Europei 2014, è già partita la lunga corsa…

Sono online i siti per i campionati Europei di seconda fascia che si terranno in Austria (Vienna) e Svizzera (Zurigo) dal 22 al 27 luglio prossimi. Le due vincenti si aggregheranno alle 10 squadre del gruppo A qualificate di diritto

Che austriaci e svizzeri facciano le cose per bene non vi erano dubbi. Non a caso entrambe le federazioni d'oltralpe hanno già realizzato e sono operativi i rispettivi siti Internet dedicati ai due gruppi degli Europei 2014 di seconda fascia. Così come già annunciato lo scorso anno dalla Commissione Tecnica della CEB, a partire dal 2013 le rappresentative nazionali sono state suddivise in tre poule: A (Italia, Olanda, Spagna, Germania, Repubblica Ceca, Svezia, Grecia, Francia, Belgio e Croazia), B (Gran Bretagna, Russia, Ucraina, Austria, Lituania, Slovacchia, Polonia, Slovenia, Irlanda, Svizzera, Bielorussia e Bulgaria) e C (Finlandia, Romania, Ungheria, Serbia, Israele, Georgia, Lettonia, Norvegia, Turchia, San Marino, Malta, Danimarca, Moldova e Cipro).
Se le prime 10 squadre del Gruppo A sono già qualificate di diritto agli Europei del 2014 (in Repubblica Ceca), sarà invece dai due tornei – austriaco e svizzero – che usciranno le due vincitrici che si uniranno al gruppo delle "prime della classe". Entrambe le manifestazioni si svolgeranno dal 22 al 27 luglio a Vienna e a Zurigo. Nella capitale austriaca si affronteranno Austria, Irlanda, Slovacchia, Lituania, Russia (retrocessa nel 2012) e Bielorussia, mentre a Zurigo, per le cui partite è già possibile acquistare i biglietti, farà invece da teatro delle sfide tra Svizzera, Ucraina, Slovenia, Gran Bretagna (retrocessa nel 2012), Polonia e Bulgaria.
Questi i due link Austria 2013 e Svizzera 2013

Informazioni su Marco Micheli 86 Articoli
Nato nel 1980, metà trentino e metà vicentino (ma veronese d'adozione), vive e lavora a Milano dove si occupa della comunicazione nel Sud-Europa per Boston Consulting Group (BCG), la multinazionale della consulenza aziendale. Grande appassionato di tutto ciò che è USA, dallo sport ai "dunkin' donuts", dai grattacieli della East Cost alle spiagge assolate della West. Marco scopre il baseball all´età di 10 anni quando, complice un regalo della madre insegnante, inizia a calpestare lo storico diamante della Polisportiva Praissola sotto la guida del "mitico" Bissa. Gli anni dell´università lo allontanano dalla terra rossa, prima a Feltre e poi a Milano. Ma è con il conseguimento della laurea in Relazioni Pubbliche allo IULM di Milano e il conseguente viaggio-premio a Boston che si ritrova e decide di curare la comunicazione dei Dynos Verona. Due anni favolosi, densi di soddisfazioni e ricordi indimenticabili, impegnato nella promozione del sodalizio scaligero sulla stampa locale e sportiva. Per Baseball.it scrive del "batti e corri" giocato nella sua terra, il Nord-Est, ma non disdegna di "intrufolarsi" anche in questioni a carattere nazionale e internazionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.