Barcellona e Valencia, mezzogiorno di fuoco

Le due squadre si sono sfidate in due intensi match sul diamante del Perez de Rozas, al Montjuic, e restano al comando della Division de Honor. In gara-1 vittoria in rimonta del Barcellona (5-4), in gara-2 riscatto del Valencia (4-2)

Era Barcellona-Valencia il big-match dell'ottava giornata della División de Honor, ovvero il confronto tra le prime due del massimo campionato spagnolo di baseball (Barcellona 13 vittorie e 1 sconfitta, Valencia 11 vittorie, 1 sconfitta e 2 partite da recuperare). Ad accogliere la grande sfida lo stadio municipale Perez de Rozas di Barcellona, teatro del doppio incontro tra le squadre che al momento occupano gli unici due posti disponibili per contendersi il titolo della División de Honor (a luglio al meglio delle tre partite).
A seguire con molto interesse la serie anche i Marlins di Tenerife, che sperano di potersi inserire nella lotta per una delle due posizioni valide per i play-off. Per i canarini il miglior risultato sarebbe stato la vittoria della serie da parte di una delle due, cosi da poter cercare di recuperare terreno alla più vicina concorrente.
Il double-header (iniziato alle 12) ha visto gli ospiti partire subito forte e portarsi in vantaggio per 2-0 nella parte alta del primo inning, grazie ad un doppio di Ochoa che spinge a casa Infante e Mendez. L'attacco blaugrana è rimasto all'asciutto fino alla parte bassa del quinto inning. Nel frattempo, gli Astros hanno segnato altri due punti, uno nel secondo e uno nel terzo inning, e si sono portati sul 4-0, situazione inedita per il Perez de Rozas. Fino ad ora, infatti, nessuna squadra era riuscita a mettere il Barcellona così in difficoltà sul suo campo. Nel quinto inning, l'attacco dei catalani finalmente si sveglia e l'inerzia dell'incontro passa a favore della squadra di casa che riesce ad accorciare le distanze segnando un punto al quinto e uno al sesto inning, pareggiando poi i conti nell'ottavo grazie a 3 errori della difesa degli Astros. Al nono, Oscar Jimenez sul monte di lancio mantiene inalterato il punteggio e nella parte bassa il Barcellona segna il punto della vittoria grazie ad un walk-off single di Daniel Cepin che spinge a casa Ramón Varela e completa l'incredibile rimonta della capolista (5-4).
Nel secondo incontro, il Barcellona inizia meglio e si porta in vantaggio nella parte bassa del primo inning grazie ad un valida di Oscar Roman che spinge a casa Oscar Angulo. Gli ospiti pareggiano al quarto con un singolo di Aineto che consente a Infante di segnare il punto dell'1-1. L'attacco dei blaugrana riesce a colpire diverse valide, ma quasi tutte a basi vuote e spreca molti corridori (saranno ben 7 a fine partita i rimasti in base), non riuscendo più a segnare punti fino alla parte bassa dell'ottavo inning. Nel frattempo Valencia si porta in vantaggio nel quarto inning ed allunga le distanze nel quinto grazie a due errori della difesa del Barcellona e ad una valida di Infante che porta a casa due punti segnati da Mendez e Rosell. A nulla serve il punto segnato da Daniel Cepin su valida di Oscar Angulo: nel nono inning entrambe le squadre non riescono a segnare e l'incontro finisce 4-2 per il Valencia. Con questi risultati, Barcellona e Valencia consolidano le posizioni di testa e mantengono le distanze dai Marlins di Tenerife.
Negli altri incontri della giornata, il Viladecans si aggiudica il derby catalano vincendo entrambi gli incontri contro il Sant Boi. Nella prima partita, il risultato è rimasto in equilibrio fino al settimo inning, quando il Viladecans mette a segno 6 punti ed altri 4 nell'ottavo. Grazie a questi due "big-inning", il Viladecans vince il primo incontro per 12-5. Nella seconda partita invece, il risultato resta in equilibrio fino alla fine. C'è bisogno di ben due extrainning per stabilire il vincitore. Nella parte bassa del nono, con il punteggio di 2-2, grazie ad una volata di sacrificio di Porcar il Viladecans porta a casa il punto della vittoria (3-2) segnato da Valdes.
I Marlins di Tenerife, terzi in classifica e vincitori della Coppa del Re 2012, si sbarazzano facilmente del Pamplona vincendo in casa per 6-2 la prima partita e per manifesta superiorità (13-1) la seconda. Molto più combattuta invece la serie tra San Inazio Bilbao e Navarra che si aggiudicano una vittoria a testa. La prima partita finisce 8-3 per i padroni di casa del Navarra e la seconda 9-7 per gli ospiti. Infine, El Llano-Halcones di Vigo non si è potuta disputare a causa della pioggia.
Il prossimo fine settimana (sabato 5 e domenica 6 maggio) si disputerà l'ultima giornata del girone di andata. Dopodiché è prevista una settimana di pausa, durante la quale gli Astros di Valencia potranno recuperare le due partite contro San Inazio e cercare di agganciare il Barcellona in cima alla classifica della División de Honor.

Avatar
Informazioni su Alex Ciherean 25 Articoli
Alex Ciherean nasce ad Albenga, in provincia di Savona il 28 luglio 1986, da padre romeno e madre italiana. Nel 2005 si trasferisce a Milano per studiare economia all´Università Bocconi, specializzandosi in management, con particolare interesse per la gestione delle società sportive. Dal 2009 vive a Barcellona, città in cui ha fatto un master in International Management presso l´ESADE Business School, ed ha approfondito in particolare i suoi studi legati all´influenza che le organizzazioni economiche e no-profit hanno sulla società. Per completare la sua formazione, nel periodo universitario si è recato oltreoceano per studiare alla Simon Fraser University di Vancouver ed alla University of California at Los Angeles (UCLA) ed ha trascorso tre mesi in Florida lavorando nella città di Miami. Durante questi viaggi, l´interesse per il baseball che lo aveva sempre accompagnato sin da bambino è diventato una vera e propria passione. Decisivo in questo senso, è stata la possibilità di vedere partite di Major League dal vivo. Attualmente lavora per PepsiCo Iberia nella sua sede di Barcellona ed al tempo stesso svolge l´incarico di Community Manager per il Club Béisbol Barcellona, squadra nata nel 2012, dopo la decisione del F.C. Barcellona di chiudere una delle sezioni di baseball più antiche d´Europa.

Commenta per primo

Lascia un commento