Bologna sul velluto con un "doppio-Vaglio"

Due fuoricampo del seconda base hanno dato la svolta al primo incontro con Godo. Homerun anche per Chris Aguila e Daniele Malengo (17 valide totali). Staffetta di pitcher per i biancoblu, Rivero vincente. Esordio per Davide Anselmi

Agevole successo dell'Unipol Fortitudo in gara1 sul campo dei Godo Knights, battuti con un netto 14 a 4. La gara non ha avuto storia e ha visto i biancoblu opporre agli avversari, come previsto, una lunga staffetta di lanciatori, aperta da Luque e chiusa da Raul Rivero (classificato lanciatore vincente), con l'esordio assoluto IBL di Davide Anselmi. L'attacco bolognese l'ha fatta da padrone dal primo all'ultimo attacco, battendo ben 17 valide, con quattro fuoricampo, due dei quali "back to back" ad opera di Alessandro Vaglio al secondo e terzo inning, che hanno orientato il match. Successivamente Chris Aguila e Daniele Malengo hanno completato il poker di battute oltre la recinzione, ma vanno ricordati anche i due doppi battuti da Infante, oltre a quelli ottenuti da Fuzzi e Liverziani. Gabriele Ermini è stato una vera e propria spina nel fianco per lanciatori e difesa ravennati, chiudendo con 4 su 5. Solo Bischeri e Nosti non hanno partecipato all'abbuffata, ma avranno sicuramente altre occasioni.
Botta e risposta al primo inning. Una battuta in doppio gioco di Liverziani mandava a punto Infante, in base per ball, poi rubata e avanzamento sul singolo interno di Ermini. Pareggiavano i goti al cambio di campo, grazie al "bomber" Sanchez, con una valida a scavalcare gli interni che mandava a segno Caradonna, che era andato in base pur subendo strikeout, girando un lancio pazzo di Luque e correndo in prima. Al secondo inning la prima delle due prodezze di Vaglio, un solo homer in mezzo agli esterni a riportare di nuovo sopra i biancoblu, che al terzo inning mettevano in freezer il risultato con quattro segnature. Infante toccava un secco doppio a sinistra, per poi avanzare sulla seconda rubata serale e segnare su lancio pazzo. Successivamente era ancora il seconda base di origine viterbese a replicare il fuoricampo dell'inning precedente, ma questa volta con il valore di tre punti. Al quinto inning si facevano sotto i padroni di casa, riempiendo i cuscini su Anselmi e segnando tre volte sul doppio di Zappone e sulla valida del solito Sanchez. Ma erano implacabili i felsinei all'attacco successivo, chiuso con sei segnature sul malcapitato Del Bianco, frutto dei doppi di Infante e Liverziani e del fuoricampo da due punti di Aguila. Al nono inning Daniele Malengo con una fuoricampo a sinistra e Ermini con un singolo arrotondavano il punteggio su Bassi.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.