Sendy Rleal, a Bologna uno dei "Toros del Este"

Dominicano, 30 anni, lanciatore destro, rimpiazza Moreno come vice-Matos ed è nato proprio nella città di Matos, San Pedro de Macoris. E nella Repubblica Dominicana, a gennaio, ha vinto il titolo con i Tori dell'Est

Per rimpiazzare il grande Victor Moreno, che sta cercando di conquistarsi un posto in Major League, la Fortitudo Bologna ha scelto un… Toro. Sendy Rleal. Trentenne, pitcher destro. E' uno dei "Toros del Este", i nuovi Campeones Nacionales della Liga Dominicana de Beisbol Profesional. In finale – l'ultima settimana dello scorso gennaio – hanno inchiodato Las Estrellas Orientales con uno sweep (cinque vittorie a zero). Infiammando d'orgoglio i loro fanaticos e il popolo de La Romana, la città della Repubblica Dominicana dove "los Toros del Este" hanno sede. E c'è stata festa grossa ("gran caravana") all'estadio Francisco Micheli per un titolo atteso da sedici anni. E' la seconda volta nella storia del Club che "los Toros" conquistano la corona, dopo il trionfo del 1995.

Dunque, un campione della Lega Professionistica Dominicana in Fortitudo. In realtà, Sendy Rleal ha dato un contributo limitato al successone dei "Tori", essendo stato impiegato sul mound soltanto per 10 inning (e decisamente ridotto è stato anche l'apporto di Eddy Garabito, campione d'Italia a Bologna nel 2009 ma non riconfermato dalla società fortitudina dopo la stagione 2010). Ebbene, Garabito e Rleal si sono trovati compagni di squadra quest'inverno con la casacca dei Toros del Este.
Altra curiosità. Sendy Rleal è nato (il 21 giugno 1980) a San Pedro de Macoris. Che è la stessa città di Jesus Matos, "il re dello slider", che per l'ottavo anno consecutivo vedremo come lanciatore partente sul monte della Fortitudo Bologna. Matos – ricordiamo – arrivò nel campionato italiano nel 2004. Chiamato da Mauro Mazzotti, che allora allenava la squadra bolognese, targata Italeri. In tutte queste stagioni Jesus si è distinto per controllo, efficienza, continuità di rendimento ad alto livello, sicurezza, numero di partite vinte. E per la spettacolarità dei suoi strikeout. Entrando nella storia del campionato italiano come uno dei pitchers più forti di tutti i tempi.
Ebbene, il "vice-Matos" sarà… un concittadino di Matos! Due lanciatori stranieri, in una squadra italiana, provenienti dalla stessa città è indubbiamente un fatto singolare. Ma non del tutto sorprendente, in particolare quando c'è di mezzo una autentica "fucina di talenti" come la città di San Pedro de Macoris, dove tutti giocano a baseball e in tanti amano lanciare una pallina! Proprio Matos a Bologna ha già avuto un suo concittadino come "rilievo": Martin Vargas, nel campionato 2008.

Quanto vale Sendy Rleal? Non ha la "qualità" di Victor Moreno, va detto francamente. Non ha la potenza del venezuelano che è stato l'eroe della finalissima di Coppa dei Campioni nel settembre scorso (nonché personaggio importantissimo per la conquista dello scudetto 2009). Victor in situazioni delicate o decisive era capace di inchiodare gli avversari, di tirare tre strikeout senza farti veder la palla.
Sendy Rleal possiede caratteristiche differenti da quelle di Moreno. E' un rilievo con più lanci e più inning nel braccio. Pertanto non solo closer. Utilizzabile anche per tre-quattro inning, e in caso di necessità anche come "partente". Può permettere allo staff tecnico della Fortitudo Unipol di gestire più tranquillamente le energie, le risorse di Jesus Matos, il quale non è un giovanissimo (ha già 37 anni) e "alleggerirlo" di un inning (ogni volta che sarà possibile, in regular season) potrebbe diventare importante.
C'è anche un po' di MLB nel passato di Rleal. Niente di particolare. Un anno di passaggio in Grande Lega, nel 2006, il tempo di lanciare 47 inning con 1 partita vinta, 1 persa e 4.44 di ERA indossando la casacca dei Baltimore Orioles. Comunque, là ci è arrivato. Poi, il Triplo a Ottawa e un felice inizio di 2007 in Doppio, prima d'essere fermato da un infortunio al gomito destro. Contrattempo dal quale ha recuperato bene, come indicano le due positive stagioni in Independent League: a Lancaster nel 2008 (67.2 riprese lanciate, 6 partite vinte e 5 perse) e a Newark nel 2009 (3 vittorie, 2 sconfitte).
I "numeri" di Sendy Rleal in totale. In Major League: una stagione, 1 partita vinta, 1 persa, 4.44 di ERA. Nelle Minor Leagues: 28 partite vinte, 23 perse, 32 salvezze, 457 inning lanciati, 423 strikeout, 148 basi su ball, 385 battute valide concesse. Poi, un buon 2010 nel campionato professionistico di Taiwan (coprendo anche ruoli da partente e da rilievo lungo). E infine – nel gennaio scorso – il titolo conquistato con i "Tori dell'Est" de La Romana, la terra dove sorge il sole, il sud-est dominicano. Territorio importante per la produzione della canna da zucchero (infatti, in origine, los Toros del Este portavano il nome di Azucareros del Este), per il commercio del bestiame, ma anche per straordinarie attrazioni come Casa de Campo che è il complesso turistico più prestigioso dell'intero Caribe e per Bayahibe la più bella spiaggia di questo splendido litorale della Repubblica Dominicana.

Informazioni su Maurizio Roveri 192 Articoli
Maurizio Roveri, giornalista professionista, è nato il 26 novembre 1949. Redattore di Stadio dal 1974, e successivamente del Corriere dello Sport-Stadio, fino al gennaio 2004. Iscritto nell'Albo dei giornalisti professionisti dal luglio 1977. Responsabile del basket nella redazione di Bologna, e anche del pugilato. Caporubrica al Corriere dello Sport-Stadio del baseball, sport seguito fin dal 1969 come collaboratore di Stadio. Inviato ai campionati mondiali di baseball del 1972 in Nicaragua, del 1988 in varie città d'Italia, del 1990 a Edmonton in Canada, del 1998 in Italia, nonché alle Universiadi di Torino del 1970 e ai campionati Europei del 1971, del 1987, del 1989, del 1991, del 1999. Dal 2004 al 2007 collaboratore del quotidiano "Il Domani di Bologna" per baseball, pugilato, pallavolo.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.