La Fortitudo soffre ma vince coi Knights

L'UnipolSai festeggia il primo maggio imponendosi per 5-0 nel match d'apertura contro Godo. Gara equilibrata per cinque riprese, risolto da Grimaudo al 6° e 7° (triplo). Quarto successo per Fleming

Con il risultato di 5-0 la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna ha battuto il Godo in gara1 del sesto e penultimo turno del girone d'andata del campionato IBL 2015. La partita, come previsto, ha visto un bel duello di lanciatori ed è stata risolta dai padroni di casa nella seconda parte dell'incontro.
Marquis Fleming, al suo quarto sigillo stagionale, non ha invero mai sofferto contro le sterili mazze dei goti, chiudendo senza problemi una gara durata per lui sei riprese, nelle quali ha concesso agli ospiti appena due valide e altrettanti "passaggi gratuiti".
La difesa bolognese è riuscita anche a ottenere due doppi giochi nonostante le rarissime presenze sulle basi dei corridori ravennati. Dall'altra parte un ottimo Uviedo ha sicuramente permesso qualcosa di più ai padroni di casa (7 valide e 2 bai ball), ma è stato soprattutto penalizzato dai troppi errori commessi dalla difesa dei Knights, 4 a fine match, pagando fra il sesto e il settimo inning anche la stanchezza. Quando i bolognesi hanno messo in fila due valide al secondo inning (unica vera occasione costruita da ambo le parti nella prima metà dell'incontro), il partente ex Padova ha risposto alla grande, ma nulla ha potuto successivamente, quando l'attacco felsineo ha aumentato la pressione, dovendo poi letteralmente "capitolare" sul triplo di Alessandro Grimaudo (2 su 3, 2 RBI) al settimo inning, che ha chiuso definitivamente i giochi. Dalle parti della "collinetta", sin troppo facile il lavoro di Marinez (1 ripresa) e Rivero (2 riprese, 3 K) per completare la shutout.
Al secondo inning la Fortitudo costruiva la prima occasione per sbloccare il punteggio, quando Sambucci e Vaglio mettevano in fila due valide, trovandosi entrambi in posizione punto, complice un errore difensivo nell'azione della battuta di Vaglio.
Uviedo risolveva "mettendo a sedere" sia Rodriguez che Russo. I biancoblu rimandavano di alcune riprese l'appuntamento. Al sesto inning, apriva Grimaudo con una valida sull'interbase, che sbagliava anche il tentativo di assistere in prima, permettendo al corridore di arrivare in seconda. Sul bunt di Infante, Grimaudo correva in terza, ma la difesa giocava su di lui e lo eliminava. L'attacco proseguiva con Infante salvo in prima e Ambrosino a battere un importante singolo al centro. Con prima e seconda occupate, i corridori effettuavano una doppia rubata. Toccava a Suarez, la sua battuta in diamante, in scelta difesa, mandava a punto Infante e lo stesso Ambrosino poteva segnare nella stessa azione, sfruttando un errore degli ospiti.
Al settimo inning, i biancoblu mettevano al sicuro il risultato, punendo la stanchezza di Uviedo. Un triplo di Grimaudo in mezzo agli esterni mandava a segno Vaglio (singolo) e Russo (base ball), punteggio arrotondato dalla volata di sacrificio di Infante.

IL TABELLINO DI BASEBALL.IT

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.