Holland Series 2010 al via sabato

Si gioca per la prima volta al meglio dei sette incontri. Il Door Neptunus di Steve Janssen a caccia del tredicesimo titolo nazionale contro i Pirates dell'L&D Amsterdam. Prima gara di finale a Rotterdam

Prendono il via questo sabato anche le finali 2010 della Hoofdklasse, il massimo campionato olandese, con la novità che verranno giocate al meglio dei 7 incontri invece dei consueti cinque (sia in semifinale che in finale).
Le Holland Series partiranno da Rotterdam, dove il DOOR Neptunus ospiterà la prima gara di finale ospitando i Pirates dell'L&D Amsterdam (play-ball ore 14). Domenica, gara-2 ad Amsterdam inizierà invece alle 13.15 per consentire la diretta nazionale sulla NOS-TV. Le Holland Series proseguiranno poi giovedì 9 settembre alle 19.45 a Rotterdam e sabato 11 settembre alle 14 ad Amsterdam. Se necessario, domenica 12 settembre, sabato 18 e domenica 19 settembre, sempre alle 14. Il Neptunus è a caccia del suo tredicesimo titolo nazionale per battere il record di 12, attualmente condiviso con gli Haarlem Nicols (squadra che però non esiste più).
In semifinale, il DOOR Neptunus ha sfruttato al meglio il suo parco di lanciatori per eliminare i Konica Minolta Pioniers, abitualmente bestia nera del Neptunus. I Pioniers stavolta non sono stati in grado di segnare nessun punto contro la squadra allenata da Steve Janssen. Per vincere gara-1 in casa il Neptunus ha comunque dovuto sudare parecchio (il match si è risolto all'undicesima ripresa). Eddie Aucoin, lanciatore partente dei Pioniers, concedeva solo due valide in nove riprese, entrambe firmate da Jeffrey Arends, il prima base del Neptunus che non è stato convocato nella Nazionale olandese per gli Europei di Stoccarda. Il secondo rilievo sul monte dei Pioniers, Arshwin Asjes, è stato poi il perdente, quando il singolo del belga Benjamin Dille portava a casa Eugene Kingsale per l'1-0 in favore del Neptunus. Lanciatore vincente per il Neptunus in gara-1 è stato l'australiano Dushan Ruzic, che dopo 8 riprese aveva sostituito il partente Diegomar Markwell.
In gara-2 vinta 3-0 dal Neptunus a Hoofddorp il vincente è stato Leon Boyd, rilevato sul monte da Jorian van Acker, Berry van Driel e Dushan Ruzic. Terzo shut-out del Neptunus a Rotterdam per 8-0, grazie ai lanciatori Kevin Heijstek, Jorian van Acker e Berry van Driel. In 29 riprese tutti i lanciatori del Neptunus hanno concesso solo 8 valide, comprese le 5 di Leon Boyd nelle sue 6 riprese.
Decisivo per la semifinale tra Corendon Kinheim (seconda in classifica) e L&D Amsterdam Pirates (terza) il lanciatore Rob Cordemans, che nelle sue 12 riprese lanciate non ha concesso nessun punto alla formazione di Kinheim. Solo la pioggia ad Haarlem poteva cancellare la sua seconda vittoria sul mound, perché dopo tre riprese la gara è stata interrotta e rinviata due volte. Alla ripresa i suoi compagni di squadra hanno difeso il vantaggio di 7-0 per vincere gara-4, risultato questo sufficiente per vincere la serie 3-1 in casa degli avversari.
Il fattore campo non è stato determinante in semifinale visto che le squadre di casa hanno perso tutte e cinque le gare delle serie: 4-1 ad Haarlem, 8-7 ad Amsterdam, 6-4 e 9-3 ad Haarlem. Per le Holland Series qualche vantaggio potrebbero averlo sulla carta i Pirates di Amsterdam, che sono rimasti in competizione fino a martedì scorso e sono quindi "caldi", mentre il Neptunus ha dovuto aspettare quasi due settimane prima di poter scendere di nuovo in campo.
Nella regular season la squadra di Rotterdam ha conquistato 39 vittorie su 42 gare, nuovo record nazionale. Tra i Pirati di Amsterdam vanno attentamente tenuti a bada Sidney de Jong (.333 di media), Bas de Jong (.324) e Kenny Berkenbosch (.316) mentre sul monte di lancio Rob Cordemans ha una mpgl di 0.81, Ben Grover 1.93 e Frank van Heijst 2.30.

Informazioni su Pim Van Nes 275 Articoli
E' corrispondente dall'Olanda per Baseball.it e per Mister-Baseball.com. ma segue le vicende del baseball e softball italiano anche per i siti olandesi Honkbalsite.com e Softbalsite.com. In passato, Pim Van Nes ha collaborato con la testata "Tuttobaseball" e con le riviste olandesi "Inside" e "Honkbal en Softbal Nieuws". Nel biennio 1984-1985 ha contribuito all'Enciclopedia del Baseball di Giorgio Gandolfi e Enzo Di Gesù realizzando uno speciale di 5 pagine sulla storia del baseball in Olanda. Tra il 1982 e il 2005, ha svolto la sua attività professionale presso le Ambasciate olandesi di Parigi, Kuwait City, Cairo, Algeri, Rabat, Ankara e Dubai.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.