Dodgers, continua la straordinaria cavalcata in vetta

Los Angeles continua a fare sfracelli nella West Division della NL. Dopo 66 anni sweep da 4 vittorie ai Phillies, mentre il partente Aaron Harang ottiene la 100esima vittoria in carriera. Nella AL fiato sospeso nella East Division. Al via l'Interlega

Aaron Harang, lanciatore partente dei Dodgers, vince la sua centesima partita e regala un storico sweep da quattro successi: è la prima volta, dopo 66 anni, che la franchigia californiana riesce ad infliggere un simile cappotto ai rivali di lega di Philadelphia. Il 34enne nativo di San Diego è in Major League dal 2002 (Oakland Athletics) e per 8 anni ha vestito la casacca di Cincinnati (2003-2010) prima di tornare nella natia California. Dopo una stagione trascorsa nella sua città natale con i Padres, all'inizio del 2012 è stato acquistato dai Dodgers per puntellare la rotazione dei partenti ed il 5-3 con 3.95 di media PGL in 12 partenze danno ragione a chi lo ha voluto. I Dodgers nel frattempo continuano a dominare la West Division della NATIONAL LEAGUE con 4 lunghezze di vantaggio su San Francisco e 9.5 su Arizona, rispettivamente al secondo e terzo posto. Siderale la distanza da Colorado (12) e San Diego (18) che oramai non sembrano aver più molto da opporre allo straordinario cammino di Los Angeles che, con 37 vittorie e 21 sconfitte, mantiene il miglior record di questa prima parte del campionato. Di contro i Phillies non riescono proprio a trovare il ritmo giusto e per ora non abbandonano l'ultimo posto nella East Division, dominata per 5 lunghi anni. Le sei sconfitte consecutive allontanano dai "Fightin's" la vetta del girone che resta comunque uno dei più combattuti visto che in 2 partite sono compresse ben 4 squadre. Per ora al comando i Nationals (32-23), seguiti da Atlanta (-1), New York (-1.5) e Miami (-2). Nella Central Division del "Senior Circuit" si stanno delineando i rapporti di forza. I primi a mollare sembrano essere stati i Chicago Cubs che con 19-38 sono a ben 5 lunghezze dal penultimo posto degli Astros, al loro ultimo anno di National League. A metà troviamo i deludenti Milwaukee Brewers che, dati per favoriti ad inizio stagione, non riescono a trovare un equilibrio, anche se le 7 vittorie nelle ultime 10 gare sono un segnale di ripresa importante. Al momento il girone è nelle mani dei Cincinnati Reds (31-25), con i sorprendenti Pittsburgh ed i soliti St. Louis Cardinals che seguono a -2.
Nella AMERICAN LEAGUE tiene con il fiato sospeso la lotta nella East Division dove tutte le partecipanti sono raggruppate in sole 3 partite. Nonostante le 8 sconfitte nelle ultime 11 gare in testa c'è ancora Baltimore, anche se adesso divide la prima piazza con Tampa Bay. Dietro gli Yankees (-0.5 con una gara in più da giocare), i Blue Jays (-2) ed i Red Sox (-3) sembrano in netta ripresa e pronti ad approfittare del momento di defiance del duo di testa. A proposito di recuperi sembrano essersi scossi dal torpore gli Angels che, nella West Division del "Junior Circuit" stanno riducendo le distanze dalla vetta, al momento ancora saldamente in mano ai Rangers. Le due franchigie si sono scontrate in una serie da tre dal primo al tre giugno e la vittoria per 2-1 nella serie per i padroni di casa di Anaheim ha risvegliato ulteriormente l'appetito del roster di Scioscia. Il cammino delle due rivali nelle ultime 10 gare parla di 3 vittorie per Texas contro le 6 dei californiani che, nella prossima serie in Colorado, proveranno a vincere la settima serie esterna consecutiva dopo 3 anni. I Rangers, nonostante il momento non felice, si mantengono comunque leader della AL con un record di 33-25 e tiene a distanza di sicurezza il duo Oakland-Seattle che vivacchia rispettivamente a -7 e -7.5. Nella Central Division i Chicago White Sox si godono il momento e con 32 vittorie e 25 sconfitte tengono a -1.5 gli Indians, mentre prosegue il momento no per Detroit che nelle ultime 10 gare non è andata oltre le 3 vittorie ed ora staziona a -6 dalla vetta. I Royals sembrano dare cenni di risveglio (6-4 nelle ultime 10) così come i Twins (7-3), ma ancora non riescono a mollare gli ultimi 2 spot del girone. E ora al via le Interleague che hanno vissuto un anticipo dal 17 al 19 maggio quando, in quel di Chicago, i White Sox hanno rifilato un secco 0-3 ai Cubs al Wrigley Field.

Andrea Tolla
Informazioni su Andrea Tolla 475 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento