La Fortitudo UnipolSai alza il sipario sulla stagione 2014

Presentato il prossimo campionato IBL e il 23° Blue F Ball, trofeo IDM, memorial Lenzi presso la sede Confcommercio Ascom Bologna. Il Presidente Michelini: "Momento difficile per il baseball italiano, ma il nostro progetto va avanti"

La Fortitudo Baseball si è presentata. Come accade ormai da alcune stagioni, la scelta è caduta sulla sede di Confcommercio Ascom Bologna. Un'occasione per parlare della nuova avventura in IBL e delle prospettive, ma anche per presentare la ventitreesima edizione del torneo di precampionato Blue F Ball.
A far gli onori di casa il Direttore Generale di Ascom Giancarlo Tonelli, che con la solita cordialità ha portato i propri auguri alla Effe Blu, spendendo parole di apprezzamento all'operato della società. "Se ogni anno Fortitudo baseball si presenta con ambizioni importanti all'inizio del massimo campionato è perché c'è un lavoro quotidiano fatto da persone serie, che lavorano per dedicare alla società l'attenzione e anche il consenso che merita, che si manifesta nell'attività di tantissimi, giovani e adulti, oltre che una struttura societaria che lavora sia per mantenere la qualità più alta possibile, ma anche per una ricerca di un sostegno economico non indifferente". In questo contesto "… il Gruppo Unipol è presente ancora quest'anno, con un gesto importante e di grande attenzione nei confronti dello sport di un'altra realtà leader della nostra città, e oltre a loro ci sono altri attori economici che sostengono il progetto della Fortitudo e permettono al baseball bolognese di essere al livello più alto".
Prendendo la parola, il presidente Stefano Michelini a nome della Fortitudo baseball ha ringraziato Ascom Bologna per l'accoglienza sempre calorosa, presentando le nuove divise di gioco, con maglia blu e maglia gialla. Un ringraziamento allo sponsor principale, che si conferma Gruppo Unipol con la nuova denominazione UnipolSai Assicurazioni e anche tutti gli altri partner commerciali che sostengono il progetto biancoblu. Rinnovati gli accordi con la radio ufficiale che è Radio International Bologna e per quanto riguarda la parte televisiva il gruppo Telecentro – Telesanterno.
"E' un momento difficile – ha dichiarato Michelini – per il movimento del baseball italiano, figlio dei tempi, a partire dal campionato IBL, anche se ci sono novità come quella di Padova che accogliamo con entusiasmo come segno per allargare gli orizzonti del nostro sport. Il nostro progetto va avanti, con una squadra sempre più giovane e con sempre più talento ed è in linea con la nostra intenzione di dare continuità. Un progetto che si estende al settore giovanile, guidato da Angelo Baldi e Fabio Betto, che sta cominciando a raccogliere soddisfazioni e risultati. La crescita dei ragazzi procede bene, atleti che giocavano in IBL 2 sono in prestito ad altre squadre di IBL e A federale per crescere ulteriormente. Crediamo di aver creato un gruppo solido, che guarda al futuro ma anche al presente. Non nascondiamo le nostre ambizioni, vogliamo che questo trend della Fortitudo UnipolSai continui e rappresenti l'eccellenza del baseball italiano, L'obiettivo è andare più lontano possibile, pur con tutti gli scongiuri del caso …".
La parola è passata al Responsabile Corporate Identity del Gruppo Unipol, Alberto Federici, che ha formulato il suo in bocca al lupo alla società per la stagione che va a iniziare. "… Ogni anno che passa cambiamo il marchio ma poi alla fine Unipol c'è. E' la prima occasione in assoluto nella quale vediamo stampato per la prima volta su una divisa di gioco il marchio UnipolSai Assicurazioni, una nuovo marchio che è nato due mesi fa dalla fusione tra Unipol e le compagnie dell'ex gruppo Fondiaria Sai acquisite da Unipol. Siamo contenti di rinnovare questa sponsorizzazione che ormai è storica. Noi siamo una realtà che è sempre più nazionale, che però ha il cuore e la testa a Bologna e quindi ci piace confermare il legame con una delle maggiori espressioni dello sport bolognese e qui la scelta di sostenere la Fortitudo baseball, pur in un momento difficile e particolarmente delicato per la crisi economica".
E' stato il compito di Pietro Galletti, Responsabile Marketing della Fortitudo baseball, presentare il 23° Blue F Ball, trofeo IDM, che quest'anno torna ad assumere caratura internazionale con la partecipazione dei tedeschi dell'Heidenheim. E' un torneo dedicato alla memoria dell'ex presidente Fortitudo Lamberto Lenzi. Oltre ai tedeschi e alla UnipolSai Assicurazioni le altre partecipanti saranno Parma e T&A San Marino; si giocherà sabato 29 marzo alle 10.30 e alle 14 e domenica 30 ci saranno le finali con gli stessi orari. Fra i compiti del marketing societario la cura del punto di ristoro. Nella stagione che si sta aprendo si è puntato a migliorarne ulteriormente la qualità, grazie alla collaborazione con Ascom che ha presentato operatori qualificati che già l'anno scorso avevano "saggiato il terreno" intervenendo in alcune partite