Alfonso Gualtieri non andrà con il Baseball City in IBL

Dopo le dimissioni da DS del Città di Nettuno, si mette in disparte, per lavorare per il baseball a Nettuno e basta. Le divergenze di vedute con Fortini già nel corso della stagione

Alfonso Gualtieri da qualche giorno è l' 'ex' direttore sportivo della Città di Nettuno. Come mai?
"Le mie dimissioni vengono da lontano. Problemi relativi alla conduzione della società, al modo in cui si operava, c'erano già stati durante la stagione. C'erano state delle incomprensioni. Il presidente Fortini non è un uomo di baseball, non conosce questo mondo, va avanti per la sua strada. E basta. Finita l'attività, ho fatto le mie riflessioni, e mi sono detto che non poteva esserci un altro anno così".
Adesso?
"Voglio continuare a lavorare per una squadra 'Nettuno'. Unire le forze, a questo punto, non è possibile. Ma provare a farlo provando a riunire di nuovo tutti i tifosi di Nettuno sotto una sola bandiera, far tornare la voglia, calma, tranquillità, la fiducia nell'ambiente, sì. E' un progetto a lunga scadenza, perché, secondo me, ci vorranno almeno quattro anni, per il momento però come semplice presidente dei Lions".
Non quindi con il Baseball City?
"I dirigenti del City, gente tutta nuova – non Nettuno, non Nettuno2, non Lions, gente che ha collaborato col Nettuno alle attività promozionali – con la squadra che prenderà il posto del Nettuno2 in IBL, vorrebbero che andassi con loro, ma per ora voglio starmene un po' in disparte. Magari darò loro qualche consiglio se me lo chiederanno.".
E i giocatori di proprietà Lions che erano con te nella Città di Nettuno?
"Come ho già detto, sono liberi di scegliersi dove andare. Ovviamente sarei contento se rimanessero a Nettuno".
Anche Città di Nettuno eventualmente?
"Loro sono stati sempre molto, molto, vicini a me. E credo che, in questa situazione, direbbero loro di no".
Retrosi, Caradonna, i due Sellaroli: i primi due qualcuno lì dà già per accasati al City.
"Non c'è ancora niente di definito: vedremo quando torneranno dal Premier 12. Quanto ai Sellaroli non lo so, ma solo il seconda base, Andrea, è un tesserato del Lions in verità".

Informazioni su Mino Prati 844 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.