Un occhio al Falchi, l'altro al calendario

Comincia il rush finale, ultime tre giornate con terzo e quarto posto ancora in bilico. Il Parma deve rincorrere ma ha il calendario migliore, trema il Nettuno.

Archiviata la parentesi relativa all'assegnazione del titolo europeo per club, che ha visto la vittoria dell'Unipol Bologna, ritorna l'Ibl con le ultime tre giornate della regular season. In mezzo c'è stata anche la vittoria del Parma nel recupero contro il Novara, che riallinea definitivamente la classifica in vista del rush finale.
Già, perché per quanto la matematica ancora non abbia definitivamente dato il via libera ai play off a nessuno (neanche al Rimini, al quale serve ancora una vittoria), per tre squadre sarà lotta serrata di qui alla fine. E c'è anche la possibilità di arrivi a pari merito, che richiamerebbero in causa gli scontri diretti e una sorta di classifica avulsa. Dunque per Nettuno, San Marino e Parma c'è anche da fare i conti con i risultati acquisiti sino a questo momento.
Andiamo con ordine e vediamo però quali sono i calendari delle tre. La squadra che ha quello migliore in assoluto è il Parma, che ha come obiettivo unico l'en plein contro Grosseto e Novara in trasferta, prima di ospitare il Reggio Emilia nell'ultima giornata. Di certo la formazione emiliana non potrà sbagliare praticamente nulla, in particolare nella seconda partita, quella riservata ai lanciatori italiani. Due gare di distacco dal quarto posto sono tante ma, come detto, c'è un calendario favorevole e una situazione di scontri diretti molto favorevole, come vedremo.
Molto meno facile la situazione del Nettuno, che se la vedrà prima a Bologna, quindi in casa col Rimini e chiuderà con l'apparentemente facile trasferta di Grosseto. Praticamente le stesse avversarie del San Marino, che però in compenso questo weekend andrà in trasferta a Ronchi, poi se la vedrà anch'essa nell'ordine contro Bologna e Rimini. Leggermente più complicato quello dei campioni d'Italia rispetto al Nettuno per il solo fatto che nell'ultima giornata incontrerà una squadra sicuramente più competitiva rispetto alle altre due rivali.
Questa la situazione. Ma se vogliamo guardare un filo più avanti, non possono non essere prese in considerazioni eventuali ipotesi di arrivi a pari merito. Tutt'altro che remote. Cosa succederebbe allora? Semplicemente occorrerà andare a spulciare il Regolamento dell'Attività Agonistica al punto 3.36.
Secondo regolamento, di fatto conterebbero inizialmente gli scontri diretti tra le squadre coinvolte per stabilire l'ordine di graduatoria, poi in caso di parità si andrebbero a controllare i risultati ottenuti con le squadre che precedono in classifica. E vista così, la squadra in assoluto più svantaggiata è il Nettuno, che dovrà difendere il più che si può il distacco di due partite dal Parma, la bestia nera di questo 2013 per la formazione di Bagialemani. Andiamo infatti a vedere il conto degli scontri diretti. Il Nettuno ha una situazione di 2 vittorie e 2 sconfitte contro il San Marino, e di 0 vittorie e 4 sconfitte contro il Parma, kappaò che rischiano di costare l'accesso alla seconda fase. A loro volta, il contro tra San Marino e Parma vede 3 vittorie dei campioni d'Italia su quattro match. In caso di arrivo a tre a pari merito, passerebbero Parma e San Marino entrambe a 5-3, mentre il Nettuno a 2-6 sarebbe fuori dai play off. E lo sarebbe anche se arrivasse quarto insieme al Parma, o sempre quarto al pari del San Marino ma col Parma terzo. Gli emiliani invece rimarrebbero fuori dai play off se arrivassero quarti ma con lo stesso numero di vittorie del San Marino.
Dunque la settima giornata di ritorno sarà quasi tutta da seguire. Campo principale manco a dirlo il Gianni Falchi per la sfida tra Unipol e Nettuno. Spettatori interessati Parma (di scena a Grosseto) e San Marino (in campo a Ronchi), mentre il Rimini in casa contro Reggio Emilia cercherà di aumentare il vantaggio sul Bologna e mettere in ghiaccio la leadership della classifica, che significa anche il vantaggio del campo nella semifinale contro la quarta classificata. Chiude il quadro il doppio match di Novara tra i padroni di casa e il Godo, in ballo c'è pochissimo se non il terzultimo posto della classifica, buono in vista della Coppa Italia.

Mauro Cugola
Informazioni su Mauro Cugola 545 Articoli
Nato tre giorni prima del Natale del 1975, Mauro è laureato in Economia alla "Sapienza" di Roma, ma si fa chiamare "dottore" solo da chi gli sta realmente antipatico... Oltre a una lunga carriera giornalistica a livello locale e nazionale iniziata nel 1993, è anche un appassionato di sport "minori" come il rugby (ha giocato per tanti anni in serie C), lo slow pitch che pratica quando il tempo glielo permette, la corsa e il ciclismo. Cosa pensa del baseball ? "È una magica verità cosmica", come diceva Susan Sarandon, "ma con gli occhiali secondo me si arbitra male". La prima partita l'ha vista a quattro mesi di vita dalla carrozzina al vecchio stadio di Nettuno. Era la primavera del '76. E' cresciuto praticamente dentro il vecchio "Comunale" e, come ogni nettunese vero, il baseball ce l'ha nel sangue.

Commenta per primo

Lascia un commento