Finalmente riaperte le porte del Borghese

Con un provvedimento di agibilità provvisoria il comune di Nettuno permette alle due squadre della città di allenarsi al Borghese fino al 19 settembre

Riapre le porte lo Steno Borghese di Nettuno anche se solo per gli allenamenti di Nettuno2 e Città di Nettuno. La notizia, riportata dal giornale locale online www.ilclandestinogiornale.it, rappresenta un passo importante, anche se arriva nel mese di agosto a stagioni quasi finita, che sblocca una situazione per troppo tempo in stallo. Il provvedimento, firmato dal dirigente comunale Rita Dello Cicchi, divide equamente i giorni di allenamento per le due società che potranno usufruire dell'impianto comunale a giorni alterni dal lunedì al sabato dalle 15 al tramonto grazie all'agibilità provvisoria di tre della struttura, limitata al campo da gioco, agli spogliatoi, ai servizi igienici e all'infermieria. Un provvedimento che decreta la "parità" di diritto all'utilizzo del campo per le due squadre di Nettuno. Una decisione che va contro la linea intrapresa da Piero Fortini che da sempre sostiene che l'unica società ad avere diritto al Borghese è il Città di Nettuno.
Questa concessione provvisoria scadrà il 19 settembre. Per questa agibilità temporanea, inoltre, è stata anche periziata la struttura con il conteggio dei costi d'intervento che non sono stati resi noti perché saranno parte integrante del bando di gara che verrà redatto per assegnare la nuova concessione.
"Entrambe le società – si legge nell provvedimento – dovranno avere cura dell' innaffiamento del campo e del taglio dell'erba con personale e macchinari idonei nonché alla pulizia dello spazio concesso. Rispettare la destinazione d'uso della struttura. Usare in modo conforme l'impianto elettrico nei locali spogliatoi, infermieri e servizi. La società Nettuno2 dovrà provvedere alla sanificazione dei locali che ospitano infermieria e servizi igienici, mentre il Città di Nettuno dovrà provvedere al rispetto delle ulteriori prescrizioni indicate dall'Ufficio Tecnico Comunale e della Asl Rm-H".

Informazioni su Davide Bartolotta 213 Articoli
Nato ad Anzio (Roma) il 9 aprile 1988, ha sempre vissuto nella vicina Nettuno. A 6 anni ha cominciato a giocare a calcio, ma essendo della “città del baseball” non poteva che appassionarsi a questo sport. E' iscritto all'ordine dei giornalisti nell'albo dei pubblicisti. Da spettatore ha seguito il baseball fino al giugno del 2008, quando ha iniziato una collaborazione con “Il Granchio”, settimanale d’informazione di Anzio e Nettuno, di cui è diventato dal 2010 redattore e redattore web, che gli ha permesso di vivere questo sport da un altro punto di vista. Nel primo anno di attività giornalistica ha avuto modo di seguire diversi eventi internazionali tra cui le Final Four dell’European Cup a Barcellona (settembre), oltre che a coprire regolarmente la serie A2 ed in particolare le gare del Nettuno2. La sua più grande aspirazione è quella di contribuire, anche se in una minima parte, a far crescere in Italia la considerazione per questo sport, e magari un giorno poterlo raccontare collaborando con testate nazionali. Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università "La Sapienza" di Roma. Nelle stagioni 2011 e 2012 ha svolto il ruolo di addetto stampa per la Danesi Nettuno Bc. E' giornalista presso il gruppo editoriale DComunication dove ricopre il ruolo di redattore web per il quotidiano online di Anzio e Nettuno www.ilclandestinogiornale.it e cura la parte giornalistica dell'emittente televisiva regionale (Lazio) YoungTv dove cura una rubrica sportiva. Dall'agosto 2015 collabora con l'Agenzia di Stampa InfoPress realizzando servizi e contributi per Il Corriere dello Sport seguendo lo sport locale e le squadre in trasferta all'Olimpico di Roma per le partite del campionato di serie A di calcio. Gli piace la musica rock e adora guardare film... è arrivato ad un picco massimo di cinque in una giornata.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.