I Campioni d'Italia contro la capolista Padova

L'UnipolSai Fortitudo inizia il girone di ritorno contro il Tommasin, attualmente in vetta all'IBL 2015. Gara1 a Padova e gara2 a Bologna. Rientrato Cadoni quasi certo anche Panerati

Luca Panerati con la casacca dell'UnipolSai Bologna

L'ottavo turno del campionato IBL 2015 è anche il primo del girone di ritorno e ripropone la sfida fra i campioni d'Italia della UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna, terza in classifica, che affronta il Tommasin Padova, che guida la graduatoria con una lunghezza di vantaggio sui petroniani in compagnia del Rimini. Questa volta si inizia a Padova, stadio Plebiscito, venerdì sera e si conclude con gara2 allo stadio Gianni Falchi di Bologna, sabato 16. In entrambi i casi con l'orario di inizio confermato per le 20.30.
Si è chiuso il girone d'andata con i biancoblu che hanno sempre vinto almeno un incontro ogni weekend, chiudendo con un "ranking" di 9 vinte e 5 perse, due sconfitte in meno rispetto alla squadra che attualmente è la prima esclusa dalla seconda fase, il Città di Nettuno. Un bilancio, seppur provvisorio, certamente positivo, anche se forse si poteva fare qualcosina di più. Abbiamo chiesto il parere sulla questione a manager Marco Nanni, prima di affrontare i temi che riguardano la sfida alle porte: "… si poteva fare meglio, abbiamo lasciato qualche partita per strada, ne siamo tutti consapevoli anche se ci sono delle attenuanti, tuttavia sono sicuro della qualità della squadra e rimango fiducioso per il proseguimento della stagione. Si è pensato quest'anno di entrare gradualmente in forma, certo non posso essere contento quando capita di perdere, ma sono sereno rispetto a come stiamo procedendo".
Il secondo argomento riguarda gli infortunati, in particolare per quanto riguarda i lanciatori, reparto un po' "tartassato" in questa fase della stagione. Buone le notizie che riporta il manager, perché si può dire che la situazione che riguarda Pietro Paolo Cadoni è completamente rientrata e il ragazzo si è allenato regolarmente. Anche Luca Panerati è ormai, citando il manager felsineo, "in dirittura d'arrivo", dunque sulla via della completa guarigione e questo potrebbe essere il weekend del suo rientro.
Infine una riflessione sul Tommasin Padova, che già Nanni aveva a suo tempo definito come la principale outsider e la squadra candidata a dare il filo da torcere alle tre favorite del pronostico, oltre che per una posizione playoff: "… ovviamente confermo ciò che dissi già a suo tempo, anzi forse sono andati anche un pelo oltre alle attese, ma non più di tanto, perché non è facile affrontare in una partita tre lanciatori stranieri e di qualità, inoltre sono una squadra aggressiva, che cerca costantemente di costruire i punti, di vincere le partite e spesso ci stanno riuscendo. Per quanto ci riguarda, noi faremo di tutto per vincere la partita di venerdì, per avere una importante iniezione di fiducia e di morale che ci servirà per gara2".
La squadra allenata da Khelyn Smith, considerata appunto, prima dell'inizio della stagione una possibile outsider con mire per il quarto posto, ha rispettato le attese, sin dal primo weekend IBL, quando vinse l'opening game proprio qua a Bologna, per poi perdere nettamente in casa. La marcia dei patavini è proseguita la settimana successiva, ottenendo una clamorosa doppietta contro il Rimini, con la quale squadra ha poi condiviso il primato del girone d'andata. Un girone condotto sempre ai primi posti della classifica, con un percorso quasi netto dopo la sconfitta contro la Fortitudo, salvo una striscia di tre sconfitte consecutive, aperta da una gara persa contro il Nettuno e chiusa da un doppio stop inatteso contro il Parma, che a dire il vero ha aperto qualche dubbio sulla reale consistenza del Padova. La settimana successiva i veneti hanno risposto ottenendo una altra clamorosa "doppietta" contro il San Marino, chiudendo poi il girone d'andata con un altro bis contro il Nettuno2. C'è sicuramente del carattere nei successi del Tommasin, molte delle loro partite sono caratterizzate da punteggi alti, soprattutto quando lanciano gli italiani. E' curioso che a guidare la classifica ci sia la squadra che, assieme al Parma, ha totalizzato finora il numero più alto di errori (21 sembrano un'enormità al confronto della miglior difesa del campionato, quella della Fortitudo, che ne ha commessi appena 8). Anche in attacco i veneti non brillano, occupando il sesto posto come media battuta (.223), anche se dopo UnipolSai e T&A sono la terza squadra che segna di più. In compenso, i lanciatori del Padova occupano il secondo posto come media PGL (2.36), duellando con Rimini, Godo e Bologna, anche se i punti subiti sono maggiori rispetto a queste tre squadre e qua entrano in gioco di nuovo gli errori difensivi. Quel che conta è che il Padova si presenta con elementi pericolosi in attacco, come (in ordine di media battuta) Alvarez (.333), Epifano (.256), Nosti (.233), Sartori (.217, 12 RBI, si ricorda il "grande slam" contro Fleming) e Sciacca (.217, 5 RBI). Più indietro altri battitori molto attesi come l'ex biancoblu Malengo, Martone, Chapelli e Medoro. Fra i rincalzi, bene Sguassero (.313), Pacini (.292) e Sandalo (.238), insomma un lineup che può riservare sorprese in ogni momento. Sul monte di lancio, la scelta dei tre stranieri al momento ha sorriso ai veneti, infatti il partente Carlos Quevedo ha sin qua 4 vinte, una persa e una media PGL di 1.02 in 44 riprese, cifre che lo collocano in cima ai "partenti" del campionato IBL 2015. Notevole è anche l'apporto del setup Gonzales (2-0, 1.50) e del closer Calero (1.12, 3 salvezze). Per quanto riguarda gli italiani, stanno facendo bene sia il partente Enrico Crepaldi (2-1, 3.89), che i rilievi Faccini (1-1, 1.59) e Meschini (1-1, 3.12), mentre un più in difficoltà e meno utilizzato Bazzarini chiude un pitching staff di sette elementi.
Torna alla "normalità" anche il servizio delle radiocronache, come sempre irradiate da RADIO INTERNATIONAL BOLOGNA 89.8, alle frequenze di 89.8 MhZ per la città di Bologna, oppure in streaming sul web.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.