I Campioni steccano la "prima"

A Reggio Emilia la prima sorpresa dell'IBL 2013 ma per la T&A c'è poco da preoccuparsi. Rimini, Parma e Bologna fanno il pieno. Primi sorrisi per il nuovo Grosseto e il neopromosso Ronchi

Premessa fondamentale: ben lungi dal voler emettere qualsivoglia sentenza dopo due partite due. Il primo week-end dell'IBL 2013 ha già però dato a qualcuno buoni motivi per sorridere e ad altri per cominciare a preoccuparsi. Tra questi ultimi non c'è di certo la T&A San Marino, anche se i campioni d'Italia in carica si sono resi protagonisti, loro malgrado, della prima vera sorpresa della stagione. Per i Titani di Bindi è arrivato il ko nella gara d'esordio a Reggio Emilia, cose che possono capitare di questi tempi soprattutto se, con il motore ancora non ben oliato, si affronta una "neopromossa" carica a palla e soprattutto valida tecnicamente. Da Silva, che ben poco ha da invidiare ai pitcher stranieri del nostro campionato, è stato schierato in gara1 e ha fatto la sua partita ma il potente line-up sammarinese ha faticato contro la coppia Bastardo-Acosta, pareggiando solo al 9° e finendo poi per cedere al tie-break quando sul monte c'era il "rookie" Meschini. E i Campioni hanno dovuto sudare pure in gara2, battendo pure di meno ma trovando la vittoria del riscatto contro la sorprendente coppia Asi di Reggio. Non sfolgorante l'esordio di Magrane, ma qui torniamo al preambolo, mentre Cubillan è già in forma smagliante.

In tre hanno portato a casa la doppietta. Rimini ce l'ha fatta contro i Godo Knights (in prospettiva formazione che potrà rompere le uova nel paniere a parecchie avversarie) ribaltando il pronostico delle due partite: ben più agevole del previsto piegare Pinango (mentre Mejias è salito sul mound solo per onor di firma), ben più sofferto di quanto non dica il risultato il bis in gara2 contro la pattuglia italiana dei Goti. I Pirati hanno messo in mostra un line-up in palla (25 valide con 9 doppi) il cuore promette di pulsare forte: Chiarini, Romero e Castro saranno brutte bestie per tutti. Sul monte bene Marquez e Corradini, rivedibile Baldwin. Dal punto di vista del blasone, la doppietta più pesante è quella firmata dal Parma di "Pepita" Munoz. Le mazze ducali hanno maramaldeggiato contro il monte di Nettuno, un po' lo specchio della situazione complicata in cui è precipitata la storica formazione tirrenica. Alla Bagialemani-band non è bastato l'orgoglio di Martone: Parma si gode un Sanchez già in forma e un attacco italiano che batte con continuità. L'ultimo pieno, anche in ordine di tempo visto che al "Falchi" si è giocato solo nel pomeriggio di domenica, era invece forse il più prevedibile. Troppo debole la resistenza del mound novarese per tenere a freno il line-up della Fortitudo: ne sono uscite  due vittorie per manifesta.

Esordio con un sorriso a testa infine per il nuovo Grosseto e per la matricola Ronchi. Due gare equilibrate e molte promesse da mantenere nelle prossime gare su entrambi i fronti. Ma già avere le luci accese allo "Jannella" è un bel risultato per il batti e corri di casa nostra.

 

 

 

Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.