Winter League Toscana: Padule campione

La squadra di Sesto Fiorentino guidata da Leonardo Becchi trionfa superando il Grosseto in una finale bellissima, non adatta ai deboli di cuore. Zeno Matricardi è l'MVP del torneo giunto alla quindicesima edizione

From worst to first. Come i Boston Red Sox. Dall'ultimo posto (8°) dell'edizione 2013 al trionfo soltanto 12 mesi dopo. Il Padule Baseball Sesto Fiorentino conquista il trofeo della Winter League Toscana e si qualifica per le finali nazionali in programma domenica prossima a Bologna.
La squadra sestese guidata da Leonardo Becchi ha concluso con la vittoria finale un torneo pressochè perfetto: 5 vittorie ed un pareggio per i rossoblu, che nel girone di qualificazione avevano chiuso al secondo posto (dietro al Grosseto) soltanto per una questione di differenza punti. Superato senza troppi problemi il girone di ripescaggio, il Padule si presentava alla giornata conclusiva del torneo come una vera e propria mina vagante. La squadra favorita, ovviamente, era il Grosseto che da tre anni non conquistava il trofeo e sembrava avere finalmente tutte le carte in regola per tornare al vertice regionale.
Le semifinali sono andate secondo pronostico: i maremmani hanno superato in rimonta il Massa (4-3) segnando due punti nel quarto ed ultimo attacco dell'incontro. Decisiva per il successo biancorosso l'abilità nella corsa sulle basi e la scaltrezza di Piccini, che con una rubata ritardata a casa base pareggiava l'incontro prima del walk-off single di Manfucci che spingeva a casa Carlos Andino Medina.
Nella seconda semifinale, vittoria netta (al di là del punteggio) per il Padule, che comandava il match giocato contro il Chianti dal primo all'ultimo lancio: i tre punti segnati dai sestesi nella parte alta del primo inning hanno creato immediatamente le condizioni per la fuga decisiva, con un attento Zeno Matricardi sul monte pronto, nelle prime due riprese, a spegnere sul nascere i tentativi di rimonta chiantigiani. La partita si è poi conclusa sul 4-3 per il Padule, con il Chianti che ha segnato 3 volte nella parte bassa del quarto ed ultimo inning, quando ormai il risultato era deciso e la mente dei ragazzi sestesi già rivolta alla sfida finale.
Una sfida che metteva nuovamente di fronte Padule e Grosseto, protagoniste dell'unico pareggio (0-0 in una partita dominata dai lanciatori) di questa edizione della Winter League Toscana. Due squadre che potevano contare su uno staff di lanciatori formidabile (Matricardi e Becchi per il Padule, Piccini e Tarantino per il Grosseto) e su battitori di ottimo livello. Si preannunciava quindi una finale molto equilibrata e spettacolare: il risultato finale non ha deluso le aspettative del pubblico presente al PalaMattioli di Firenze.
L'incontro conclusivo della Winter League si apriva però con un momento di paura per il Grosseto, quando l'esterno centro maremmano Manfucci si infortunava allo zigomo durante il riscaldamento. Immediati i soccorsi al ragazzo, che è stato poi trasportato in ospedale per gli accertamenti del caso. Forse distratto dall'infortunio del compagno, il partente del Grosseto Piccini non inizia la sua partita nel migliore dei modi: dopo aver concesso un singolo al leadoff del Padule Matricardi, con 3 lanci pazzi permetteva ai sestesi di portarsi in vantaggio. I rossoblu sfruttavano a dovere i problemi di controllo di Piccini aumentando il divario grazie alla segnatura di Menchini.
Anche Matricardi, lanciatore partente del Padule, trovava qualche difficoltà contro le mazze biancorosse: il Grosseto riusciva a riempire le basi con solo un out nella parte bassa della prima ripresa, ma la reazione del pitcher, che metteva a segno due strikeout di fila, chiudeva ogni velleità grossetana. I due partenti controllavano senza problemi l'incontro nella seconda ripresa, e si dovevano quindi aspettare i primi cambi sul monte per tornare a vedere in azione gli attaccanti.
Tra il terzo ed il quarto inning la partita si incendiava: prima il Grosseto, nel terzo, 'battezzava' il rilievo del Padule Becchi con un fuoricampo di Tarantino sul primo lancio della ripresa. Il successivo punto di Piccini riportava nuovamente in equilibrio la contesa. Perso il vantaggio fin lì costruito, i ragazzi del Padule reagivano immediatamente nella parte alta del quarto: ancora una volta a guidarli era Matricardi (premiato poi come MVP della manifestazione), che con un lunghissimo fuoricampo sull'esterno centro spingeva a casa Riccardo Di Lillo per il nuovo (e definitivo) vantaggio rossoblu. Il Grosseto non riusciva, nelle due riprese successive, a segnare più di un punto, e sul terzo strikeout consecutivo del secondo rilievo del Padule Mazzarri poteva esplodere la festa.
Per la formazione di Sesto Fiorentino è il primo successo in questa manifestazione, giunta alla quindicesima edizione. Un successo che significa anche qualificazione per le finali nazionali di Bologna, in programma domenica 9 marzo. Nella classifica finale il Padule viene accompagnato sul podio da Grosseto e Chianti, mentre il Massa deve accontentarsi del quarto posto. Nelle finali di consolazione, successo dell'Antella sui campioni in carica dello Junior Firenze nella sfida per il quinto posto, mentre l'Arezzo ha superato l'altra squadra fiorentina de 'La Loggia' nel match che metteva in palio la settima posizione. Chiude invece in nona ed ultima posizione il Siena. Ma, come ci ha insegnato oggi il Padule, l'ultimo posto non è mai una sentenza definitiva.

Informazioni su Manuel Mazzoni 13 Articoli
Nato a Firenze il 27 febbraio 1988, scopre il baseball quasi per caso all'età di 9 anni. La passione per questo sport nasce immediata e da allora non si allontanerà più dai diamanti della Toscana. Dopo qualche anno da giocatore, seguendo il detto "chi sa fare fa, chi non sa fare insegna", decide di frequentare il corso tecnici, iniziando poi la carriera da allenatore di squadre giovanili all'età di 16 anni, sempre in collaborazione con la società Padule di Sesto Fiorentino. L'altra sua passione, quella per la scrittura, lo spinge a seguire il percorso per diventare giornalista pubblicista. Collabora dal 2010 con il sito Fisport.it, dove racconta il baseball giovanile in Toscana, mentre nella stagione 2011 ha seguito la MLB per il sito "teladoiolamerica.net". Da questa esperienza nasce, nel dicembre 2011, il suo blog "Quarta Base", una nuova piattaforma dove parlare liberamente di tutto quello che gli passa per la testa, ovviamente sempre nell'ambito del baseball.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.