Rimini a valanga, la T&A crolla al Serravalle in garauno

Pesante passivo (21-8) subito dal San Marino. Ventidue valide per i Pirati contro 9 dei padroni di casa. Vincente Marquez, perdente Da Silva. Castro a 4 su 5, Santora e Chiarini 4 su 6. Stasera gara-2 a Rimini

Rimini demolisce San Marino 21-8 al Serravalle grazie a ben 22 valide contro 9. Un ko che stordisce per le dimensioni con cui è maturato il risultato (vincente Marquez, perdente Da Silva). Pirati in festa, uno a zero e palla al centro. E stasera si replica allo stadio di via Monaco.

Da Silva all'inizio concede poco o nulla e la T&A ha modo di passare in vantaggio al terzo, quando Vasquez scaraventa fuori dalle recinzioni una palla che Bazardo lascia un po' lì in mezzo. È un fuoricampo da due punti (in base c'era Avagnina con quattro ball) che sembrerebbe dare linfa alla T&A. Sopra 2-0, Rimini pareggia alla ripresa successiva con i singoli di Santora, Chiarini, Romero (2-1), più la battuta in doppio gioco di Castro che fa entrare il pareggio (2-2). Tutto da rifare, eppure i Titani riescono in un sussulto d'orgoglio ancora su Bazardo. A colpire forte questa volta è Simone Albanese, autore di un solo-homer, un fuoricampo da un punto che a fine quinto vuol dire nuovo vantaggio T&A (3-2).

Poi cambia tutto. Rimini si presenta a battere al 6° col lead-off Zileri e riuscirà a far girare tutto il line-up nella ripresa. Arrivano quattro punti, e pensare che l'inning era cominciato con gli out in diamante di Zileri e Santora. Arrivano in successione i singoli di Chiarini, Romero e Castro (3-3), la base ball a Bertagnon, il singolo da due punti di Buccheri (3-5) e quello di Spinelli che decreta la fine della partita di Da Silva (3-6). Entra D'Amico e chiude la ripresa, ma al 7° ecco la grandinata.

Entrano sette punti. D'Amico si becca le valide di Zileri, Santora e Chiarini, tutti singoli ma pesanti (3-8). Entra Meschini, che concede base a Romero e valida a Castro (3-9). Bertagnon finisce in doppio gioco ma la base a Buccheri e soprattutto il doppio di Spinelli fanno malissimo (3-11). Fine della partita di Meschini e spazio a Martignoni, che però non riesce ad arginare le mazze ospiti: arrivano le basi ball a Babini e Zileri, poi anche il doppio di Santora da due punti (3-13). Altro cambio sul monte, con Ercolani a chiudere su Chiarini (F8).

Al 7° l'attacco T&A dimezza le distanze, segna 5 punti e porta avanti un tentativo di riavvicinamento. Pulzetti e Avagnina mettono a segno dei singoli, col neo entrato interbase della T&A che va a punto grazie a un errore (4-13). Altro errore sulla battuta di Vasquez e poi punto che entra su lancio pazzo (5-13). Il pinch hitter Pandolfi si guadagna la base ball, poi ecco la gran legnata di Reginato a sinistra per il terzo fuoricampo serale di San Marino. Un homer che ne porta a casa 3, punteggio sull'8-13.

San Marino qualche piccolo pensiero alla rimonta lo fa, ma Rimini chiude definitivamente i giochi all'8° addirittura con 8 punti. Singoli di Romero, Castro e Bertagnon (8-14), poi errore difensivo sulla battuta di Buccheri (8-15). Il doppio di Babini porta a casa altri due punti (8-17), ma non è finita perché arrivano singolo di Zileri (8-18), di Santora e fuoricampo da tre punti di Chiarini (8-21). Rimini vince a Serravalle com 13 punti di distacco.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.