Cariparma, l'ennesima entusiasmante scommessa

L'età media più bassa del campionato IBL (circa 24 anni) per la squadra di Gibo Gerali. I ducali presentano un lanciatore straniero, Angel Salazar, di 21 anni e un gruppo di prospetti interessanti

Scommessa è la parolina magica del Cariparma edizione 2012. Se la Fortitudo Bologna ha voltato pagina e deciso di puntare sui giovani talenti, il Cariparma ha fatto ancora di più, abbassando ulteriormente la sua già bassa età media, "la più bassa del campionato: 24,6 anni – ha spiegato un orgoglioso Massimo Fochi nel corso della tradizionale presentazione a stampa e autorità avvenuta questa mattina nella sede dello sponsor Cariparma Credit Agricole credo che nella vita si debba agire con molta coerenza per dare un senso a quello che si fa. E soprattutto essere riconosciuti, come è nella nostra volontà, come capofila di un progetto – ha continuato il General Manager- Il progetto è quello della Franchigia ed è unico non solo nel panorama del baseball italiano ma dello sport in generale. "
La società vice-campione d'Europa ha fatto scelte drastiche,in parte volute, in parte obbligate, come ha spiegato il presidente Rinaldi: "perchè la situazione economica ce lo impone, ma anche perchè crediamo che la scelta di investire maggiormente sui giovani, alla lunga ci darà ragione, perchè hanno più fame più determinazione. Forse faremo un po' fatica all'inizio, ma poi sono convinto che raggiungeremo i risultati che ci competono" ha affermato sicuro il massimo esponente del club ducale, sostenuto ancora una volta da Fochi che ha concluso: "il nostro progetto è sinonimo di coraggio, abbiamo fatto scelte dolorose (la rinuncia a Corradini, Dallospedale, Michele Gerali, Medina e Munoz che è entrato a far parte dello staff tcnico con Montanini,Poma e Cavazzini) perchè non è mai facile lasciar partire giocatori importanti che sono stati con noi per anni, ma credo che per ottenere dei risultati si debba avere voglia di osare. Ci vorrà un po' di pazienza, sarà necessario un rodaggio, anche se credo che questa squadra sia potenzialmente molto più dotata tecnicamente di quella che l'ha preceduta. E sto notando un amalgama che non c'era mai stato prima, i giocatori hanno grande determinazione!"
Scommessa quindi, anzi, tante scommesse in questo Cariparma. Quella di un lanciatore straniero giovanissimo,  il ventunenne Angel Salazar, che lancia la pallina a più di novanta miglia, ma che deve logicamente acquisire esperienza e mestiere, quella di uno staff di lanciatori italiani che è stato privato del suo elemento di maggior valore "Corradini per quest'anno ci ha dovuto lasciare a causa di motivazioni personali, ma il cartellino rimane nostro – ha puntualizzato il presidente Rinaldi". I vari Pizziconi, Giovanelli, Corsaro, ma anche i giovanissimi Rivera e Zambelloni che si divideranno tra IBL 1 e IBL 2, avranno molto da lavorare per colmare il gap, ma hanno grande determinazione. E nelle amichevoli si sono già visti i primi effetti del duro lavoro con Joel Lono. Scommessa anche per un emozionatissimo Leonardo Zileri, al quale tremava la voce alla prima uscita ufficiale da capitano, ma che quando si riprenderà definitivamente dall'intervento al ginocchio vorrà far tremare lui i lanciatori avversari.
Poi ci sono i giovani accademisti, Davide Benetti (classe 1993), autore domenica scorsa a Bologna del primo fuoricampo con la casacca del Cariparma e Sebastiano Poma, esterno centro titolare almeno nelle prime giornate, a soli 18 anni. Su entrambi la società punta tantissimo e spera che possano ripercorrere la stessa strada già percorsa dai vari Desimoni e Zileri.
In un gruppo di giovani, tra i quali figura di diritto anche la nuova spalla di Bertagnon, il ventiseienne ricevitore venezuelano Osman Marval, non poteva mancare il giocatore più esperto. L'onore e l'onere spetteranno all'interbase ex major league Anderson Machado. Che però nelle prime uscite ha leggermente deluso. Giusto aspettarlo, perchè uno come lui le qualità le ha per forza, tuttavia ci sono motivi di preoccupazione nello staff del Cariparma: il venezuelano ha avuto un incidente in taxi durante il tragitto casa-aeroporto e si è procurato una micro-frattura alla mano destra che al momento gli impedisce di tirare come vorrebbe. Lo staff sanitario sta studiando le soluzioni. Intanto però, è probabile che Gerali approfitti della contemporanea assenza di Sambucci nella sfida inaugurale con il Bologna per schierare Machado come battitore designato, con Marval in prima e Benetti o Scalera interbase. Si vedrà. Chi sicuramente salterà almeno i primi due week-end di campionato è Marco Grifantini, le cui condizioni tuttavia stanno migliorando. Al suo posto però ci sarà l'ultimo acquisto, quell'Adam Clerici che ha già messo in mostra al "Blue F Ball" buone doti e discreta velocità e il cui cartellino è di proprietà della Fortitudo, che l'ha scartato in occasione di un provino quest'inverno: anche per lui sarà una scommessa!
Inizialmente la squadra di Gerali parte come quinta forza del campionato, ma la forza del gruppo, la crescita dei giovani, l'obiettivo della convocazione agli europei per i più esperti, potrebbero essere le premesse per un nuovo "miracolo"

Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.