Pierluigi Mandoi, un italiano nella "MLB Fan Cave"

Il 22enne studente leccese selezionato, insieme ad altri 15 tifosi, per assistere live da New York ai match del WBC. "Tiferò Italia dando visibilità agli azzurri durante il più grande evento internazionale di baseball"

Nella "Grande Mela" per tifare Italia e sperare, con le dita incrociate, che gli azzurri riescano nell'impresa a Phoenix. Un weekend di preparativi per il leccese Pierluigi Mandoi che rappresenterà la Nazionale di Mazzieri in occasione dell'iniziativa MLB Fan Cave, durante il World Baseball Classic 2013. Sedici tifosi, uno in rappresentanza di ciascun Paese partecipante al WBC, supporteranno infatti da New York le rispettive squadre nazionali durante la competizione, proprio grazie al "MLB Fan Cave: World Baseball Classic Edition".
Pierluigi Mandoi, 22 anni, studente in legge, gioca a baseball nel ruolo di prima base e ogni settimana tiene una trasmissione radio sugli sport americani. Si è innamorato del baseball dieci anni fa, guardando in televisione i New York Yankees e uno spettacolare fuoricampo di Aaron Boone. Fan sfegatato dei "Bronx Bombers", dal 2006 vola tutti gli anni a New York per vederli giocare allo Yankee Stadium. E c'era anche nella gara numero 6 delle World Series 2009, quando gli Yankees vinsero il 27° titolo della loro storia.
"Sono molto emozionato di rappresentare l'Italia nella MLB Fan Cave", ha commentato Mandoi. "E anche molto orgoglioso di appartenere alla comunità italiana del baseball, che riunisce sinceri appassionati e grandi esperti di questo sport. Avrò il piacere di tifare per l'Italia dando visibilità agli Azzurri in occasione del più grande evento internazionale del baseball, il World Baseball Classic, quando la squadra proverà a mettere in risalto tutte le qualità e le potenzialità che le hanno permesso di aggiudicarsi gli ultimi due campionati europei. Faccio il conto alla rovescia in attesa di vivere questa incredibile e, sono certo, indimenticabile esperienza!".
Durante i 18 giorni dell'iniziativa "MLB Fan Cave: World Baseball Classic Edition", i tifosi selezionati assisteranno in diretta a ogni match del torneo a tutte le ore del giorno e della notte. Oltre a sostenere i propri colori nazionali, incontreranno celebrità del baseball e condivideranno le proprie esperienze online attraverso video, blog e social media. Man mano che i vari team verranno eliminati dal torneo, i rispettivi tifosi lasceranno la MLB Fan Cave. I sostenitori delle quattro squadre finaliste parteciperanno quindi al Championship Round di San Francisco per assistere alla fase finale del World Baseball Classic. I tifosi possono rappresentare il Paese in cui risiedono o quello al quale appartengono.
La MLB Fan Cave è un particolare spazio dedicato agli eventi che unisce baseball, musica, cultura pop, media, tecnologia e arte. Supportato da MLB Advanced Media, è un ambiente che fornisce agli appassionati di baseball un flusso continuo di video online e conversazioni veicolate attraverso i social media. Con un totale di oltre 1,2 milioni di follower da 129 Paesi e regioni su Facebook, Twitter e Instagram, la MLB Fan Cave ha dato vita a una estesa community di tifosi di baseball di tutto il mondo. I fortunati "Cave Dweller" avranno la possibilità di interagire con questo pubblico globale di appassionati durante il torneo 2013 World Baseball Classic. I canali social media ufficiali World Baseball Classic su Facebook e Twitter, che hanno registrato una fortissima crescita a partire dal girone di qualificazione, forniranno ai "Cave Dweller" un'altra opportunità per connettersi ai fan di tutto il mondo.
Più di 400 celebrità, tra cui quasi 200 giocatori della Major League, musicisti, attori, ex giocatori e altri hanno visitato la MLB Fan Cave da quando è stata inaugurata nel 2011, partecipando a oltre 500 video online condivisi con i fan sui social media. La MLB Fan Cave è stata visitata da alcune delle più famose star del baseball come i partecipanti al 2013 World Baseball Classic John Axford (Team Canada), Miguel Cabrera (Team Venezuela), Robinson Cano (Team Dominican Republic), Adrian Gonzalez (Team Mexico) e David Wright (Team USA).
Il World Baseball Classic 2013, terza edizione del torneo, porterà sul diamante i migliori giocatori del mondo in rappresentanza delle loro nazionali. Dal 2 al 19 marzo 2013 saranno giocate 39 partite in sette stadi di quattro Paesi e territori, fra cui Fukuoka, Giappone; Taichung, Taiwan; San Juan, Porto Rico; Phoenix, Arizona; Tokyo, Giappone; Miami, Florida e San Francisco, California. Il Giappone difenderà ancora una volta il titolo, avendo vinto il torneo nel 2006 e nel 2009.
Per la prima volta nel 2013, il World Baseball Classic, ufficialmente autorizzato dall'International Baseball Federation (IBAF), verrà riconosciuto quale World Championship ufficiale dei team nazionali, con il vincitore premiato con i riconoscimenti 2013 World Baseball Classic Champion e IBAF World Champion. Per la prima volta sono stati organizzati quattro gironi di qualificazione al World Baseball Classic 2013 ampliando il numero di squadre partecipanti da 16 a 28. Da questa fase sono usciti i team di Brasile, Canada, Taiwan e Spagna, che incontreranno le squadre dei 12 Paesi o territori – Australia, Cina, Cuba, Repubblica Dominicana, Italia, Giappone, Corea, Messico, Paesi Bassi, Portorico, Stati Uniti e Venezuela – che avevano già ricevuto l'invito automatico al torneo in base ai risultati dell'edizione 2009.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.