La Fortitudo a Roma in cerca dell’equilibrio

Si gioca nell'insolito teatro dell'Acquacetosa. Nanni: "Sarà strano non giocare al Borghese, campo dove abbiamo lasciato le nostre emozioni, positive e negative. Dobbiamo stare attenti, soprattutto a trovare i nostri equilibri"

Con il settimo weekend, si conclude il girone d'andata della regular season del campionato IBL 2015 con la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna impegnata in una lunga e inedita trasferta, anche se l'avversario è il più classico, il Città di Nettuno, insomma una sfida storica del massimo campionato italiano di baseball, che però in questa occasione vede il proprio teatro nella "città eterna".
Fra le curiosità, anche la contemporaneità, a poche centinaia di metri, con un evento importante come gli Internazionali di Tennis, che si disputano al Foro Italico dal 7 al 17 maggio, mentre sarà la prima volta quest'anno che il Gianni Falchi non vedrà nel weekend alcun incontro di baseball.
Il Nettuno, che in questo momento ha tre vittorie in meno della Effe ma una gara da recuperare contro il Godo, è anche quest'anno un "cliente" decisamente "ostico", pur partendo "di rincorsa" e con il ruolo di outsider, con l'obiettivo di competere per raggiungere almeno il quarto posto, al fine di disputare la seconda fase del torneo. E' proprio Marco Nanni a sottolinearlo: "… ribadisco ciò che ho affermato durante l'inverno, cioè che il Nettuno e il Padova sono le maggiori candidate a dare filo da torcere alle tre squadre che hanno i favori del pronostico e sono sicuramente delle squadre da playoff. Con l'arrivo di De Biase i laziali si sono ulteriormente rafforzati. Fino ad ora hanno avuto un ottimo apporto da monte di lancio e difesa, riuscendo sempre a rimanere in partita, per poi trovare la vittoria grazie alle giocate dei loro fuoriclasse …". In un'occasione proprio un ex biancoblu, Andrea D'Amico, ha risolto il match con un walkoff homerun: "… certo, Andrea è uno di questi – conferma il manager bolognese – sta giocando bene, sta facendo un buon lavoro, sia in attacco che in difesa e lo stesso Nettuno ha sottolineato durante l'inverno l'importanza dell'innesto di questo giocatore, che ovviamente noi conosciamo bene, mentre non conosciamo gli altri fuoriclasse, come Maldonado, Ferrini, Estrada; inoltre vanno inseriti i questa lista anche i giovani nettunesi, anche se ormai tanto giovani più non sono, come Caradonna e Retrosi".
Ma come arriva la Fortitudo a questa importante sfida? "… siamo in partenza stranamente per Roma. Stranamente non arriveremo alla solita meta di Nettuno, un campo dove abbiamo lasciato le nostre emozioni, sia quelle positive che quelle negative. Speriamo di tornare a giocare presto in quella città, dalle grandi tradizioni per quanto riguarda il baseball. Partiamo per Roma fisicamente a posto perché gli infortunati sono sulla via del completo recupero, anche se non sappiamo ancora se potremo utilizzarli. Per quanto riguarda l'aspetto morale, non è stato bello perdere a Godo. Quando abbiamo ripreso gli allenamenti a inizio settimana non eravamo indubbiamente di buon umore, per questa sconfitta dovuta certo al loro merito, ma nella quale ci abbiamo messo del nostro, anche se può succedere. Il campionato si sta confermando di grande equilibrio, anche se ormai è passato un intero girone, le cose non sono ancora ben chiare e definite, per quanto ci riguarda, noi non abbiamo ancora raggiunto il nostro equilibrio. Abbiamo iniziato con qualche difficoltà sul monte e bene in battuta, ora sembra che la situazione si sia ribaltata. Insomma mi auspico delle vittorie in questo weekend e soprattutto un'attenzione a trovare i nostri equilibri".
La novità principale della prima squadra di Nettuno riguarda l'assetto societario, che ha visto un "passaggio di consegne" durante la stagione 2014, con la prestigiosa società laziale (fondata nel 1945, con 17 scudetti, 6 coppe dei campioni, 4 coppe Italia e 3 coppe ceb è la più vincente delle squadre italiane) acquisita da Pietro Fortini. Con Guglielmo Trinci nel ruolo di manager, si è cercato di costruire una squadra fondata sul rinnovamento e sul ringiovanimento, cercando anche di riportare a Nettuno alcuni giocatori costretti nelle stagioni precedenti a cercar fortuna altrove. Fra questi spiccano l'interno Renato Imperiali (dal Parma) e il ricevitore Carlos Patrone, rientrato in attività per sposare il progetto, ai quali si sono aggiunti Andrea e Giuseppe Sellaroli, provenienti dal Nettuno2, e il lanciatore Mauro Salciccia, dal Padule. Ma in questo nuovo Nettuno c'è anche un po' di gioventù Fortitudo, a partire dal terza base Andrea D'Amico (122 presenze in cinque stagioni sotto le due torri), fino al lanciatore Davide Anselmi (una sola gara a referto in biancoblu, già una vittoria all'attivo con il Nettuno), rilasciato dai Cincinnati Reds. L'ossatura della squadra è costituita da nettunesi doc come Paoletti, Ennio Retrosi (media battuta .354), Caradonna, il lanciatore Costantini e stranieri o non asi di qualità, come Josè Ferrini, interno italo venezuelano, .382 in battuta, primo IBL, arrivato dal Piacenza insieme all'esterno Davide Murari, il ricevitore Carlos Maldonado (3 fuoricampo, 11 RBI), i lanciatori Paul Estrada (1 vinta, 1 persa, MPGL 1.98) e Jhonny Montoya (2-2, 1.40), una delle migliori "coppie" della IBL 2015, dovendo però rinunciare per la stagione all'unico straniero confermato, l'interbase Luis Nunez, vittima di un grave infortunio, Sono anche rientrati in attività e "arruolati" dai nettunesi il lanciatore ex biancoblu Alessandro Ularetti e lo slugger italo argentino Max De Biase, che ha esordito lo scorso weekend nel "derby cittadino". Insomma, un gruppo da rispettare assolutamente.
Il quadro della giornata si completa con tre sfide che sulla carta sono favorevoli alle "concorrenti" della squadra biancoblu, con il Rimini impegnato nel derby di Romagna contro il Godo, il Padova che ospita il Nettuno2 e il San Marino impegnato nel duello con il Parma, che tuttavia storicamente è un avversario più che ostico per i titani.
Da confermare invece le radiocronache delle due partite sulle frequenze di RADIO INTERNATIONAL BOLOGNA 89.8, si sta cercando infatti di risolvere i problemi tecnici sull'impianto romano e ad ora non è data conferma che si potranno svolgere in diretta.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.