Girone A, campionato diviso in due

No-hit di Angel Marquez del Modena che piazza 21 strike-out contro la Farma Crocetta. I box di battuta trascinano le squadre di vertice. Roma leader, gli Athletics Bologna sorprendono i campioni dell'Arezzo

Rinvii e recuperi da disputare ormai non fanno più testo. Il quadro del girone A della serie A federale è ben delineato e si profila un torneo diviso pressapoco a metà. L'Urbe Roma prima, ferma a una sola sconfitta, a seguire Sala Baganza e Crocetta che hanno perso tre volte ma vinto sette. Stesso numero di ko per Messina e campioni d'Italia dell'Arezzo che però hanno rispettivamente 5 e 4 vittorie.
La seconda tranche inizia dal Modena (4 vittorie e 4 sconfitte), forse in grado di fare da "elastico" tra i due spezzoni del campionato che nella seconda parte vede annaspare Mastiff Arezzo, Athletics Bologna e l'Anzio. Le prime due hanno almeno una vittoria, la formazione tirrenica ancora la insegue. E dal Modena dobbiamo iniziare questa settimana, data la grande prova di Angel Marquez capace di portare a casa una no-hit ed eliminare ben 21 battitori al piatto nella gara vinta dai suoi contro il Crocetta.
Per il resto la classifica è giustificata dagli ottimi box di battuta. L'Urbe Roma ha una media squadra di 328 ed è seconda nella A federale. Al primo posto c'è l'Arezzo (346) e al terzo Crocetta (300). Sempre l'Urbe Roma sul monte è leader nel campionato con una media pgl di 1,86, frutto anche del fatto che Rodà e Costantini non hanno ancora subito punti. Media che vede l'Anzio, invece, chiudere la classifica con un mesto 15,65. Se c'è una caratteristica che emerge dal girone A, infine, i troppi errori che commettono le squadre. Nessuna è ai primi posti nella media difesa della A federale e, altro particolare, tutte hanno numeri in doppia cifra nella casella degli errori.

Commenta per primo

Lascia un commento