Marco Mazzieri: "L'Italia con i migliori"

Il manager azzurro: "Vogliamo fare la festa all'Olanda in casa sua". Il Presidente Fraccari: "Scindere il campionato dalla Nazionale". Dall'Italian Baseball Week, a Nettuno dal 27/8 al 4/9, la squadra per difendere il titolo

La Nazionale con i giocatori "migliori che potrò convocare". La possibilità di usare i giocatori di Grande lega torna in ogni occasione ma Marco Mazzieri, manager dell'Italia, taglia corto. C'è un Europeo da difendere come campioni in carica, a casa  dell'Olanda che ha fatto suo il Mondiale e festeggia i 100 anni della Federazione "speriamo di fare noi la festa a loro – dice il manager – pur con le ristrettezze che abbiamo avuto faremo di necessità virtù, all'Italian Baseball Week metteremo a punto la squadra per cercare di confermarci in Europa". Lo ribadisce Mazzieri: "I ragazzi sanno che va in campo chi merita". L'Italian Baseball Week si giocherà a Nettuno dal 27 agosto al 4 settembre e da lì uscirà  l'Italia che affronterà la trasferta per il torneo continentale.

Sulla Nazionale non ha usato mezzi termini il presidente Riccardo Fraccari: "Ricordo ancora le polemiche di quando siamo andati al primo Classic, mi dissero che avevo dato l'Italia  n leasing e risposi che con il leasing prendevamo solo le auto della federazione. Quella partecipazione – aggiunge – ci dà ancora effetti, ci sono giocatori che hanno continuato a lavorare con noi dopo aver terminato la carriera". Parliamo di Mike Piazza e Frank Catalanotto…

A proposito di  classic "noi siamo qualificati, potenze come Canada o Taipei dovranno giocarsela". Poi l'affondo: "Dobbiamo separare la nazionale dal campionato nazionale, far certamente crescere il movimento ma l'Italia ha un altro obiettivo che è quello di vincere e di farlo con i migliori". Sottolineato, poi, come "nessuno sport ha fatto tanto per la presenza di italiani in campo durante il campionato" ma soprattutto come "l'Accademia resta il nostro fiore all'occhiello, guardate quanti giovani hanno esordito e provengono da lì, ci serve per il movimento e non l'abbiamo toccata decidendo di tagliare la preparazione delle nazionali, questo la dice lunga su cosa vogliamo fare". Ovvero "lasciare un patrimonio di esperienze e atleti a chiunque gestirà, un domani, questo movimento".

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.