Bologna esplosiva nel box, super Panerati sul monte

La T&A San Marino affonda sotto i colpi dell'Unipol che piazza 13 valide di cui 4 fuoricampo (due di Castellitto). Ottima l'accoppiata Panerati-D'Angelo. Secondo successo per i ragazzi di Nanni, un grosso passo avanti verso le Final Four

L'Unipol Assicurazioni Fortitudo Bologna ha travolto con un rotondo 8-1 la T&A San Marino, campione in carica ed una delle favorite del girone di qualificazione in svolgimento al Serravalle per le Final Four della European Cup 2012.

Con questo netto successo maturato nella seconda giornata del torneo, la compagine bolognese è l'unica a punteggio pieno, avendo sconfitto entrambe le squadre che erano considerate le concorrenti principali per i due posti che valgono la finale europea, ma deve ora affrontare ancora tre gare in programma. La potenza della squadra biancoblu è letteralmente esplosa al sesto inning, quando un doppio di Gabriele Ermini ha portato in vantaggio i bolognesi, segnando nei fatti la fine della partita del lanciatore partente avversario. Poco dopo, sul rilievo di Ribeiro, Mark Castellitto, autore anche di una bella presa difensiva nella parte iniziale del match, ha iniziato la sua grande serata con un fuoricampo da 3 punti, che ha ipotecato il match. I bolognesi hanno continuato a toccare duro nelle riprese successive, in ognuna delle quali i battitori Unipol hanno spedito la palla oltre la recinzione con tre "solo homer", di Juan Carlos Infante al 7°, ancora Castellitto all'8° e Claudio Liverziani al 9°, ai quali si è aggiunta al penultimo inning un'ulteriore segnatura, causata da un errore difensivo.

Per metà incontro la gara era stata dominata dai lanciatori partenti, entrambi mancini, Rodney Rodriguez, scelto dal manager locale Doriano Bindi, e Luca Panerati (7 riprese, 4 valide, 1 base ball, 6 strikeout, 1 punto subito), schierato da Marco Nanni, vincente e acclamato alla fine dal folto pubblico petroniano. Un vero e proprio duello sul monte per 5 riprese, con gli attacchi a divertirsi davvero poco (5 valide, sommando quelle delle due squadre). Raramente si erano visti corridori in posizione punto, solo i Titani avevano avuto l'opportunità di passare al quarto inning, aperto da un doppio di Imperiali, che successivamente commetteva l'ingenuità di partire con troppo anticipo dal cuscino su un "pesta e corri". Occasione che si è ripresentata ai Titani al settimo inning, con risultato già compromesso e Ramos capace di andare a segno per la "bandiera", sulle rimbalzanti di due compagni, dopo aver battuto un doppio da leadoff. Infine, due riprese "perfette" per la chiusura di Matteo D'Angelo sul mound Fortitudo,

LA CRONACA – La sfida fra i mancini Rodriguez e Panerati è davvero equilibrata: per metà incontro i due lanciatori hanno la meglio sui rispettivi attacchi. La partita tuttavia comincia con la valida di Infante, che successivamente ruba la seconda, dopo l'out per regola di Ermini, ma Rodriguez si riprende con due strikeout consecutivi su Liverziani e Sato. La prima valida dei padroni di casa arriva in apertura di secondo inning, ma in realtà è De Donno a perdere la visuale della facile volata di Mazzuca, che cade. Tutto risolto con una bella presa a sinistra di Castellitto su una legnata di Chapelli e con un successivo doppio gioco difensivo operato dai biancoblu.

