Nettuno per la matematica

La squadra di Bagialemani cerca contro il Grosseto le due vittorie che garantiscono i play-off. Derby primato tra T&A San Marino e Rimini, può approfittarne l'Unipol Bologna. Si gioca tutti in contemporanea da stasera a sabato

Sei partite e poi sarà tempo di play-off. Dopo la sosta per l'All Star Game, l'IBL prepara il terreno per la post-season e proprio questo week-end lungo (si gioca tutti in contemporanea stasera, domani e sabato) potrebbe sciogliere gli ultimi dubbi sulla quarta partecipante ai play-off. Nettuno è a +4 sul Parma con il vantaggio nello scontro diretto: agli uomini di
Bagialemani bastano due vittorie per saltare il fosso. Sulla carta un obiettivo del tutto alla portata della Danesi che ospita un Grosseto ormai alla deriva da tempo e che dopo aver centrato due clamorose doppiette contro Bologna e San Marino, si è letteralmente seduto.

Forse all'impresa non ci crede nemmeno più il Parma. Il nove di Gerali si è giocato le residue chance nello scontro diretto del "Borghese" ante-sosta ma dopo aver messo paura al Nettuno si è arreso alla forza del monte tirrenico. Sul diamante di casa contro la mina vagante Godo Knights, i ducali tenteranno di fare il pieno non senza rinunciare a dare spazio, un po' per forza e un po' per scelta, ad altri giovani promettenti del vivaio. Se il braccio di ferro per la quarta piazza è virtualmente risolto, resta da chiarire la griglia play-off. In ballo c'è un primo posto che fa sempre e comunque gola. A giocarselo ci sono T&A, Rimini e Fortitudo.

Buone indicazioni in merito dovrebbe darle l'esito del derby tra Titani e Pirati. I neroarancioni di Catanoso vogliono vincere la serie il che permetterebbe loro di agganciare i cugini ma di contare sul vantaggio dello scontro diretto. Forse non sarà un derby all'arma bianca come sicuramente succederà nei play-off, ma di certo nessuno vorrà concedere vantaggi all'avversario. E tra i due litiganti potrebbe godere il terzo, ovvero il Bologna (che nell'ultimo turno incrocerà mazze e guantoni proprio con la T&A) che sale a Novara e che dovrebbe mettere in saccoccia una tripletta di routine.

Cristiano Cerbara
Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento