Al via a Sala Baganza la Coppa Italia del baseball ciechi

Domenica playball ore 9.30 con Lampi Milano, Thunder's Five Milano, Patrini Malnate e Tigers Cagliari a caccia dei primi due lasciapassare del Girone Ovest per la fase finale di Bologna. Girone Est in campo l'8 settembre a Firenze

Si riparte. Le otto formazioni dell'AIBXC dell'Associazione Italiana Baseball giocato da Ciechi si apprestano ad affrontare l'ultima parte di una stagione già provvida di sorprese, ma che nel suo sprint finale si può stupire ulteriormente. Per esigenze imposte dal calendario, sono stati paradossalmente i giocatori sardi, seguiti a breve distanza da quelli lombardi, i primi a chiudere lettini ed ombrelloni e presentarsi nuovamente in diamante muniti di mazze e guantoni. Saranno quindi le tre squadre lombarde – Lampi Milano, Thunder's Five Milano e Patrini Malnate – accompagnate dai Tigers Cagliari, i protagonisti del primo appuntamento di Coppa Italia 2013, in scena dopodomani (domenica 1° settembre) sul diamante di Sala Baganza (Parma). Grazie all'ospitalità offerta all'AIBXC dall'Assessore Gabriele Carpena del Comune di Sala Baganza e dalla squadra locale, il Girone Ovest di Coppa Italia di baseball per ciechi approderà nella suggestiva cornice della splendida cittadina emiliana, nota tra l'altro per le sue profonde tradizioni sportive e culturali legate alla sfera del battiecorri. Le gare, programmate sulla breve distanza delle cinque riprese, con inizieranno intorno alle 9.30 e andranno in scena presso il Comunale di Via Di Vittorio, sede degli incontri casalinghi delle formazioni locali di baseball e softball.
La giornata di domenica ci regalerà un antipasto a dir poco succulento: a circa due mesi e mezzo dalla finale scudetto che ha incoronato inaspettatamente i Lampi Milano sul tetto d'Italia a spese dei favoriti cugini Thunder's Five, i "Giurleo Boys" saranno chiamati a cercare di confermare la supremazia cittadina in un derby in cui, potrete giurarci, la commistione di sapori forti e sentimenti di rivalsa sportiva la faranno da padrone. Voglia di conferma dei Lampetti opposta al forte desiderio di riscatto che accenderà mazze e guantone dei Thunder's Five, feriti nell'orgoglio, comunque protagonisti di una decade di successi entusiasmante che ha regalato ai Tuoni un'autentica pioggia di trofei.
Se il derby meneghino rappresenterà indiscutibilmente il volano principale di questo primo concentramento di Coppa Italia che, negli auspici dell'AIBXC e degli organizzatori si spera possa attirare un discreto pubblico sugli spalti dell'impianto emiliano, non dobbiamo commettere l'errore imperdonabile di sminuire eccessivamente la forza e il ruolo di "guastafeste" che certamente Cagliari e Malnate vorranno giocare in un girone che secondo esperti e addetti ai lavori dovrebbe promuovere le due squadre meneghine alle semifinali, ma che, specie in virtù di una formula che prevede partite brevi e in rapida successione, ci ha riservato più di una sorpresa nelle edizioni passate del Torneo.
Cagliari in particolare potrebbe rappresentare l'autentica mina vagante: reduci da una stagione sfortunata, vessata da infortuni e problemi di organico, i Tigers sono esplosi nell'ultima parte del campionato 2013, mostrando finalmente quella grinta unita ad un'esplosività balistica e tecnica che nelle ultime due stagioni avevano trascinato i ragazzi sardi alle semifinali di Coppa Italia. Se i Tigrotti si presenteranno a Sala Baganza al completo ed in ottima forma fisica e mentale (il clima splendido di Sardegna li avrà certamente agevolati), non ci sono ragioni per cui la concorrenza più accreditata non debba temerli seriamente.
Anche i Patrini di Malnate non staranno certamente a guardare gli avversari imporsi in diamante. I ragazzi allenati dal metodico e preparatissimo Adriano Chiesa hanno ormai colmato in poco più di 2 anni dall'esordio quel gap tecnico e umano che comprensibilmente li separava dalla concorrenza. Quest'anno i Patrini hanno sconfitto Cagliari in campionato, prima di imporsi a sorpresa nella fase di intergirone sugli ex-tricolori dei Leoni Firenze, timbrando definitivamente il cartellino alla corte delle squadre toste, tignose e perfettamente credibili.
Va ricordato che la Delegazione Arbitri della Lombardia fornirà alla manifestazione gli empire Tieghi, Casiraghi, Ciceri Quisini, Finkelberg, Pavarotti, mentre l'organizzazione del torneo sarà curata dall'AIBXC, presente a Sala Baganza con il Presidente Alberto Mazzanti, il Commissario alle attività agonistiche Stefano Malaguti, lo scorer Alessandro Meli e il consigliere Lorenzo De Regny, responsabile del Girone Ovest.
Le altre due semifinaliste usciranno dal concentramento del Girone Est, in scena domenica 8 settembre sul diamante "Cerreti" di Firenze, che ospiterà le gare con le altre quattro formazioni, ovvero Bologna White Sox, Leoni Firenze, CVINTA Ravenna e Roma ALL BLINDS.

Informazioni su Matteo Briglia 180 Articoli
Matteo Briglia è nato a Milano nel 1968 e lavora come Analista Programmatore Senior presso la Engineering SPA - Ingegneria informatica. Diplomatosi nel 1992 come traduttore simultaneo, due anni più tardi consegue la Laurea in lingue presso lo IULM di Milano (inglese, francese). Da sempre appassionato di sport, in particolare quelli americani, segue sin dall'adolescenza il football e il basket di cui ha iniziato a scrivere nel 1993 pubblicando brevi articoli su riviste online riguardanti la postseason NFL e i playoffs NBA. Ha poi cominciato ad interessarsi anche alla Major League Baseball intorno al 1994, nella stagione dominata dai Toronto Blue Jays, formazione di cui si è immediatamente innamorato una volta comprese a fondo le regole del gioco e migliorato l'inglese tecnico (per poter seguire via radio le cronache direttamente dai diamanti a stelle e strisce). Dal 1998 circa scrive appassionati resoconti sulla Major League, con approfondimenti su New York Yankees e Atlanta Braves, squadra del cuore ormai da un ventennio. Matteo segue in diretta in particolare la postseason della MLB, con testi cariche di emotività, colore e pathos emozionale che hanno sempre caratterizzato le sue cronache di non vedente rendendole più vicine alle narrazioni Blog. Da tre anni circa, ha scoperto il baseball per non vedenti, entrando in contatto con l'AIBXC (Associazione Italiana Baseball giocato da ciechi). L'esperienza lo ha talmente elettrizzato tanto che dopo una prova iniziale ha deciso di proseguire a giocare con i Lampi Milano. Dal maggio 2011 collabora con Baseball.it seguendo da vicino tutto quello che succede nel movimento del baseball per ciechi.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.