Insistono i Titani, che aprono con una valida anche il loro terzo attacco, è un singolo di Leone, che avanza sul bunt di sacrificio di Albanese, va in terza sull'out di Bittar, senza che poi Avagnina riesca a concretizzare. Singolo interno per Ermini che apre il quarto attacco bianco blu: il prima base avanza sul groundout di Liverziani, ma sia Sato che Castellitto non riescono a sfruttare l'occasione. Al cambio di campo, il San Marino si fa ancor più pericoloso, perché Imperiali tocca un doppio al centro, con palla che rimbalza fuori dal campo. Segue Ramos, che batte lungo al centro, la palla è presa al volo da De Donno, parte Imperiali per la terza base, arriva salvo, ma la Fortitudo opera il "gioco d'appello", perché il corridore è partito prima del tempo, gli arbitri danno ragione ai biancoblu, dunque doppia eliminazione. Solo un colpito di De Donno da segnalare alla quinta ripresa, mentre la sesta è aperta da un singolo a sinistra di Infante. Segue Ermini che prima fallisce il tentativo di bunt, poi batte un poderoso doppio in mezzo agli esterni che manda a segno l'interbase e sigla il vantaggio biancoblu. 0 a 1. L'ex-maremmano va in terza base sull'eliminazione in diamante di Liverziani. Segue una base intenzionale a Sato, ultimo atto della partita di Rodney Rodriguez, che è sostituito da Ribeiro. Il rilievo ex biancoblu tira tre ball a Castellitto, sul quarto lancio l'esterno bolognese tocca una lunghissima legnata a sinistra, un fuoricampo da 3 punti. 0 a 4. Prima di chiudere la ripresa senza danni ulteriori,Ribeiro concede due singoli a Vaglio e Sabbatani. Mentre Panerati è sempre più in controllo, un'altra zampata biancoblu apre il settimo attacco, ancora una volta Ribeiro colpito duro, questa volta è Juan Carlos Infante a battere a destra un "solo homer". 0 a 5. Segue l'out di Ermini, poi una valida a destra di Liverziani manda Ribeiro sotto la doccia, tocca a Cingolani, che ottiene subito due facili out, perché Sato batte una lenta rimbalzante destinata al doppio gioco.

Nella parte bassa apre un lungo doppio a sinistra di Ramos, che avanza in terza sull'eliminazione di Mazzuca e segna su quella di Chapelli. 1 a 5. Inizio ottavo inning, replica di Mark Castellitto, che batte un "solo homer" al centro. 1 a 6. C'è l'out di Vaglio, poi la valida di De Donno e la base ball a Sabbatani. Segue D'Amico che batte in scelta difesa, la difesa del San Marino tenta di chiudere il doppio gioco in prima, pasticciando, ne approfitta De Donno, che corre indisturbato a segnare il 1 a 7. Dall'ottava ripresa sale sul mound biancoblu Matteo D'Angelo, a sostituire uno strepitoso Panerati. Il rilievo bolognese non ha problemi a contenere le scarse velleità dei Titani, ormai senza speranze. All'ultimo inning, Liverziani colpisce ancora duramente i titani con un fuoricampo a destra, il quarto battuto dall'attacco biancoblu. 1 a 8.

T&A SAN MARINO – UNIPOL ASSICURAZIONI BOLOGNA 1-8

Unipol Assicurazioni Fortitudo 000 004 121 = 8

T&A San Marino                       000 000 100 = 1

BOLOGNA: Infante (ss) 3/5; Ermini (1b) 2/5; Liverziani (ed) 2/5; Sato (dh) 0/3 (Malengo); Castellitto (es) 3/5; Vaglio (2b) 1/5; De Donno (ec) 1/3; Sabbatani (r) 1/3; D'Amico (3b) 0/4. TOT: 13/38

SAN MARINO: Avagnina (es) 0/3; Imperiali (2b) 1/4; Ramos (dh) 1/3 (Cingolani F. 0/1); Mazzuca (3b) 1/3; Chapelli (ec) 0/3; Reginato (ed) 0/3; Leone (1b) 1/3; Albanese (r) 0/2; Bittar (ss) 0/3.  TOT: 4/28

Note: DOPPI: Ermini, Imperiali, Ramos; FUORICAMPO: Castellitto, da 3 al 6° e da 1 al 8°; Infante, da 1 al 7°; Liverziani, da 1 al 9°; RBI: Infante, Ermini, Liverziani, Castellitto (4), Chapelli.

Lanciatori: Panerati (Bo): W, 7 rl; 4 bv; 1 bb, 6 so, 1 er; D'Angelo (Bo): 2 rl; 0 bv; 0 bb, 1 so, 0 er;  Rodriguez (Sm): L, 5.1 rl; 4 bv; 1 bb, 8 so, 3 er; Ribeiro (Sm): 1 rl; 5 bv; 0 bb, 1 so, 2 er; Cingolani G. (Sm): 2.2 rl; 4 bv; 2 bb, 0 so, 2 er.

Alessandro Labanti
Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento