Yasiel Puig, il rookie terribile dei Dodgers

Dopo due tentativi di fuga da Cuba, si è stabilito in Messico. A 22 anni in Major è diventato il primo giocatore dal 1900 a battere 4 fuoricampo nelle prime 5 gare. Ed è già entrato nel cuore dei tifosi di Los Angeles

"Questo è il mio gioco, giocherò il mio baseball nel modo che dico io. Non mi piace il modo in cui gioca Parra nè quello in cui gioca Montero, ma non vado a dirlo alla stampa, perchè sono riservato". In questa frase (alla stampa) c'è molto Yasiel Puig. A soli 22 anni si è presentato in Major League diventando il primo giocatore dal 1900 a battere 4 fuoricampo nelle prime 5 partite ed un nuovo record di punti battuti a casa (10).
Abbandonata la nativa Cuba al secondo tentativo di fuga (venne punito con una sospensione di due anni per il primo) e stabilitosi in Messico, Puig venne presto scovato dagli osservatori e messo sotto contratto dai Dodgers. Ha sfiorato subito la possibilità di partecipare alla All-Star Game, grazie ai 15 milioni e mezzo di voti dei suoi tifosi, suscitando stizziti commenti da parte dei suoi colleghi, tra cui Papelbon che ha definito questa possibilità "uno scherzo".
Non risulta particolarmente simpatico "Cavallo Pazzo" Puig al mondo del baseball, ma è già entrato nel cuore dei tifosi di Los Angeles (un altro record infranto è quello di merchandising venduto per un rookie) con il suo modo di forzare le situazioni di gioco. Spiccano le questioni in campo ed in conferenza stampa con i Braves ed i Diamondbacks.
Intanto, tra i vari record che sta infrangendo, l'esterno cubano dei Dodgers ha stabilito a giugno il nuovo primato di squadra di battute valide in un mese (44), secondo nella storia dei rookie dietro a Joe di Maggio (48) e superando Steve Sax che resisteva dal 1983. Continuando ad alternare prestazioni eccezionali ad errori altrettanto notevoli, sta dando un grande contributo alla marcia di Los Angeles verso il pennant. Battitore di potenza esplosiva, molto aggressivo sulle basi, a soli 22 anni, Puig raccoglie una grande attenzione mediatica: il rapper di Los Angeles Mr. Criminal ha appena composto un pezzo per la sua entrata in battuta "Yasiel Puig", il cui video non ha mancato di suscitare polemiche.
Intanto il manager Don Mattingly lo ha tolto dalla partita contro i Cubs di qualche giorno fa per motivi disciplinari e per cercare di indirizzare la sua esuberanza in maniera costruttiva. "Ho imparato a giocare quand'ero bambino, mi è sempre piaciuto giocare aggressivo e dare spettacolo ai tifosi che vengono per passare il loro tempo e perdono il sonno per vederci giocare. Per me è la cosa più emozionante nel baseball". Yasiel Puig…

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.