Oui très bon, l'Unipol Bologna è già in finale

Al debutto allo Steno Borghese contro i francesi del Rouen la squadra di Nanni vince 4-0. Panerati sfodera una prestazione magistrale sul monte biancoblu reprimendo l'attacco transalpino. Decisiva la parte bassa del line-up felsineo

L'Unipol Bologna ha centrato il primo obiettivo dell'importante trasferta a Nettuno battendo 4-0 allo Steno Borghese i francesi del Rouen e qualificandosi per la finale dell'Europeo per Club di baseball, in programma alle 21 di domani (diretta su Rai Sport Due a partire dalle 22) contro la vincente tra Danesi e Amsterdam. La vittoria è arrivata al termine di una partita dominata nettamente dalla compagine di Marco Nanni, che nonostante il grande caldo, ha tenuto gli Huskies sempre sotto controllo, riuscendo esattamente ad imporre alla gara il ritmo che il manager aveva auspicato. Dalla parte della Fortitudo anche un infortunio capitato al bomber transalpino Paquette proprio durante l'allenamento pre-partita, costringendolo a dare forfait.
Protagonista dell'impresa dell'Unipol il monte di lancio guidato da un Luca Panerati in grande spolvero, mai veramente messo in difficoltà dalle mazze francesi per tutti i 6 innings lanciati. L'attacco è stato trascinato dalla parte bassa del line up, con De Donno e Sabbatani davvero tonici e abili nello sfruttare le occasioni. A chiudere la partita ci ha poi pensato Matteo D'Angelo che nell'ultimo terzo di gara ha emulato il suo compagno Panerati.
L'inizio della gara è stato caratterizzato dalla valida dell'esterno centro francese, secondo in battuta, Joris Bert, che riesce anche a rubare la seconda base sul turno di Gauthier. Ma si tratta dell'unica sbavatura della partita di Luca Panerati, che chiude la ripresa mettendo strike out Gauthier ed eliminando il ricevitore Marche. Fino al terzo inning la gara vive una fase di studio tra le due formazioni, con il partente francese Chris Mezger che riesce a intimorire le mazze biancoblu, facendo riemergere i palesi e canonici problemi offensivi dell'Unipol dimostrati durante l'anno. Il punto del vantaggio Fortitudo arriva al terzo inning. Mezger perde qualcosa in fase di controllo e concede la base su ball a D'Amico e Infante. In situazione di due out, grazie ad un errore su una secca battuta di Ermini del terza base francese Anthony Piquet segna D'Amico il punto del vantaggio bolognese. La Fortitudo si trova in vantaggio pur non avendo battuto ancora valide. Al quarto inning l'Unipol raddoppia il risultato: dopo lo strike out di Malengo seguono in sequenza il singolo di Sabbatani e il doppio di De Donno. Con seconda e terza occupata, Andrea D'Amico trova un contatto profondo che vale la volata di sacrificio per la segnatura di Sabbatani. Al quinto inning due errori consecutivi di Malengo permettono a Luc Piquet di arrivare in seconda ma l'inning si conclude senza problemi grazie ad una buona giocata di Vaglio sulla battuta di Becquey. Al sesto le segnature della Fortitudo diventano 4. Mezger è ancora sul monte nonostante abbia nel braccio già più di 100 lanci. Approfittando del fisiologico calo del partente francese, dopo il K di Castellitto, seguono i tre singoli consecutivi di Malengo, Sabbatani e De Donno: quest'ultimo permette la segnatura di Malengo. L'inning continua e dopo il K di D'Amico e la base su ball ad Infante, sulla battuta di Vaglio la difesa francese entra in confusione, tentando di eliminare De Donno in terza. Sulla giocata Sabbatani raggiunge casa base segnando il punto del 4 a 0. Lo stesso De Donno cercando di approfittare dell'errore cerca anch'esso la segnatura ma viene eliminato da un'assistenza 4-2. Da questo momento la partita perde un po' di verve. D'Angelo riesce a contenere le mazze francesi e altrettanto riesce a fare il nuovo lanciatore del Rouen, Joris Bert, che dall'esterno centro si è spostato sul monte. Il manager francese prova a spostare l'ago della bilancia utilizzando qualche pinch hitter ma la partita è saldamente nelle mani biancoblu e si conclude sul 4-0.
L'appuntamento ora è per domani alle 21, quando la Fortitudo giocherà per cercare di raggiungere la vetta d'Europa.

Alessandro Labanti
Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento