L'imbattuta Dominicana in finale, l'Olanda perde 4-1

Gli arancioni di Hensley Meulens, già in vantaggio al 1° inning con Simmons, subiscono il ritorno dei caraibici di Pena che al 5° segnano quattro volte e si qualificano per il match più importante del Classic 2013 contro Portorico

Peccato per l'eliminazione dell'Olanda, quando era ad un passo da un altro momento storico. Sarà infatti la Repubblica Dominicana l'avversaria di Portorico nella finale del World Baseball Classic 2013 in programma all'AT&T di San Francisco oggi pomeriggio alle 17 locali (in Italia sarà l'una della notte di mercoledì 20 marzo, diretta su ESPN America – canale 214 di SKY). La squadra di Tony Pena, ancora imbattuta nel torneo, ha sconfitto il Regno dei Paesi Bassi per 4-1 agguantando così la prima sospirata qualificazione per il match decisivo che assegnerà il terzo titolo del nuovo Mondiale (9 le valide dominicane contro le 4 degli arancioni).
E pensare che la gara, davanti a 27.527 spettatori, si era subito instradata bene per l'Olanda in vantaggio 1-0 al primo attacco contro Edinson Volquez grazie al punto segnato dell'interbase Simmons (base gratuita più lancio pazzo) sulla rimbalzante di Balentien.
Per quattro riprese la Repubblica Dominicana non riesce a far praticamente nulla contro l'annunciato partente olandese Diegomar Markwell. Tutto però si decide al quinto attacco dei caraibici che trovano il pareggio con la parte bassa del line up (doppi di Carlos Santana e Moises Sierra) e passano in vantaggio sulla titubanza del dug-out olandese a fare la fatidica chiamata al bull pen (valide di Jose Reyes e Miguel Tejada). Il rilievo Tom Stujfbergen non riesce ad arginare la situazione: il suo primo lancio è andato oltre il catcher Dashenko con il conseguente punto di Reyes del 3-1 poi concede una valida a Edwin Encarnacion con Tejada che corre per il 4-1.
L'attacco di Meulens prova fino in fondo a riacciuffare la partita ma Herrera, Strop (che ha anche passaporto olandese) e Rodney fermano ogni possibilità di rimonta. Vince la Dominicana, ma l'Olanda resta comunque tra le prime quattro al mondo.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.