Tre scudetti sono già storia, proseguire sarebbe fantastico

Così Stefano Ercolani, Presidente di Asset Banca nella cui Sala Convegni si è svolta oggi la presentazione ufficiale del S. Marino per la stagione 2014. Mazzotti annuncia arrivo Carlos Teran, lanciatore italo-venezuelano non Asi

Ha preso ufficialmente il via oggi la stagione 2014 del San Marino Baseball. Dirigenti, tecnici e giocatori hanno fatto il punto sul precampionato e hanno presentato nella prestigiosa cornice della Sala Convegni di Asset Banca, a Dogana, le nuove iniziative in programma con l'avvio dell'attività agonistica e le prime gare di Italian Baseball League.
Il saluto introduttivo è stato del presidente del San Marino Baseball, Mauro Fiorini: "Grazie a tutti per essere qui e ad Asset Banca che ci ospita in questa splendida sala. Asset Banca è uno sponsor che ormai consideriamo ‘amico', coi massimi dirigenti di questa banca sempre presenti allo stadio per tifare per noi, anche in occasione dell'ultimo scudetto. Ci presentiamo senza giri di parole con una squadra forte e fatta per vincere. Abbiamo fatto di tutto per mettere a punto un team che tenga alto il nome della Repubblica di San Marino e pensiamo di esserci riusciti. La squadra è più o meno quella dello scorso anno, integrata da alcuni innesti come quelli di Milvio Andreozzi, Valerio Simone, Yovany D'Amico, Junior Guerra e Paul Macaluso. Poi un nuovo tecnico come Carvajal e un nuovo collaboratore dello staff amministrativo come Mirko Toccaceli"
Stefano Ercolani, Presidente di Asset Banca: "Un grande benvenuto qui a tutta la T&A. Io, il direttore generale e anche i nostri dipendenti ci ritroviamo sugli spalti per vedere le partite. Fantastica la cavalcata dell'anno scorso con la rimonta su Rimini. L'abbinamento ci onora e vivere lo scudetto del 2013, dallo 0-2 al 3-2, è stato meraviglioso. T&A San Marino Campione d'Italia, a noi questa frase fa sempre molto piacere. Il baseball non è uno sport di nicchia, ma una disciplina alla quale si avvicinano sempre più appassionati e che sa divertire e appassionare. Per noi sarà sempre importante. Tra l'altro ci regala grande visibilità: bellissime le inquadrature di RaiSport con il nostro cartellone sullo sfondo del piatto di casa base. Un grande ‘In bocca al lupo' a tutti. Tre scudetti consecutivi sono già storia, ma continuare sarebbe fantastico"
Il General Manager, Mauro Mazzotti: "Iniziamo questa stagione con lo stesso spirito delle ultime e con un gruppo che ha fatto la storia. Nonostante tutto, credo che quando ci si abitua a vincere, si ha piacere di continuare a farlo. Non sono d'accordo con chi parla di senso dell'appagamento. Il senso dell'appagamento in chi vince non c'è mai. Noi abbiamo costruito questa squadra anni fa e ci stiamo lavorando anno per anno. Un po' per aspetti tecnici e un po' per questioni di mercato. Purtroppo abbiamo perso uno dei nostri pezzi da novanta come Tiago Da Silva che è andato a giocatore in un campionato di livello più alto. Gli auguriamo tutto il bene possibile per la stagione in Messico con Ciudad del Carmen. E se qualcosa dovesse succedere, il San Marino è la sua casa e potremmo riabbracciarlo"
Qualche cambiamento mirato. "Abbiamo preso ragazzi giovani, due emergenti come Simone e Andreozzi che ci daranno una mano per sostituire Tiago. Abbiamo cambiato l'mvp della finale 2013, Magrane, che per scelta di vita ha deciso di fare l'allenatore. Siamo andati dunque su un giocatore come Guerra dal mercato venezuelano che conosciamo bene e dal quale attingiamo molto ultimamente"
Poi la Coppa dei Campioni. "Difficile creare squadre ogni anno che possano competere su tutti i fronti, anche per la diversità di regolamenti tra le due competizioni. Noi comunque pensiamo che quest'anno possiamo avere delle buone chance di arrivare in fondo, anche se è un terno al lotto perché si gioca tutto in una settimana"
Poi è stata la volta di Max Carlini che ha illustrato alcune interessanti novità. "Fuori dal campo quest'anno abbiamo intrapreso diverse iniziative. Innanzitutto il giornalino del club dedicato in esclusiva il nostro baseball, da portare in tutti i luoghi pubblici della Repubblica e alle partite interne Poi stiamo lavorando su un sistema streaming per poter dare tutte le nostre partite casalinghe in internet. Inoltre il restyling del sito con tutte le novità giornaliere, il pdf del giornale e le news di campo. Infine la campagna abbonamenti. Due modalità: un abbonamento classico per la prima fase a 50 euro e uno gold che comprende tutto il campionato a 80 euro, con in più nel secondo caso un bellissimo gadget come una felpa o una polo. In più l'abbonamento studenti, con ridotto per gli accompagnatori"
Doriano Bindi: "Il campionato quest'anno è diverso per la formula. Sulla carta la prima fase è facile, ma poi le partite bisogna giocarle e vincerle, quindi mai dare nulla per scontato. La seconda fase dovrebbe essere molto interessante, con le quattro migliori squadre a contendersi i posti di prestigio, la finale. Speriamo di essere al massimo della forma per la seconda fase. L'ossatura della nostra squadra è sempre la stessa, i nuovi sono molto bravi. Dobbiamo fare in modo di entrare in forma al momento giusto e fare, magari, quello che abbiamo fatto negli ultimi anni"
Giovanni Pantaleoni: "Dal nostro punto di vista non cambia molto rispetto agli altri anni. Sarà sempre più difficile, perché gli altri si sono stancati di vederci alzare la coppa, vogliono interrompere la nostra striscia. Rimini e Bologna hanno costruito ottime squadre, ma noi dobbiamo solo pensare al primo girone per adesso. Storicamente le formazioni non troppo blasonate ci hanno sempre dato fastidio, quindi bisognerà stare attenti"
Lorenzo Avagnina: "La riforma? Le regole ci sono e vanno rispettate, ora pensiamo a giocare. Tendenzialmente a baseball si dovrebbe giocare di più, anche seguendo l'esempio americano. Noi però siamo in Italia e dobbiamo adattarci a questa realtà: le regole in ogni caso sono uguali per tutti. Ci faremo in quattro per mantenere attiva la striscia, San Marino è una realtà sempre più emergente. La Coppa Campioni? È difficile perché bisogna arrivare prontissimi in quella settimana e non sempre tutti gli ingranaggi girano al momento giusto e nel modo giusto. Sarà difficile ma ce la metteremo tutta"
Questione mercato, Mauro Mazzotti: "Abbiamo preso un lanciatore italo-venezuelano non Asi che ci darà una mano nelle prime due partite, Carlos Teran. Viene da due campionati nelle leghe indipendenti giapponesi. Lo facciamo venire un po' più avanti solamente per non ingolfarci in turnazioni con altri. È un rilievo".

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.