Crocetta, quaranta di questi anni…

Sabato sera la cena sociale del gruppo Crocetta per festeggiare il termine della stagione che ha celebrato i quarant'anni dalla fondazione. Riconoscimenti per il fondatore Zuelli, l'ex tecnico Gradali e Daniele Saccò

Quarant'anni in una sera. A poche ore di distanza dal Galà dei Diamanti, evento nel quale diversi suoi tesserati sono saliti sul palco, la Crocetta ha festeggiato, con la cena conclusiva della stagione, il suo quarantennale. Davanti alla splendida torta con il logo della società e quello dell'anniversario, i giovanissimi della squadra pre-baseball al fianco di uno dei fondatori della società, Remo Zuelli, premiato insieme ad altri protagonisti del sodalizio. Danilo Gradali, che dopo due stagioni da manager della seniores lascia il suo posto, Daniele Saccò, il cui ritiro questa volta pare proprio sia ufficiale, Rosy Alfinito, da pochi anni in società ma persona preziosissima, e a Marco Bigliardi e Gabriele Pellegrini per il contributo svolto in occasione del Memorial Fainardi-Carpana-Greci.

Seduti a tavola nella grande sala del self service Camst appositamente allestito, tutti gli oltre duecento tesserati della Crocetta, dal pre-baseball alla serie A, passando per il softball, con i loro tecnici. Poi i dirigenti e i genitori dei ragazzi. La Crocetta, dopo tre stagioni consecutive non ha festeggiato l'ennesimo titolo tricolore giovanile, ma può ampiamente consolarsi con una partecipazione alla final four cadetti e una semifinale Under 21 e soprattutto con la vittoria del Torneo delle Regioni e poi del titolo europeo della selezione Emilia Romagna, guidata dal suo tecnico Stefano Chiuri, con ben sette leoncini. Che hanno nobilitato la loro stagione con la partecipazione alle little league World Series nel Maine ad agosto.

Una grande festa, alla quale si è mostrato molto contento di partecipare l'assessore allo sport del Comune di Parma Giovanni Marani: «Ho voluto essere qui stasera perché questi sono momenti importanti e di orgoglio per la società, per chi ci si impegna, per la città e l'Amministrazione Comunale» Lo stesso assessore ha poi voluto complimentarsi con il presidente Gianni Ferrarini e con la società Crocetta, per il modo nel quale si rapporta con il Comune: "Altri fanno rumore con proteste sui giornali, mentre con questa società non abbiamo mai avuto un problema, grazie al dialogo che si è instaurato. Noi in questo momento di difficoltà cerchiamo di venire incontro alle società nel limite del possibile."

Deus ex machina della serata e, da 28 anni anche patron e sponsor della società, Gianni Ferrarini, che al microfono si è mostrato entusiasta: Essere alla guida della società dopo chi mi ha preceduto e qui stasera per i 40 anni mi fa un grande piacere ed è un grande onore – ha spiegato – L'annata è stata densa di soddisfazioni anche se non c'è stato un titolo italiano ma non è che possiamo portarlo a casa tutti gli anni: ci sono anche gli altri in campo. Continueremo a lavorare molto con le giovanili e cercheremo di divertirci tutti. Riguardo all'impiantistica stiamo cercando di avere un accordo con il Comune in modo da avere almeno un lampione o due funzionanti per gli allenamenti»

Poi le premiazioni, in allegria, in stile Crocetta, verrebbe da dire. Emozionatissimo Remo Zuelli, uno dei fondatori, che si è detto "felicissimo di vedere qui tanti ragazzi giovani, far parte di una grande famiglia". E la famiglia Crocetta ha voluto ringraziare l'ultimo condottiero della prima squadra, Danilo Gradali, dopo due anni di emozioni fortissime: "Ma non lo lasciamo scappare – ha ammonito il presidente Ferrarini – gli lasciamo un anno per rilasarsi poi lo aspettiamo di nuovo con noi!" Il momento dei saluti è giunto anche per la bandiera della Farma, Daniele Saccò, che ha deciso di abbandonare l'attività da giocatore, ma c'è da scommetterci, vedremo ancora sui diamanti dello "Stuard" di San Pancrazio con altre mansioni. Saranno ancora al loro posto invece, non potrebbe essere altrimenti, Rosy Alfinito, tutto fare della società, fondamentale spesso anche per il lavoro di noi giornalisti, Marco Bigliardi e Gabriele Pellegrini, il cui contributo in occasione dei tornei è risultato fondamentale. Dopo le foto con le squadre giovanili, il taglio delle splendide torte celebrative. E l'augurio di altri quaranta di questi anni!

Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.