In Olanda vanno in scena i play-off all'italiana

Per la prima volta da quest'anno la Hoofdklasse utilizza la formula del round robin della IBL. Dopo due turni e 6 partite disputate, comandano i Pioniers di Hoofddorp ed i Pirates di Amsterdam, seguiti dai campioni del Neptunus

Anche il massimo campionato in Olanda è giunto al suo ultimo atto con una rinnovata formula dei playoff grazie a Robert Eenhoorn, direttore tecnico della Federazione KNBSB. Infatti fino all'anno scorso la fase finale si disputava mettendo di fronte la prima contro la quarta classificata e la seconda contro la terza, per poi disputare le Holland Series (tutte le serie al meglio dei 5 incontri). Quest'anno invece, per la prima volta, le quattro squadre classificate in testa alla "Hoofdklasse" stanno disputando un torneo "all'italiana" con ciascuna formazione che disputa 3 gare contro le altre avversarie per un totale di 9 partite. E chiaramente le prime due squadre avanzano verso le "Holland Series 2011" secondo la formula 2-3-2 (primi due match e ultimi due in casa della miglior classificata).
La regular season si è chiusa con il DOOR Neptunus Rotterdam in testa (.738) dopo un finale molto stretto vista la vicinanza dell'L&D Amsterdam Pirates (.726), Corendon Kinheim di Haarlem (.714) e i Vaessen Pioniers di Hoofddorp (.607). Le altre quattro squadre della Hoofdklasse, UVV Utrecht (.404), Sparta Feyenoord di Rotterdam (.380), Mr Cocker HCAW di Bussum (.309) e ADO de L'Aia (.119) cercheranno di evitare la retrocessione disputando i play-down.
Il primo turno dei play-off ha riservato subito una sorpresa con due sconfitte del Neptunus subite contro i Pioniers nella serie di tre incontri. I campioni in carica avevano vinto 8-1 in casa a Rotterdam, grazie al lanciatore partente Diegomar Markwell che ha tenuto per 7 riprese sul monte mentre in attacco molto bene è andato Rien Vernooij con 4 punti battuti a casa. Gara-2 a Hoofddorp è stata vinta dai Pioniers per 4-2 (tre punti nella seconda ripresa). Lanciatore vincente Roger Kops, tornato sul campo dopo essersi ritirato dal massimo campionato. Shock in gara-3 a Rotterdam dove solo Dwayne Kemp e Jeffrey Arends hanno saputo battere valido per il Neptunus sui lanci dell'americano Eddie Aucoin che regala il successo ai Pioniers per 6-0 e completando lo shut-out. Il Neptunus ha poi subito la terza sconfitta contro il Corendon Kinheim: a Rotterdam finisce 7-3 per gli ospiti dopo 2 riprese supplementari.
Lo scorso weekend, infine, ha fatto registrare due vittorie sia per Pioniers sia per Neptunus. Il 36enne Aucoin è risultato vincente anche contro gli Amsterdam Pirates (4-1): dopo lo shut-out contro il Neptunus, l'americano di Newton (Massachussest) è stato infatti protagonista di un'altra ottima performance concedendo un solo punto in 8 riprese e ragalando la seconda vittoria ai Pioniers nel trittico contro i Pirates. E adesso ai Pioniers (che affronterà il Kinheim oggi, sabato e domenica) basta vincere almeno una gara per qualificarsi alle Holland Series 2011. Anche il Neptunus mette a segno una doppietta contro il Corendon: i detentori del titolo 2010 vincevano 6-0 al quinto inning quando il Kinheim rimontava fino al 6-5 all'ottava. Poi il rilievo Berry van Driel eliminava 5 battitori del Kinheim salvando così il prezioso risultato per Neptunus (vincente Kevin Heijstek). Domenica è stato il lanciatore australiano Craig Anderson a centrare la vittoria con un complete game (4-0 il finale). Fondamentali due giocatori rientrati dalle Minors americane: Dwayne Kemp en Rien Vernooij autori di 2 punti ciascuno in attacco. Decisive saranno ora le prossime gare contro gli Amsterdam Pirates in programma stasera e nel weekend).
Dopo 6 gare di playoff disputate, in testa Vaessen Pioniers Hoofddorp e L&D Amsterdam Pirates con 4 vittorie e 2 sconfitte, seguite da DOOR Neptunus Rotterdam (3-3) e Corendon Kinheim Haarlem (1-5).

Informazioni su Pim Van Nes 275 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.