Fibrodisplasia Ossificante Progressiva, Parma e tifosi uniti

A partire da stasera, in occasione delle sfide con il Rimini e con il Bologna del prossimo week-end, Indiani Parmigiani e Baseball Parma organizzano una raccolta fondi allo stadio Cavalli. Mercatino e riffa con estrazione sabato prossimo

In occasione delle partite interne Cariparma-Rimini e Cariparma-Fortitudo Bologna, il gruppo di supporters Indiani Parmigiani, in collaborazione con la società e con l'appoggio dell'associazione Il Diamante, organizzano una raccolta fondi a scopo benefico in favore dell'associazione FOP. Martedì la società ha presentato alla stampa l'iniziativa insieme ai rappresentanti dei tifosi. "Quella delle iniziative benefiche – spiega Rossano Rinaldi, presidente del Cariparma Baseball – è una tradizione che ci contraddistingue ormai da cinque anni insieme agli Indiani Parmigiani, il nostro gruppo di sostenitori più appassionato".
"La F.O.P., fibrodisplasia ossificante progressiva, è una Onlus che sostiene la ricerca nel campo di questa malattia rarissima, che ha colpito fino ad ora solo ventisei persone in Italia, ma è al momento difficilmente diagnosticabile. Servono molti soldi ed è per questo che abbiamo scelto due sfide di cartello come quelle con il Rimini e con il Bologna per effettuare questa raccolta fondi". I tifosi che si recheranno allo stadio potranno trovare nello spazio retrostante le tribune un banchetto allestito dai tifosi con interessanti cimeli di vari sport, il cui ricavato verrà devoluto in beneficienza: "Tra gli oggetti più interessanti ci sarà la casacca della Germal appartenuta a Stefano Manzini – spiega Alberto Amelia- "Capo" del gruppo di tifosi organizzato- oltre alla tuta della World Vision Campione d'Italia 1985, quella resa celebre dalla foto scattata per lo Sponsor all'interno del Colosseo! Ma dobbiamo ringraziare anche atleti di altri sport, come il rugbista Tito Tebaldi (che effettuerà il primo lancio), che ci hanno donato maglie e altri cimeli del loro sport".
Oltre ad acquistare i cimeli alla bancarella allestita dagli Indiani Parmigiani, gli apassionati presenti allo stadio otranno acquistare un biglietto della riffa che metterà in premio una coppa e due salumi, donati dal salumificio Ermes Fontana, oppure una delle magliette commemorative della manifestazione, realizzate grazie al contributo della tabaccheria Vizio & Capriccio.
Il rappresentante della FO, Massimo Alfieri, la cui figlia è stata colpita dalla malattia, ha ringraziato gli Indiani perchè "sono tempi difficili e le malattie sono tante. Noi siamo grati sia ai tifosi che al Parma baseball perchè si muovono sempre con grande cuore. Tutta la città ci sta aiutando e siamo molto contenti". Ha poi raccontato le ultime novità sull'operato dell'associazione: "Abbiamo organizzato un incontro all'ospedale Gaslini, con il quale collaboriamo, ai primi di giugno. Poi ci sarà un convegno anche a Milano. Siamo riusciti a portare i ricercatori americani in Italia ed è un grande passo, ma la strada per sconfiggere questa malattia terribile è ancora lunga!"
Ha chiuso la conferenza stampa il GM del Parma baseball che ha annunciato in anteprima che donerà al mercatino "la tuta o la divisa della nazionale olimpica del 1984" e poi ha ricordato che "spesso si fa beneficienza per le grandi organizzazioni, ma ci si dimentica di quelle più piccole, altrettanto imortanti. Noi siamo felici di aiutare la FOP. E speriamo – ha chiuso sorridendo – di fare beneficienza… solo fuori dal campo!"

Avatar
Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento