La Danesi vince e balza poderosamente in testa

Nettuno sconfigge (2-1) i padroni di casa del Rotterdam. Bene Juan Figueroa sul monte, autore di 12 k, ottimo Ambrosino nel box, 2 su 3. Domattina alle 10 sfida decisiva, vincendo coi francesi del Rouen si è primi

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La Danesi Nettuno balza in testa al girone battendo (2 a 1) i padroni di casa del Rotterdam e assicurandosi la possibilità di giocarsi il primato nello scontro di domani mattina contro i tedeschi del Buchbinder Legionaere Ratisbona. Figueroa lancia una partita da manuale, resta in campo per otto inning concedendo appena 4 valide e lasciando al piatto 12 avversari. La salvezza è di Carlos Richetti.

L'unico punto del Rotterdam arriva al terzo: singolo, errore, battuta in diamante e ancora singolo per l'1 a 0 che la Danesi pareggia subito dopo grazie al trittico di valide di Sparagna, Caradonna e Ambrosino, quest'ultimo con un bunt che beffa il pitcher avversario. A basi cariche la battuta in doppio gioco di Retrosi spinge comunque Sparagna a punto. Al quinto Nettuno concede il bis: singolo di Imperiali, base a Sparagna, battuta in doppio gioco di Caradonna e valida di Ambrosino – ancora lui (2 su 3 il finale nel box)- che porta a casa il 2-1 che resterà il risultato finale. Danesi che sfrutta al meglio le sette valide concesse dai lanciatori avversari e nel mound, in queste sfide olandesi, sembra avere una continuità impressionante.

Domani tocca a Ricardo Hernandez ma dietro di lui Bagialemani avrà praticamente tutta la rotazione a disposizione. L'impressione è che lo spirito della Danesi, quando la squadra è messa alle strette, sia quello di sempre. Vincendo Nettuno arriva primo, grazie al miglior scontro diretto con i sorprendenti francesi del Rouen.

Commenta per primo

Lascia un commento