con un'affluenza di pubblico importante, riscontrando grande successo. Nel suo ruolo di Presidente dell'Associazione delle società sportive di Confcommercio Ascom Bologna, che si è formata lo scorso anno, di cui fanno parte la Fortitudo baseball e altre 23 realtà della provincia, Galletti sottolinea come la crisi economica sta mettendo in grande difficoltà le società sportive dilettantistiche, ma anche la questione legislativa e organizzativa è da prendere in particolare attenzione, perché se ci sono delle realtà che funzionano come la Fortitudo baseball e debbono i loro successi soprattutto alla compagine organizzazione e dirigenziale che hanno alle spalle, ce ne sono tante altre che invece soffrono queste problematiche. L'associazione promossa da Ascom serve proprio per fornire supporto a tutto questo mondo, che corre il forte rischio di scomparire. "Tante facce nuove in squadra – conclude Galletti – ho il piacere di vedere espressioni decise, con tanta voglia di giocare. Vedo entusiasmo e gesti scaramantici che ovviamente non guastano".
Il Direttore Sportivo Christian Mura ha avuto il compito di introdurre il tema tecnico. "Sono molto orgoglioso del roster che abbiamo costruito. Abbiamo inserito giovani che possono portare risultati importanti. Abbiamo l'obiettivo di costruire un gruppo solido. Una delle novità di quest'anno è che abbiamo puntato su quattro stranieri, dunque uno in più rispetto all'anno scorso. Le situazioni cambiano, ma noi abbiamo sempre dimostrato di essere sul pezzo. Quest'anno c'è un campionato diverso, con una nuova formula che prevede l'abolizione della seconda divisione IBL e il ripristino dell'Under 21, ci saranno quindi alcuni ragazzi che faranno Under 21 e IBL come il bolognese doc Lorenzo Dobboletta e Niccolò Clemente che sta frequentando l'Accademia di Tirrenia". Il Direttore sportivo biancoblu ha tenuto a sottolineare il lavoro qualitativo della Fortitudo, con una particolare attenzione al settore giovanile, rappresentato dalla Fortitudo Giovani, sul quale dall'anno scorso si è puntato con una nuova organizzazione e nuove responsabilità. Un lavoro che darà e sta già dando i suoi frutti.
Al Manager Marco Nanni come sempre il compito di presentare la squadra, spendendo parole per i nuovi giocatori che faranno parte del roster 2014. In particolare Filippo Crepaldi ("ottimi risultati l'anno scorso a Reggio Emilia che gli sono valsi la chiamata in nazionale, e naturalmente quella in Fortitudo"), Joy Williamson ("nel fior fiore dell'età, volevamo un lanciatore partente, lui ha queste caratteristiche; mi ha colpito la sua media strikeout"), Riccardo De Santis ("non avrebbe bisogno di presentazioni, uno dei più forti lanciatori italiani, è voluto venire a Bologna, rimettendosi in gioco nel ruolo di rilievo e ciò ci rende orgogliosi"), Alessandro Grimaudo ("giovane d'ètà ma non di esperienza, con tre anni in IBL e nel giro della nazionale, sono convinto che farà benissimo"), Paolino Ambrosino ("titolare del Nettuno e della nazionale, uno dei migliori corridori del nostro campionato, ottimo esterno centro, ottimo battitore, solo apprezzamenti positivi, manca solo qualcosina per il top che potrà ottenere con noi"), Lorenzo Dobboletta ("siamo orgogliosi di avere con noi un giocatore di scuola bolognese, si allena con noi da due inverni e con il suo impegno e la sua serietà ci ha convinto"), Nelson Perez ("cercavamo un giocatore di doppio e di triplo A, viene dal Messico, titolare nella lega invernale dominicano, ha le caratteristiche che cercavamo di mancino, quarto in battuta, dai primi allenamenti le impressioni sono molto positive"), Guillermo Rodriguez ("carriera passata tra doppio e triplo A, con 50 partite in MLB, uomo di esperienza, comanderà nella maniera esemplare i lanciatori e porta entusiasmo nella squadra e anche voglia di vincere, lo si legge dal suo body language, ci aiuterà tantissimo dietro il piatto e con la mazza in mano").
"E' una squadra che è stata costruita con le caratteristiche che cercavamo – ha poi proseguito Nanni – ha velocità, potenza, ha un giusto mix fra l'entusiasmo dei giovani e l'esperienza dei giocatori meno giovani. Questa squadra mi piace. Non vi nascondo che sono molto contento di ciò che ho a disposizione. Bisogna ovviamente fare anche i conti con gli avversari, ma sotto la nostra gestione c'è la possibilità di poter crescere sull'aspetto delle nostre prestazioni. Se un po' tutti i ragazzi cresceranno anche di poco e miglioreranno nelle loro prestazioni credo che poi alla fine dell'anno tireremo le somme e verranno fuori soddisfazioni importanti". Concludendo il manager bolognese ha sottolineato i meriti del suo staff composto da Mario Labastidas, Fabio Betto, Roberto Radaelli, Michele Masiello e il preparatore atletico Vanni Pedrini; "un coaching staff che è riuscito negli anni a far esprimere nella maniera migliore il talento degli atleti: desidero ringraziarli pubblicamente per il loro lavoro".

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.