Parma da dieci e lode: superato San Marino 4-2

La squadra di Munoz coglie il decimo successo consecutivo grazie ad un ottimo Sanchez (14 strike-out e solo 3 valide), nonostante un avvio in salita. Gara giocata davanti ad un numeroso pubblico grazie alle iniziative promozionali della società

Davide supera Golia: il Parma baseball non si ferma nemmeno davanti ai campioni d’Italia della T&A San Marino e ottiene la decima vittoria consecutiva (4-2), con un Sanchez (ASCOLTA) dominante sul monte di lancio (14 strike-out e tre sole valide concesse), al termine di una partita giocata in modo esemplare, davanti ad un grande pubblico. Evidentemente al Parma porta bene il numero 11: non batteva San Marino da undici partite, l’ultima delle quali il giorno 11 (agosto) 2011, questa sera era l’11 luglio. Undici, come il numero di casacca del suo allenatore, Orlando Munoz, che piano piano sta mettendo a tacere tutte le critiche. Undici, come undici settembre, il giorno del decimo scudetto. Ognuno è libero di crederci o meno… ASCOLTA MUNOZ

San Marino è partito bene, passando in vantaggio al primo inning, ma poi ha dovuto alzare bandiera bianca davanti ad una squadra in grande serata, capace di aggredire da subito i più quotati avversari, battere il triplo delle valide e giocando una buonissima difesa. Una vittoria che rafforza il morale dei ducali, ma che ancora non cambia nulla nella lotta ai play-off. Sabato si replica a Serravalle con i lanciatori italiani.

LA CRONACA – C’è l’atmosfera dei grandi eventi allo stadio Nino Cavalli per la supersfida Play-off tra Parma e San Marino. E il pubblico ha risposto ottimamente agli appelli della società riempiendo circa 2000 seggiolini blu dell’impianto di via Casati Confalonieri. Ed è festa anche per la squadra di football americano dei Panthers Parma, campione d’Italia per la quarta volta consecutiva e invitata dal Parma baseball per il simbolico lancio della prima palla. Sul monte di lancio salgono il presidente Ivano Tira, tifosissimo del Parma baseball e la presidentessa delle Starlight Cheerleaders Cecilia Benazzoli, ex giocatrice di softball e nipote di Antonio Bernazzoli, storico sponsor della società ducale. GUARDA IL VIDEO

Anche le due squadre rispettano le attese dando vita fin dal primo lancio ad una sfida avvincente e carica di pathos. Sono i campioni d’Italia a piazzare la prima zampata con il lead-off Avagnina che batte subito valido e avanza in seconda su lancio pazzo. Dopo l’eliminazione al volo di Pantaleoni un errore di Sambucci permette a Vasquez di giungere salvo in prima e allo stesso Avagnina di correre fino in terza, poi con due out e corridori agli angoli Carlos Duran colpisce un profondo doppio vicino alla linea di foul di sinistra che vale due punti.

Parma però pareggia subito al cambio campo: valida in mezzo agli esterni di Leoni, singolo a destra di Desimoni che ruba la seconda sull’avanzamento in terza del compagno. Christian arriva a casa su lancio pazzo, l’esterno centro azzurro segna invece il pareggio sulla bella volata di sacrificio di Marval a destra. Colpisce duro anche Sambucci, vicino al warning track, ma è bravo Vasquez a cogliere al volo. Sanchez chiude la saracinesca per due riprese e nella parte bassa del terzo Parma si porta in vantaggio grazie ad un atteggiamento particolarmente aggressivo. Benetti, colpito, ha qualche incertezza nella corsa tra la prima e la seconda, prima di girare verso la terza sul singolo a destra di Ugolotti e sarebbe eliminato dall’assistenza di Vasquez per Pantaleoni, ma l’arbitro parmigiano Alinovi da il salvo, sbagliando, come testimonieranno poi anche le riprese televisive. E’ una chiamata importante perché dopo l’eliminazione al volo di Leoni, Desimoni spinge a punto Benetti per il 3-2.

La squadra di Munoz si fa comunque apprezzare più del San Marino in questa prima fase di gara, sia in attacco che in difesa, galvanizzata da un Sanchez in gran serata, autore di sette K nelle prime quattro riprese. Al sesto Bindi toglie Magrane (sei valide subite e tre punti) e lo sostituisce con uno degli eroi del World Classic, l’italo americano Christopher Cooper. Il suo primo cliente è Osman Marval, che batte da destro e lo battezza subito con una radente che passa vicino al guanto di La Fera. Il venezuelano poi ruba la seconda ma poi nella corsa  in terza sull’eliminazione in prima di Sambucci subisce uno stiramento, che lo costringe a camminare verso il punto del 4-2 sulla successiva valida all’esterno sinistro battuta da Sebastiano Poma. La ripresa termina poi sulla splendida giocata di Seth La Fera che blocca in tuffo di contro guanto una insidiosa rimbalzante di Scalera e da terra da il via al doppio gioco. Non è da meno la squadra di Munoz, che chiude il successivo attacco dei titani con un doppio gioco Benetti-Ugolotti-Sambucci. Ma la vera star della serata è Sanchez che al termine dell’ottavo ha già collezionato ben 14 eliminazioni al piatto e aumenta di intensità con il passare delle riprese.

Nella parte bassa dell’ottavo con un eliminato Marval batte valido e chiude la prova di Cooper che lascia il posto a Cubillan. C’è ancora Sanchez sul monte del Parma nella parte alta della nona ripresa, che inizia con l’eliminazione in prima da Ugolotti di Lorenzo Avagnina.  Anche Pantaleoni e Sanchez vengono eliminati in prima e Parma può festeggiare la decima vittoria consecutiva.

Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.