Aspettando la IBL 2012, Nettuno scalda i motori

Lunedì 23 gennaio parte la preparazione ufficiale allo Steno Borghese con capitan Mazzanti e le novità Morville e Montecchi. Dal 9 marzo sette amichevoli con i tedeschi del Ratisbona. Bagialemani vuole un altro lanciatore straniero

Pronti a ripartire. Il Nettuno si prepara alla stagione 2012 tra le grandi aspettative dei suoi tifosi. Ruggero Bagialemani riunirà i suoi lunedì prossimo, giorno in cui tutti gli italiani del roster, guidati da capitan Mazzanti, si ritroveranno insieme a giovani interessanti come Nestore Morville e William Montecchi, lo scorso anno in A federale con l'Anzio. Bisognerà poi aspettare il 10 marzo per l'arrivo degli stranieri.
"La cosa più importante in questo momento – spiega Il manager nettunese – è recuperare la miglior condizione fisica. La tecnica e la tattica le cureremo dopo, soprattutto quando avremo la squadra al completo". Come lo scorso anno la preparazione sarà supportata da numerose amichevoli. Il 9 marzo giungeranno in particolare a Nettuno i campioni di Germania del Ratisbona, avversari della Danesi anche nel girone di qualificazione dell'European Cup, per disputare una serie di sette partite.
Sul mercato il Nettuno è stato tra i grandi protagonisti con gli acquisti di William Bergolla, Santos Hernandez, Ricardo Hernandez, Chris Crescenzi e Ray Sadler. Ancora una volta sembra essere il bullpen l'arma pesante del Nettuno che è sulle tracce anche di un altro lanciatore straniero da affiancare a Santos Hernandez in gara-1.
A livello difensivo mancherà il contributo determinante di Kelly Ramos, probabilmente tra i migliori catcher in assoluto degli ultimi 15 in Italia, che sarà sostituito da Crescenzi, ricevitore italo-americano che si presenta con numeri importanti nel box (16 fuoricampo e 47 punti battuti a casa in A federale con la maglia del Rovigo) e dovrà dimostrare il suo valore dietro al piatto. In compenso l'arrivo dell'interbase statunitense William Bergolla, con un passato in Major con i Cincinnati Reds, potrebbe far crescere e di molto l'affidabilità difensiva della squadra nettunese.
Nota dolente del Nettuno visto lo scorso anno è stata l'attacco. In questo senso è arrivato il colpo da copertina. Lo slugger Ray Sadler che avrà il compito di sostituire Juan Camilo, al di sotto delle aspettative nel 2011, specialmente nelle finali.
"Cercavamo un quarto in battuta che potesse farci fare la differenza – ammette Bagialemani – il valore di Camilo non si discute, ma a causa di un infortunio e dell'età che avanza, lo scorso anno non ha dato quel contributo che ci aspettavamo. Sadler è nel pieno della sua maturità sportiva e fisica e ci porterà quello che ci è mancato lo scorso anno. A livello difensivo crediamo di non aver perso la nostra affidabilità. Non ci sarà Kelly, ma con Bergolla nel ruolo di interbase, secondo me abbiamo fatto un salto di qualità notevole. Il nostro obiettivo, però, è quello di far crescere i giocatori del luogo. Quest'anno Vinicio Sparagna avrà l'opportunità di ricevere almeno una partita e puntiamo su di lui per il futuro. Con il tempo vogliamo costruire anche un interbase italiano perché gli Asi noi ce li costruiamo in casa. Solo per restare competitivi con il livello del campionato li cerchiamo sul mercato; le altre squadre dovrebbero seguire il nostro esempio. Oltre ai neo-acquisti, quest'anno puntiamo su un gruppo già formato con l'innesto di altri giovani di talento, per fare bene e toglierci qualche soddisfazione".

Commenta per primo

Lascia un commento