E' già giunta l'ora dei verdetti?

Con gli anticipi di Novara (contro i Knights) e San Marino (contro Parma), inizia oggi la fase più delicata della IBL. Un turno, il terzultimo, che potrà dare delle risposte per l'accesso alla post season e non solo

Meno tre. Tre, come i turni che mancano alla conclusione della regular season della IBL. Tre, come i campi più "caldi" di questo fine settimana di metà luglio. Tre, come i verdetti – forse decisivi – che potrebbero scaturire quando anche l'ultimo out verrà chiamato. Ma andiamo con ordine.
Si comincia questa sera con il trittico di Novara (diretta su RaiSport Due), dove i padroni di casa dell'Elettra Energia affronteranno i De Angelis Knights. Una sfida, quella tra le ultime due della classifica, dal sapore amaro: in gioco c'è infatti l'ultimo posto e nessuna delle due formazioni ha intenzione di fare sconti all'avversaria. Ne sono consapevoli entrambi i manager e, se le ultime uscite danno qualche chance in più ai Cavalieri dopo la combattuta sfida con il Grosseto dello scorso fine settimana, i piemontesi venderanno cara la pelle cercando di sfruttare al massimo il fattore campo e portarsi a casa l'agognata tripletta che significherebbe dormire sogni un po' più tranquilli. All'andata fu tripletta per il De Angelis, ma la formazione del manager Fuzzi giocava in casa e da allora sono trascorsi due mesi…
All'ombra del Monte Titano si gioca l'altro 'succoso' anticipo di questo turno di campionato. La capolista T&A ospita i campioni d'Italia del CariParma. Per i sanmarinesi una tripletta significherebbe una quasi matematica certezza del primo posto. Ma non sarà certo facile per il nove del manager Bindi portare a casa un tale risultato considerate le assenze nel roster. I ducali, dal canto loro, avranno a disposizione l'intera rosa e riuscire a tornare a casa con almeno una vittoria aiuterebbe il morale ma, soprattutto, la classifica.
Telemarket e Danesi rappresentano infine il terzo 'campo bollente'. Per le due formazioni potrebbe trattarsi di un vero e proprio 'dentro o fuori'. Divise da un solo punto in classifica, con i riminesi decisi a difendere con le unghie il quarto posto in classifica, c'è da aspettarsi un trittico con tanto di fuochi d'artificio: basti solo ricordare che all'andata si impose nella serie Nettuno solo alla decima ripresa di gara 3 per 5 a 4. Il nove di Bagialemani ha dalla sua un cammino, da qui alla fine del campionato, più agevole considerando il trittico di chiusura che vedrà i laziali opposti al Novara. Per Rimini le ultime giornate saranno meno facili e questo potrebbe contare non poco da un punto di vista motivazionale per i pirati guidati da Chris Catanoso.
Se il MontePaschi Grosseto può ancora considerarsi della partita nella corsa all'accesso ai play-off, considerate le sole due lunghezze a separarlo dal quarto posto, l'Unipol Bologna non può certo dormire sogni tranquilli. Il suo secondo posto è quantomeno a rischio e da oggi in poi ogni out conta il doppio: i felsinei dovranno quindi sfruttare a pieno il loro potenziale difensivo costruito sul miglior reparto lanciatori del campionato.
Inizia la parte più calda della stagione con ben cinque formazioni a giocarsi l'accesso alla post-season: Bologna, Parma, Nettuno, Rimini e Grosseto. Nessuna può dirsi tranquilla – forse le sole emiliane – per tutte inizia oggi un secondo campionato, senza appello.

Informazioni su Marco Micheli 86 Articoli
Nato nel 1980, metà trentino e metà vicentino (ma veronese d'adozione), vive e lavora a Milano dove si occupa della comunicazione nel Sud-Europa per Boston Consulting Group (BCG), la multinazionale della consulenza aziendale. Grande appassionato di tutto ciò che è USA, dallo sport ai "dunkin' donuts", dai grattacieli della East Cost alle spiagge assolate della West. Marco scopre il baseball all´età di 10 anni quando, complice un regalo della madre insegnante, inizia a calpestare lo storico diamante della Polisportiva Praissola sotto la guida del "mitico" Bissa. Gli anni dell´università lo allontanano dalla terra rossa, prima a Feltre e poi a Milano. Ma è con il conseguimento della laurea in Relazioni Pubbliche allo IULM di Milano e il conseguente viaggio-premio a Boston che si ritrova e decide di curare la comunicazione dei Dynos Verona. Due anni favolosi, densi di soddisfazioni e ricordi indimenticabili, impegnato nella promozione del sodalizio scaligero sulla stampa locale e sportiva. Per Baseball.it scrive del "batti e corri" giocato nella sua terra, il Nord-Est, ma non disdegna di "intrufolarsi" anche in questioni a carattere nazionale e internazionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.