Rimini punta in alto con Alex Romero

Il 29enne esterno di Maracaibo è l'ultimo tassello del quartetto straniero dei Pirati. In Major League 144 partite con Arizona, nel 2012 grandi numeri in Triplo A messicano. Era al Classic con il Venezuela

Eccolo l'ultimo tassello che va comporre il quartetto straniero dei Pirati. Dopo la conferma di Marquez e gli annunci di Baldwin e Castro, il  "Pres" Zangheri ha voluto chiudere col botto. Un botto di nome Alex Romero, esterno venezuelano da 144 partite in Major League con gli Arizona D'Backs, presente con il Venezuela al recente World Baseball Classic. Romero è il bomber destinato a entrare nel cuore del line-up neroarancione con Chiarini e Castro dopo aver collezionato eccellenti numeri nel Triplo A messicano.

Nato a Maracaibo, il 9 settembre 1983, il neo Pirata è alto 183 centimetri e pesa 90 kilogrammi, battitore mancino ha giocato praticamente sempre in tutti i ruoli agli esterni. La sua carriera ha inizio nell'organizzazione dei Minnesota Twins dove nel 2006 arriva in Triplo A con Rochester (250 di media con 8 doppi, 2 tripli e 26 rbi in 71 gare), la stagione successiva cambia franchigia passando ai D-backs, infatti gioca per Tucson (Triplo A ) con medie eccellenti 310 di media battuta in 131 match, conditi da 32 doppi 6 tripli e 5 homer. Il 2008 è l'anno dell'esordio in MLB per l'esterno venezuelano, dopo aver disputato 41 gare sempre con la casacca dei Sidewinders (324 mb 9 doppi 2 tripli 3hr 19 rbi), è arrivata la chiamata dagli Arizona, qui disputa ben 78 partite dimostrando buone qualità, batte con 230 di average impreziosita da 8 doppi e 2 tripli, il 21 luglio contro i Chicago Cubs si toglie la soddisfazione di siglare il suo primo e unico fuoricampo stagionale in Grande Lega. Nel 2009 dopo un breve parentesi in Rookie League con i GCL Nationals (26 presenze), ritorna con Reno in Triplo con cifre importanti ( 348 di media più 20 doppi, 3 tripli 2hr e ben 47 Rbi), che gli valgono la richiamata in Major League. Sempre con i D-Backs disputerà le sue ultime 66 gare tra i "Grandi" ecco le sue statistiche 248 di media con 6 doppi 2 tripli e 1 homer (contro gli Houston Astros) conditi da 18 punti battuti a casa. La stagione successiva viene firmato dall'organizzazione dei Braves, si divide tra Doppio e Triplo A con risultati non eccellenti. Nel 2011 viene firmato dagli allora Florida Marlins (oggi Miami), gioca 104 partite con Jacksonville (AA) con numeri rilevanti 303 nel box (21 doppi 3 tripli 7 homer e 50 rbi), chiude la stagione con 19 presenze a New Orleans (AAA) confermando la buona annata con 339 di average.
Lo scorso 2012 è stato un anno molto importante per Romero, dopo tanti anni nelle Minors Americane sceglie di giocare nella prestigiosa Liga Messicana (AAA) con i Tigres Quintana Roo. Qui, ottiene risultati veramente d'alto livello disputando 105 gare con medie importanti, .349 di media battuta (5° posto assoluto) incastonati da 20 doppi, 40 basi ball guadagnate, 14 fuoricampo e un bottino di 74 punti battuti a casa. Durante la stagione invernale ha giocato 60 gare nella Liga Venezuelana con gli Aguilas de Zulia dimostrando il suo assoluto valore (12 doppi 2 tripli 31 basi ball 2 hr con 22 Rbi ) battendo 308 di media. Ha disputato anche 14 match di post-season queste le sue cifre, 268 di media, 3 doppi 1 fuoricampo 1 base ball e 4 rbi. Terminati i playoff è stato chiamato nella selezione venezuelana che ha partecipato alla Serie del Caribe in cui è sceso in campo 3 volte. Arriva l'ennesima soddisfazione per l'esterno nero arancio, infatti il manager della nazionale Venezuelana Luis Sojo lo convoca per disputare il WBC 2013. E' una squadra piena di stelle MLB tra cui la Tripla Corona 2012 Miguel Cabrera dei Detroit Tigers. Il Venezuela è inserito nel Girone di ferro con Dominicana e P. Rico, dove viene eliminato a sorpresa, il neo Pirata è sceso in campo il 10 Marzo scorso nell'unica partita vinta nel girone dai Sudamericani per 11-6 contro la Spagna di Mazzotti, per lui 1/4 nel box con un punto battuto a casa.

 


Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.