Crocetta: Dieci volte scudettata!

Campione d'Italia nelle categorie "Allievi" e "Cadetti". Un risultato storico per la società parmigiana che raggiunge il traguardo dei dieci titoli italiani. Mntre il Parma baseball…

Mentre la prima squadra cittadina arranca e, al momento, non è dato sapere se e come affronterà il prossimo campionato di IBL, nonostante le rassicurazioni del suon presidente, sono le squadre giovanili a tenere alto il nome della città di Parma in campo nazionale. Cinque squadre finaliste in tre categorie giovanili, due, splendidi, titoli italiani, nelle categorie Allievi e Cadetti, conquistati dalla Crocetta, che porta a dieci il totale della sua bacheca. Quella della società guidata dal presidente Ferrarini è un'impresa destinata a restare negli annali del baseball ducale. Nell'era "moderna", tra le società del territorio, ci era infatti riuscito solo lo Junior Parma, che nel 2003 aveva realizzato la doppietta con i titoli italiani Cadetti e Primavera. Gli "Allievi" hanno addirittura superato le più rosee aspettative della vigilia del campionato. Un percorso netto il loro nella fase nazionale. Tre vittorie nei quarti di finale a Vercelli, con tanto di suspence nella sfida con i padroni di casa, vinta 16-15, partendo da uno svantaggio di 5-0 al primo inning, due vittorie nel concentramento di semifinale a Santa Barbara, visto che lo scontro diretto con i cugini dell'Oltretorrente non si è giocato in quanto entrambe le squadre erano già finaliste. Dulcis in fundo, la passerella trionfale nelle finali di Casteldebole, con tre vittorie indiscutibili, nonostante la sofferenza nello scontro con il San Martino Junior, vinto di misura (3-2). Superati di slancio Oltretorrente (10-2) e Cervignano (10-3). Un'escalation travolgente quella della squadra guidata da Giuliano Vecchi, che infatti il giorno dopo a "Gazzetta di Parma" ha affermato: "Avevo grande fiducia nel gruppo, ma non mi sarei mai aspettato di vincere il titolo perdendo una sola partita in tutto l'anno". Una bella storia quella di Vecchi, che ha assunto la guida della squadra a stagione iniziata, dopo l'abbandono di Massimo Melassi "Il primo a chiamarmi per farmi i complimenti". Era la sua prima esperienza da manager e ha sfruttato a pieno l'occasione. E' riuscito nell'intento grazie ad "uno splendido gruppo di amici, dentro e fuori dal campo."
Questo titolo è stato bissato un paio d'ore dopo da quello dei "fratelli" più grandi dei cadetti, guidati da Giuseppe Begani, il manager, coadiuvato dai coach Giacomo Bertoni, Aldo Sassi, Danilo Gradali e Maurizio Rossi. Un titolo arrivato con un po' di suspence in più, in quanto, dopo aver vinto le prime due partite nettamente contro Fortitudo e Nettuno, i leoncini hanno chiuso la final four con una sconfitta per 8-7 nella terza partita contro Ronchi dei Legionari. Ma è bastato per laurearsi campioni d'Italia grazie al minor numero di punti subiti (12) rispetto a Nettuno (18) e Ronchi (21).
Con questi due titoli salgono a 10 gli scudetti della società di San Pancrazio, una cifra ragguardevole che poche altre realtà in Italia possono vantare. Al netto delle varie franchigie, a Parma ci sono società che lavorano bene con i giovani, aumentano la base di tesserati e vincono pure. Perché poi questi giovani in prima squadra non ci arrivino o non vogliono andare e perché lo stadio "Cavalli" è sempre semi-vuoto, è un mistero al quale solo poche persone potrebbero dare una risposta. Ma non la daranno mai…

Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.