Ray Olmedo è il nuovo interbase dei Pirati

Ben sei stagioni in Major League con Reds, Blue Jays e White Sox ed oltre 1500 partite nelle Minors (di cui un migliaio in triplo A) per il 33enne shortstop venezuelano. Appena conclusa la Winter League con Aguilas de Zulia

E' Rainer "Ray" Gustavo Olmedo il nuovo interbase dei Pirati. Il 33enne venezuelano è stato scelto dalla dirigenza neroarancione per la grande esperienza e affidabilità difensiva, basta pensare alle 218 partite  collezionate in MLB (6 stagioni complessive) con le casacche di  Cincinnati Reds (dal 2003 al 2006), Toronto Blue Jays (2007) e Chicago White Sox (2012).

Nato a Maracay, il 31 Maggio 1981, il neo Pirata è alto 180 centimetri e pesa 75 kilogrammi, switch hitter ha giocato nella sua carriera praticamente in tutti i ruoli difensivi (tranne ricevitore). La sua avventura ha inizio nell'organizzazione dei Cincinnati Reds dove dal 1999 al 2003 arriva fino in Triplo A con Louisville (9 apparizioni), per poi debuttare ad appena 22 anni in Major League coi Reds (79 gare). Nelle tre annate successive, l'interbase neroarancio ha sempre cominciato la prima parte di stagione in Triplo A, per poi essere chiamato dalla prima squadra per un totale di 92 presenze (2 homer colpiti). Nel 2007 cambia per la prima volta franchigia firmando per i Blue Jays. Il neo pirata inizia la nuova avventura a Syracuse (AAA) giocando 97 gare, impreziosite da 12 doppi un triplo e un fuoricampo per una media battuta di .290 (obp .345). Queste ottime cifre gli valgono l'ennesima chiamata in Grande Lega dove ha disputato 27 partite con la formazione canadese. Nelle successive quattro annate, l'interno venezuelano verrà firmato da quattro franchigie diverse in altrettante stagioni che lo vedranno impegnato sempre in Triplo A con le squadre di Columbus, Durham, Nashville e ancora Durham. Arriviamo al 2012 dove Olmedo viene scelto dai Chicago White Sox. Qui, comincerà la stagione a Charlotte (AAA) battendo 15 doppi e un triplo conditi da 19 Rbi per un average di .273 (in 80 apparizioni). Nel finale di stagione il neo pirata disputerà le sue ultime 20 partite in carriera di MLB con l'uniforme dei White Sox (.244 di media battuta). Nel 2013 viene ingaggiato dall'organizzazione dei Twins dove passerà l'intera annata tra le fila dei Rochester (AAA) insieme all'azzurro Chris Colabello giocando ben 105 gare (.234). Nella stagione appena passata, il neo acquisto riminese ha indossato per la terza volta in carriera la casacca dei Durham Bulls (AAA dei Tampa Bay Rays) ottenendo buoni numeri, in 104 presenze ha colpito 11 doppi e 3 tripli impreziositi da 25 Rbi per una media battuta totale di .224 (obp .279).

In America, il nuovo interbase dei Pirati ha disputato nelle Minors ben 1527 partite, di cui 1052 in Triplo A (12 stagioni) dove è stato impiegato da interbase per 551 volte dimostrando di avere un grande guanto visto che ha avuto una media difensiva di .960.

Attualmente, Ray Olmedo ha appena terminato la stagione invernale (14esima in totale) nella Liga Venezuelana dove ha militato nella formazione degli Aguilas de Zulia. Con le Aquile di Maracaibo, dove è presente nello staff tecnico il nuovo manager dei Pirati Munoz, ha disputato in regular season 12 partite (.317 di average), mentre nel round robin di semifinale ha giocato 6 gare.

Si tratta senza dubbio di un grande colpo di mercato messo a segno dalla dirigenza neroarancio che va certamente a rinforzare in qualità ed esperienza il diamante riminese che sarà formato dal prima base Spinelli, dal seconda base Babini e dal terza base Mazzanti che ha fortemente voluto restare a Rimini per il secondo anno consecutivo.

Cristiano Cerbara
Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento