La T&A rompe la serie dell'UnipolSai

Dopo 19 vittorie i bolognesi perdono di un punto, al primo supplementare, con quattro ball a basi piene di Crepaldi a Mazzuca

Sconfitta in gara-uno, T&A si è giocata il suo secondo lanciatore straniero, Berg, subito nella prima rivincita, ed ha avuto ragione. La serie dell'UnipolSai si è così fermata a 19 vinte, e intanto il San Marino è andato sull' uno a uno. E a dire se è vero che poi oggi, di nuovo a Bologna, parte da sfavorita dovrà essere il campo a dirlo.
Certo è che Berg ha fatto tutta un'altra partita rispetto a quella col Rimini. Quattro valide, otto strikeout, nessuna base, un punto subito guadagnato, in sei riprese e un terzo. De Santis – con Nanni che ha scelto di andare per la sua di strada quanto a lanciatori (forse anche per il turno di riposo dato a Guillermo Rodriguez per "problemi" muscolari alla fine della partita di giovedì) – se l'è giocata (sei eliminazioni al piatto per lui) da pari a pari. Così come dopo hanno fatto Panerati e Teran. Poi Cubillan e Federico Crepaldi hanno fatto il risultato.
In assoluto equilibrio si è arrivati all'ultima metà del nono, anche se con i bolognesi in vantaggio per 2 a 1. Un margine minimo, ma fin lì legittimato da due valide in più. Anche se con qualcosa come 12 strikeout incassati fino a quel punto (14 alla fine). Se un errore di Pulzetti è stato quello che all'8° aveva dato alla Fortitudo il 2 a 1, il terzo della serata commesso da Infante è stato quello che ha rimesso in gioco la squadra di Bindi. La quarta valida di squadra, di Ermini, ha consentito infatti ai padroni di casa di arrivare al 2 a 2, negli inning regolamentari. Poi il cambio, forse anticipato, di Panerati con Filippo Crepaldi è risultato fatale agli ospiti. Incassato il pareggio, e dopo che l'UnipolSai non aveva visto punti da una smorzata valida di Infante e un singolo di Vaglio, il "closer" fortitudino ha concesso una valida al lead off Albanese, poi portato in seconda da un bunt di Pulzetti. Intenzionale a Duran. Battuta in scelta difesa di Santora. Ancora intenzionale, questa volta a Vasquez. Ma a basi piene i quattro ball a Mazzucca, questa volta non per scelta, sono valsi il 3 a 2 decisivo.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 819 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.