre – Venezuela) che sbarcherà a Rimini direttamente dalla Major League dove fino a pochi mesi fa indossava la casacca dei Milwaukee Brewers dopo essere stato tagliato dai Philadelphia Phillies in agosto. Con Jimenez, il monte dei Pirati campioni d'Italia diventa davvero a 5 stelle, considerata la conferma dell'Mvp Alexis Candelario, l'affidabilità di Josè Escalona e la probabile conferma di Leslie Nacar, questo per quanto riguarda le due partite riservate ai pitcher stranieri o non Asi senza contare che sembra possibile anche l'ingaggio di Carlos Teran (fino all'anno scorso in forza alla T&A San Marino) in qualità di Asi.

Una scelta plausibile quella della società neroarancione, che persa la potenza di Peppe Mazzanti nel box di battuta, sta allestendo un mound in grado di tenere la squadra in partita sempre e comunque. Il curriculum di Jimenez parla chiaro. Sei le stagioni in Mlb (97 partite) con le franchigie dei Seattle Mariners, Philadelphia Phillies e Milwaukee Brewers lanciando complessivamente 104.1 riprese per una media pgl di 4.05 con 80 strike-out messi a segno (2v-3p).

La sua carriera professionistica ha inizio nel 2002 dove viene firmato dai Mariners in Rookie League per poi scalare tutti i livelli delle Minors arrivando nel 2006 a soli 21 anni a calcare per la prima volta i diamanti della Grande Lega con 4 apparizioni (1 da partente) per 7.1 inning lanciati. L'anno seguente si disimpegnerà tra la squadra di Rookie League e quella di AAA dei Tacoma. Nel 2008 il pitcher venezuelano comincia la stagione sempre in AAA dove ottiene buone cifre, in 29 gare (tutte da rilievo) ha lanciato 38 riprese mettendo a segno ben 47 strike-out per un Era di 3.55 (1v 3p) concedendo appena 8 basi ball. Queste buone prestazioni gli valgono la richiamata in prima squadra dove concluderà la stagione giocando 31 partite (2 da starter). Nelle due annate seguenti, Jimenez si disimpegnerà nelle Minors sempre della franchigia di Seattle con poche presenze. La stagione del rilancio per il neo pirata è il 2011, inizia da Tacoma (AAA) per concludersi in Mlb con 8 gare all'attivo (1v 0p 6.2ip). Dopo aver avuto una stagione sottotono nel 2012, il mancino di Cumana cambia per la prima volta organizzazione venendo ingaggiato dai Phillies. Qui parte da Lehigh Valley (AAA) ha subito un ottimo impatto lanciando 66.1 riprese (36 apparizioni con 3 partenze) totalizzando 64 k per un media Pgl di 3.12 (4v 2p più 3 salvezze). L'ex Mariners viene chiamato in Lega Maggiore dove giocherà 19 volte coi Phillies (1v 1v Pgl di 3.71 ). Il campionato seguente (2014) stesso copione, in AAA ha un alto rendimento sul monte dove viene impiegato per 38 gare lanciando ben 49.2 inning con 46 strike-out tre salvezze per un Era totale di 1.45 (3v 2p). Nel finale di campionato con la divisa dei Phillies si mette in mostra consacrando l'eccellente stagione ottenendo un media Pgl di 1.69 in 16 presenze (16ip).

Quest'anno il neo acquisto riminese ha cominciato la stagione sempre in AAA dove è stato utilizzato per 41 volte (una partenza) lanciando 57.1 inning con 40 k e appena 18 basi ball concesse più 3 salvezze (3v 5p Pgl 3.61). Questi numeri gli permettono di essere richiamato in Grande Lega dove salirà sulla collinetta solo tre volte (3.1ip). Dopo esser stato tagliato dai Phillies il 21 Agosto scorso, due giorni dopo viene firmato dai Milwaukee Brewers. Qui, con la sua nuova squadra Jimenez terminerà il campionato e la sua esperienza in Major League lanciando 19.2 riprese confezionando 21 strike-out e concedendo solo 8 basi ball per una media Pgl di 3.66.
Attualmente il fuoriclasse venezuelano è impegnato nella Liga Invernale Venezuelana (LVBP) con la casacca dei Cardenales de Lara (11esima stagione consecutiva).

Cristiano Cerbara
Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento