Angel Service Nettuno 2, Casolari preparatore atletico

Ex giocatore di Nettuno, Anzio e Grosseto con tre Olimpiadi alle spalle, oggi è un body builder affermato tanto da aver vinto quattro titoli mondiali di culturismo. Inizio il 10 gennaio

Sarà Franco Casolari, ex del Nettuno degli anni '90 e 2000, il nuovo innesto nello staff tecnico di Alberto D'Auria per l'Angel Service Nettuno 2. Tre olimpiadi alle spalle come giocatore (Atlanta, Sidney e Atene) così come D'Auria, ricoprirà il ruolo di preparatore atletico per la prima fase di lavoro della formazione tirrenica, che inizierà il 10 gennaio. Ed in seguito sarà coinvolto anche in campo ed a seguito della squadra.

Sarà un piacere entrare a far parte dello staff di questa squadra, e soprattutto tornare a lavorare con Alberto D'Auria con il quale ho avuto delle grandi esperienze da giocatore”, ha detto Casolari, reduce proprio di recente dal quarto alloro mondiale ottenuto nel body building. Specialità che ha sempre praticato anche quando giocava a baseball, e alla quale si è dedicato anima e corpo dopo il ritiro dai campi di gioco. Tanto da ottenere tre vittorie mondiali da singolo e uno in coppia con Arianna Brini, un'altra culturista del litorale laziale. Inoltre gestisce la palestra Spazio Fitness a Lavinio Stazione, dove la squadra avrà accesso per gli allenamenti di potenziamento.

In mente sin da adesso ho un tipo di lavoro da far svolgere ai giocatori, ma sicuramente dopo la prima seduta del 10 gennaio avrò anche le idee più chiare. Il mondo dello sport si è evoluto molto negli ultimi 10-15 anni, l'alimentazione è parte fondamentale della prestazione anche in uno fortemente tecnico come il baseball. Personalmente, e come body builder non potrebbe essere altrimenti, faccio sempre moltissima attenzione a quello che mangio ed il riscontro ce l'ho poi sui campi di gara. Seppur con esigenze diverse, cercherò di inculcare nei giocatori il giusto approccio al cibo e alla forma fisica”.

Mauro Cugola
Informazioni su Mauro Cugola 545 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento