Una ghiotta Roma-Fiorentina apre il girone Est

Domenica per palati fini all'Acqua Acetosa di Roma con la doppia sfida tra capitolini e gigliati (playball ore 14). Speranze viola di ritorno ai fasti medicei e desideri giallorossi di sentirsi finalmente "imperiali" tra le grandi

Dopo lo sfizioso anticipo dello scorso fine settimana con l'Opening Day 2014 in terra sarda tra Tigers Cagliari e Patrini Malnate, scende in campo domenica anche il Girone Est con Roma ALL BLINDS e Fiorentina BXC che si affronteranno sul diamante dell'Acqua Acetosa (playball alle 14). Compongono lo stesso girone Est anche Bologna White Sox e CVINTA Ravenna, quattro squadre che possono vantare almeno un titolo in bacheca nei vent'anni di attività ufficiale AIBXC. Tanto equilibrio ed incertezza in raggruppamento dove si sono registrati cambi alla guida tecnica per almeno tre delle quattro formazioni.
I padroni di casa della Roma ALL BLINDS sono considerati unanimemente la squadra rivelazione del 2013. Protagonisti di una parabola ascendente tecnica ed agonistica entusiasmante, culminata con il raggiungimento a sorpresa delle Final Four in campionato e suggellata a fine settembre dal "miracolo sotto le due torri" che ha permesso ai capitolini di sollevare nel cielo di Bologna la Coppa Italia, i romani non si sono certo adagiati sugli allori nel periodo invernale, nonostante i molti riconoscimenti. Gli ALL Blinds si sono infatti dedicati all'organizzazione capillare del team, con particolare attenzione alla definizione di ruoli e responsabilità. Preparazione atletica e programmazione delle attività affidata anche quest'anno a un direttore tecnico sagace come Aldo Signori e uno staff che può contare sull'apporto di Marco Corazza e Marta Mastrantonio, come pure su Alberto Nardecchia e Fabio Azzaro (fregiato anche del ruolo di Direttore Sportivo). Parco giocatori che conferma quell'abbondanza di talenti esplosi lo scorso anno. Grande attesa intorno ai funamboli di questa Roma, guidata in campo dalla grinta di capitan Alfonso "Talpone" Somma, dall'estro fantasioso di Federico Bassani, MVP della fase finale della scorsa Coppa Italia nonché fresco detentore dello scettro di "Homerun King" (sottratto al pachistano dei Thunder's Sarwar Ghulam), puntellata dalla velocità di Matteo Salandri e Luciano Bernardini nonché dall'enorme voglia di riscatto del messicano Michelangel "Hermanito" Rodriguez, finalmente recuperato dopo un lungo infortunio che lo aveva costretto a saltare gran parte della stagione scorsa.
Ma c'è anche una splendida quota rosa pronta a dare battaglia come sempre rappresentata da Daniela Pierri, Ada "Passion Flower" Nardin, Rosaria "Nuvola Rosa" Famiglietti e Stefania Caccamo, cui si aggiungono quest'anno le presenze del rookie eritreo Robel Mehretab. Da non trascurare, infine, il lavoro prezioso dell'assistant coach Susanna Campati, puntualissima nel incoraggiare atleti e staff nel momento del bisogno.
Gli ALL Blinds si troveranno comunque di fronte una Fiorentina BXC animata da grande voglia di riscatto. Reduce dalla disastrosa esperienza del 2013, i Leoni Firenze hanno deciso di voltare completamente pagina e ritornare al passato. Salutiamo infatti con grande piacere il rientro sulla tolla del vascello toscano del carismatico e simpaticissimo manager Valerio Ranieri. I lettori più assidui di Baseball.it lo ricorderanno certamente: ribattezzato il "Trapattoni" dell'AIBXC, in virtù di quel simpaticissimo fischio acuto motivazionale lanciato ai suoi atleti nei momenti cruciali dei match, Ranieri è riuscito nell'impresa sorprendente di trascinare la Fiorentina alla conquista del titolo nel giugno 2012, bissato tre mesi più tardi dal successo in Coppa Italia. Dotato di una sagacia tecnico-tattica fuori dal comune e di un'empatia davvero incredibile verso giocatori e collaboratori, Valerio Ranieri ha deciso di metterci la faccia quest'anno, giocandosi tutta la propria credibilità dopo una sola stagione sabbatica. Ranieri è a capo di uno staff che comprende tra gli altri Adriano Costa e Roberto Giudici. Graditi ritorni nel roster toscano in questo 2014 che vede rientrare alla base Danny Oliveri, esterno d'indiscussa levatura e dotato di una velocità sinceramente abbacinante, pedina fondamentale nel trionfo tricolore dei Lampi Milano, accompagnato da Ambra "Cinciallegra" Trefolello, anch'essa indiscussa protagonista della cavalcata dei "Giurleo Boys". Fiorentina comunque sempre trascinata in diamante dallo spirito guerriero di Giuseppe "Radar" Comuniello, probabilmente il miglior giocatore sulla piazza AIBXC per senso della posizione, a cui darà una mano importante Vanessa "Ciclone" Cascio, rientrata quasi a tempo pieno tra i gigliati dopo l'interessante esperienza formativa di studio in Belgio. Da non dimenticare inoltre l'esperienza dei veterani Massimo Diana, osso duro nel box se in giornata, Alex Diterlizi, Strato Petrucci, tra i grandi senatori in AIBXC, sostenuti dai giovani Giusi Parisi, Danilo Musarella e Francesca Dalò. La parola passa ora al campo.

Informazioni su Matteo Briglia 180 Articoli
Matteo Briglia è nato a Milano nel 1968 e lavora come Analista Programmatore Senior presso la Engineering SPA - Ingegneria informatica. Diplomatosi nel 1992 come traduttore simultaneo, due anni più tardi consegue la Laurea in lingue presso lo IULM di Milano (inglese, francese). Da sempre appassionato di sport, in particolare quelli americani, segue sin dall'adolescenza il football e il basket di cui ha iniziato a scrivere nel 1993 pubblicando brevi articoli su riviste online riguardanti la postseason NFL e i playoffs NBA. Ha poi cominciato ad interessarsi anche alla Major League Baseball intorno al 1994, nella stagione dominata dai Toronto Blue Jays, formazione di cui si è immediatamente innamorato una volta comprese a fondo le regole del gioco e migliorato l'inglese tecnico (per poter seguire via radio le cronache direttamente dai diamanti a stelle e strisce). Dal 1998 circa scrive appassionati resoconti sulla Major League, con approfondimenti su New York Yankees e Atlanta Braves, squadra del cuore ormai da un ventennio. Matteo segue in diretta in particolare la postseason della MLB, con testi cariche di emotività, colore e pathos emozionale che hanno sempre caratterizzato le sue cronache di non vedente rendendole più vicine alle narrazioni Blog. Da tre anni circa, ha scoperto il baseball per non vedenti, entrando in contatto con l'AIBXC (Associazione Italiana Baseball giocato da ciechi). L'esperienza lo ha talmente elettrizzato tanto che dopo una prova iniziale ha deciso di proseguire a giocare con i Lampi Milano. Dal maggio 2011 collabora con Baseball.it seguendo da vicino tutto quello che succede nel movimento del baseball per ciechi.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.