Pirati, è arrivato Mark Di Felice

Il lanciatore ex-Milwaukee (con l'Italia al World Baseball Classic 2009), ha effettuato oggi il suo primo allenamento a Rimini. Difficile l'impiego nel derby ma contro San Marino ci sarà Seth La Fera, anche lui arrivato oggi

Primo allenamento italiano per Mark Di Felice. Il pitcher italo-americano, supercolpo che il presidente Zangheri teneva in serbo da qualche tempo, è sbarcato oggi all'aeroporto di Bologna ed è stato subito accompagnato allo Stadio dei Pirati di Rimini dove ha sostenuto la sua prima seduta agli ordini dello staff capeggiato dal manager Chris Catanoso.

Trentasei anni da compiere il prossimo 23 agosto, Di  Felice (nato a Bryn Mawr in Pennsylvania) è professionista dal 1998 e vanta 3 stagioni in Major, l'ultima, seppure per una breve apparizione di 3 riprese, addirittura l'anno scorso con i Milwaukee Brewers con i quali aveva esordito nel 2008 lanciando 15 inning (2,84 di media pgl).

Il bis ben più corposo nel 2009 con 59 riprese sul monte e 3,66 di pgl, anno in cui Di Felice partecipò al World Baseball Classic con la casacca della nazionale italiana (4 riprese da partente lasciando a zero il temibile line-up del Venezuela). Nazionale di Mazzieri che lo aspetta ovviamente per i prossimi Europei. Sei le stagioni in Triplo A con le casacche di Colorado, Baltimora, Washington e ovviamente Milwaukee, con i quali era tornato alla grande nel 2011 (2,17 in 29 riprese a Nashville) dopo l'infortunio alla spalla che lo aveva tenuto fermo nel 2010.

Difficilmente Di Felice sarà disponibile per il super derby con la T&A San Marino (restano da perfezionare alcuni dettagli burocratici nella documentazione) ma il suo ingaggio, oltre che di grande prestigio, va a completare il mound dei Pirati come meglio non si potrebbe visto che Di Felice potrà dare una mano in gara1 a Cruceta e Tabata oltre a fungere da primo rilievo per Marquez in gara2 (Corradini potrà quindi tornare nella gara dell'Asi con Patrone e Pezzullo).

A poche ore di distanza da Di Felice, i Pirati hanno anche riabbracciato Seth La Fera, pure lui sbarcato oggi in Romagna e invece disponibile per il trittico con la T&A.

Cristiano Cerbara
Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento