Liddi: "In Grande Lega con passione e costanza"

Il sanremese raggiunge i Seattle Mariners a Los Angeles: "La cosa che mi fa più piacere è avere la possibilità di rappresentare tutti quei ragazzi italiani con cui ho giocato e che non hanno avuto questa opportunità"

E' una notte insonne quella appena trascorsa da Alex Liddi. L'ultimo match della stagione con i Tacoma Rainiers (con 2 homerun), il pitching coach Dwight Bernard che lo convoca nell'ufficio del manager, la comunicazione da parte dell'allenatore Daren Brown che la Major League lo attende, la notizia e la gioia di mamma e papà presenti allo stadio, la telefonata di congratulazioni dello skipper azzurro Mazzieri… poche ore davvero per cercare di riprendersi prima di imbarcarsi per Los Angeles dove i Mariners stasera alle 7.05 locali (le 4 del mattino in Italia) affronteranno gli Anaheim Angels, padroni di casa. Se Liddi debutterà non si sa, questione di ore o forse di giorni. Ma lui, Alex, è già contento così.
"La cosa che mi fa più piacere – ha detto il giocatore al telefono a Baseball.it – è avere la possibilità di rappresentare tutti quei ragazzi italiani con cui ho giocato e che non hanno avuto questa opportunità. Sono arrivato qui, perché in tutti questi anni mi ha aiutato molto la passione, la costanza, la forza di non arrendermi mai".
Sono le parole di Liddi, un ragazzo che tifa per gli Atlanta Braves ed ha ancora come idoli Chipper Jones e Ken Griffey Jr., ma che da oggi veste la casacca di Seattle. Nei Mariners ci sono anche due grossi sostenitori del sanremese e che in Italia ci sono passati qualche anno fa: Jamie Navarro, ex-Grosseto, attuale pitching-coach della prima squadra al fianco del manager Eric Wedge, e Rick Waits, ex-Rimini, oggi nelle Minor Leagues. "Ricorda spesso l'Italia – dice Liddi – e cita soprattutto Paolo Ceccaroli".
Il terza base manda poi un pensiero alla sua Sanremo e a tutti gli amici. Appena può, quando è in Italia, come racconta anche Renato Condò (Presidente del Sanremo Baseball) li va a trovare, sul diamante di Pian di Poma e racconta della sua esperienza americana. "Ci sentiamo sempre, abbiamo un rapporto molto stretto – continua Liddi – So che il Sanremo deve disputare i playoff, mio fratello Thomas sarà in campo. Il tempo di giocare e poi mi raggiungerà qui". E così: il prossimo weekend Sanremo affronta in casa sul diamante di Corso Marconi il Vercelli. Il Presidente Condò attende fiducioso che anche Thomas possa dare un contributo importante. Poi sottolinea come Alex menzioni spesso i suo primi maestri, Marcello Malerbi e Fulvio Cecoli: "Erano i suo allenatori, quelli che gli hanno fatto conoscere il baseball, che gli hanno insegnato i fondamentali".
Grande soddisfazione e gioia anche da parte del Presidente della FIBS, Riccardo Fraccari: "Sono sentimenti non solo della federazione ma che devono essere condivisi da tutto il movimento del baseball italiano. Liddi è solo la punta di un iceberg che verrà sempre più a galla. Questi sono risultati veri non chiacchiere, qui non c'è politica. Tutti debbono riconoscere l'impegno e la validità di quello che abbiamo fatto in questi anni. Lo stesso Liddi che in passato ha trascorso qualche mese in Accademia ad allenarsi ha sempre detto che il baseball non sa che beneficio può trarre avendo a disposizione una struttura come quella di Tirrenia per prepararsi".
E sulla convocazione di Alex Liddi è intervenuto anche Gianni Berrino, Assessore allo sport del Comune di Sanremo: "È un grande motivo di orgoglio per Sanremo che un cittadino in così giovane età, abbia raggiunto una vetta così alta e prestigiosa a livello internazionale – riporta il sito Sanremonews – Questo risultato, tappa di una brillante carriera iniziata proprio nella città dei fiori, rende lustro alla squadra di baseball cittadino dove Liddi ha mosso i primi passi ma è anche uno splendido risultato per tutto lo sport cittadino".
La prima occasione per vedere in azione Alex Liddi su ESPN America (canale 214 di Sky) è fissata nella notte tra mercoledì 7 e giovedì 8 settembre alle ore 4.00, quando i suoi Seattle Mariners saranno nuovamente opposti ai Los Angeles Angels (in replica, giovedì 8 settembre alle ore 15.30).

Filippo Fantasia
Informazioni su Filippo Fantasia 641 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio, si occupa di sport USA e in particolare di baseball, pur svolgendo a tempo pieno attività professionale come Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali. Dal 1992 collabora con Il Giornale, in precedenza ha scritto per Tuttosport, La Stampa, Il Resto del Carlino, Il Tirreno, Corriere di Rimini, Guerin Sportivo, Play-off, Newsport, Baseball International, Sport Usa, Tuttobaseball. In ambito radio-televisivo ha effettuato radiocronache e servizi per conto di diverse emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Italia Radio, Radio Luna LT, Radio Enea etc. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali per alcune televisioni locali: nel 1998 ha curato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto della squadra tirrenica (di cui è stato anche capo ufficio stampa). Significative sono state anche le esperienze vissute personalmente negli USA: gli ottimi rapporti instaurati con gli uffici stampa di diversi club (in particolare dei Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati al baseball e alla comunicazione sui media. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito per assumere l'incarico di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, durante le finali scudetto, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano. Nell'estate del 1998 ha svolto attività di supporto all'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball, con ampi servizi in voce per Radio Dimensione Suono Network e RDS Roma.

Commenta per primo

Lascia un commento